giovedì 21 agosto 2014

Famous Beach. Ti piace dominare o essere dominato? Le interviste di Shasa

Sorrento. Denunciate 5 persone per abusi sul demanio marittimo

Sorrento - Nell’ambito della più ampia operazione denominata “MARE SICURO”, che proprio in questi giorni fa registrare il suo “periodo clou”, il personale della locale Capitaneria di porto, unitamente ai militari dell’Ufficio Locale marittimo di Sorrento, ha effettuato un’operazione di polizia giudiziaria finalizzata a contrastare gli abusi a danno del demanio marittimo lungo il litorale di giurisdizione. In particolare, in data odierna, l’intervento effettuato dal personale agli ordini del Capitano di Fregata Savino RICCO, comandante della Capitaneria di porto di Castellammare di Stabia, si è concentrato nel Comune di Sorrento e precisamente in prossimità della spiaggia libera di Marina Grande, laddove è stato accertato che alcuni soggetti avevano posizionato fin dalle prime ore del mattino una serie di sdraio ed ombrelloni lungo il relativo bagnasciuga, realizzando di fatto un’indebita occupazione di suolo demaniale. L’attività investigativa che ha preceduto l’intervento odierno era stata avviata già nelle giornate precedenti allorquando si è potuto constatare che l’attività illecita contestata veniva svolta in maniera continuativa e sistematica, sottraendo di fatto alla collettività la libera fruizione di quel tratto di spiaggia. Bilancio finale dell’operazione: cinque persone denunciate alla Procura della Repubblica di Torre Annunziata e tutta l’attrezzatura (ombrelloni, lettini, sdraio, ecc.) utilizzata dagli stessi per l’attività contestata è stata immediatamente rimossa e posta sotto sequestro giudiziario, restituendo così al libero godimento dei cittadini, residenti e non, l’intera area occupata.
 

Sorrento. Cordoglio per la scomparasa di Salvatore Di Leva

di Antonino Siniscalchi

Sorrento - Ci sono dei personaggi che hanno caratterizzato il tessuto economico e sociale sorrentino degli ultimi Cinquant’anni, un’epoca, che parte dagli albori del boom economico della anni sessanta del Secolo scorso ai giorni nostri. Personaggi, imprenditori coraggiosi che hanno avuto l’inventiva di aprire nuovi orizzonti economici, nonostante rimanessero ancorati alla mentalità tipica del piccolo paese, quello che, non si scandalizzi nessuno, rimane Sorrento, oggi come ieri. La mentalità del piccolo paese aperta alle innovazioni da importare nella propria quotidianità. Tra questi personaggi assume un ruolo primario Salvatore Di Leva, che è scomparso oggi, dopo una breve malattia. Salvatore Di Leva, con il fratello Eugenio, ha saputo inventare e reinventare la sua figura di imprenditore sempre nel proprio Paese, Sorrento. Ancora oggi, a distanza di 47 anni (3 giugno 1967) ricordo quando consegnò a mio Padre le chiavi della Fiat 850 che è stata la prima macchina entrata nella nostra famiglia. Dalla concessionaria Fiat al Garage Moderno e al Garage al porto di Marina Piccola, alla intuizione di affiliare alla Standa un centro commerciale di qualità e prestigio. Poi i franchising con Coin casa e Coin abbigliamento. Insomma, un imprenditore a 360 gradi, senza soluzioni di continuità per oltre cinquant’anni. Salvatore Di Leva, che lascia la moglie Silvana, le figlie Paola, Claudia, Lara e Roberta, non è stato un imprenditore avventuroso, ma saggio e determinato, sapendo anche cogliere il momento in cui alcune attività avevano esaurite la potenzialità di produrre reddito.
 

Piano di Sorrento. Via alla gara per la ristrutturazione della scuola di San Liborio. Previsto un micronido

Piano di Sorrento - Via libera alla gara d'appalto per la ristrutturazione della scuola di San Liborio. Il responsabile dell'ufficio tecnico comunale, Graziano Maresca, ha firmato la determina con cui vengono approvati il bando e il disciplinare di gara. Entro il 22 settembre le imprese interessate dovranno inoltrare al Comune le rispettive offerte: a scegliere quella economicamente più vantaggiosa sarà un'apposita commissione giudicatrice i cui componenti saranno nominati nelle prossime settimane. Approvato dalla giunta comunale a gennaio 2013, il progetto esecutivo prevede la ristrutturazione del plesso scolastico di San Liborio. Qui troverà spazio un micronido per bambini fino a tre anni: uno spazio per la formazione dei più piccoli, ma anche un aiuto per le donne chiamate a conciliare maternità e impegni professionali. Per realizzare l'opera, la Regione ha assegnato al Comune 450mila euro di fondi europei. Ora non resta che aspettare l'esito della gara, dopodiché l'impresa vincitrice dovrà concludere i lavori entro 120 giorni dall'aggiudicazione dell'appalto. Già in inverno, quindi, il micronido potrebbe essere pronto ad accogliere i bambini di Piano. (Fonte: Ciriaco M. Viggiano da Il Mattino)

Sorrento. Il Comune cerca coop per gestire il futuro parcheggio di via De Maio

Sorrento - Il Comune di Sorrento ha pubblicato una manifestazione d’interesse per la futura gestione del parcheggio pubblico per motorini sotto piazza Tasso. Sia chiaro si tratta solo di un atto preliminare, perché, cosa più importante, c’è ancora tutto da fare. Il parcheggio è tutto da realizzare. La location, invece è stata individuata nei locali comunali dell’ex discoteca The Club. 1000 posti per soli ciclomotori che si contano di costruire. Costo dell’operazione che si attesta sul milione e mezzo di euro. L’ente locale di piazza Sant’Antonino ha dato mandato al dirigente Donato Sarno di sondare il “mercato” è capire se qualche società o cooperativa potesse essere interessata alla futura gestione del plesso. Secondo l’atto pubblico emesso dal Comune si è deciso “di approvare apposito avviso per raccogliere manifestazioni d’interesse da pare di soggetti qualificati nel settore; dare atto che, sulla base delle manifestazioni d’interesse pervenute, sarà con successivo atto indetta procedura negoziata (cottimo fiduciario con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa) per l’affidamento in concessione”. Questo è quello che si apprende scorrendo la determina 950. L’area in questione sita in via Luigi De Maio, di 449 metri quadrati, potrà essere data in affidamento ad un soggetto terzo per quattro anni. Sia chiaro siamo solo alle fasi preliminari, perché l’opera è ancora in fase embrionale. Lì dove c’era una volta una capitale della movida all’avanguardia potrebbe spuntare un garage per scooter. Con l’ingresso da viale Caruso, nelle vicinanze delle postazioni destinate ai taxi. Il progetto preliminare è stato approvato lo scorso anno dalla giunta del sindaco Giuseppe Cuomo che punta molto sull’opera che, secondo i vertici della coalizione, potrebbe risolvere in parte il problema traffico in centro storico portando nelle casse dell’esecutivo un bel gruzzolo. Costo dell’operazione? Un milione e mezzo di euro. La proposta dell’assessore all’edilizia privata, Federico Gargiulo, ha ricevuto il sì definitivo dell’organo di governo della città del Tasso.
 

Torna a Massa Lubrense la rassegna musicale "Classica Estate"

Massa Lubrense - Domenica 24 agosto torna, nella splendida cornice del settecentesco Palazzo Vespoli, la rassegna musicale Classica Estate, organizzata dall'Arciconfraternita Morte e Orazione di Massa Lubrense e diretta dal maestro Armando Esposito, in collaborazione con il Comune di Massa Lubrense. La manifestazione, nata come degno tributo alla memoria del poeta Francesco Saverio Mollo, ha lo scopo di dare visibilità ai giovani musicisti del territorio insieme ad artisti già affermati. Classica Estate durerà fino al 29 agosto, con un programma ricco e affascinante che spazia da concerti classici a rivisitazioni più moderne. L’ingresso alla rassegna è gratuito, fino ad esaurimento posti. «Classica Estate – afferma il priore Cataldo Minieri – è stata ed è ancora oggi “allevata e coccolata” da tutti. I musicisti fanno a gara per parteciparvi, spinti da pura passione». «Ho accettato con piacere – dice il direttore artistico Armando d’Esposito – l’invito della Confraternita di Massa Lubrense ad assumere la Direzione Artistica di Classica Estate, che mi ha visto partecipare come esecutore già dalla seconda edizione. E’ stato stimolante lavorare con persone che con serietà, dedizione e passione portano avanti una manifestazione, arrivata alla XIX edizione, che dà visibilità ai giovani interpreti che si affacciano al concertismo. Ringrazio il Comune di Massalubrense, il priore dell’Arciconfraterita “Morte e Orazione”, gli sponsor e tutte le persone che hanno contribuito alla realizzazione di questo evento». Per la promozione dell’evento è stato realizzato un video spot firmato Editing Studio 91, con la regia di Matrimoni Speciali, che vede come protagonisti il clarinettista Pasquale Davide e la pianista Luisa Esposito, entrambi inclusi nella programmazione della rassegna. Il tutto girato nella suggestiva corte di Palazzo Vespoli

SGATE. Sistema di Gestione delle Agevolazioni sulle Tariffe Elettriche, nomina referente

Vico Equense - A partire dal 1° Gennaio 2009 i Cittadini in condizioni di disagio economico o in gravi condizioni di salute possono usufruire di agevolazioni sulle tariffe dell’energia elettrica, come stabilito dal Decreto Interministeriale del 28 Dicembre 2007. Tale provvedimento rientra in un quadro di azioni orientate a supportare le fasce più deboli della popolazione. A differenza però di altre provvidenze pubbliche previste in questo momento di grave crisi economica, sperimenta una modalità attuativa diversa ed innovativa, che restituisce al Comune un ruolo centrale nella relazione con il Cittadino. È il Comune, infatti, a raccogliere le domande degli utenti ed instradarle verso gli altri Enti coinvolti nel processo, configurandosi così come interlocutore unico del Cittadino nei confronti delle Istituzioni. Quello che i Comuni sono chiamati a ricoprire nell’ambito del Decreto è un ruolo importante e definisce una nuova modalità operativa che potrà essere adottata anche per la gestione di agevolazioni di altra natura. A fronte di un tale impegno il Sindaco Gennaro Cinque, con proprio decreto ha nominato la dottoressa Laura Castrignano, Amministratore Locale del Sistema SGATE, al fine della gestione delle richieste di fruizione delle agevolazioni.

mercoledì 20 agosto 2014

PD: Monte Faito, protocollo per gestione aree e immobili è una sfida importante per i comuni

La regione faccia la sua parte per risorse e funivia. Si può liberare il Faito da degrado e camorra

Vico Equense - Lo schema di protocollo d’intesa approvato dalla Giunta regionale che affida ai comuni di Castellammare di Stabia, Vico Equense e Pimonte la cura delle aree boschive e degli immobili liberi o abbandonati del complesso del Monte Faito e all’Ente parco le azioni per un piano strategico di valorizzazione è un fatto positivo frutto anche dell’iniziativa del PD e di numerosi operatori e associazioni che da diversi mesi sollecitano un’azione istituzionale seria per combattere il degrado e il declino del Faito e, contemporaneamente dare un colpo al tentativo delle organizzazioni della camorra di farne una “terra di nessuno”per traffici illeciti e segnali di dominio. E’ chiaro che i Comuni senza risorse e strumenti operativi non possono farcela. Il PD sottolinea la necessità di un' azione sinergica in cui ognuno faccia la sua parte, ad iniziare dalla Regione Campania. I primi segnali devono essere un programma operativo serio per la riapertura della funivia del Faito nella prossima estate,una lotta seria al randagismo e al fenomeno dei “Cavalli Liberi”, un controllo coordinato dei boschi:sono scelte che sono in carico alla Giunta regionale. Non si può avere timore di una lotta a viso aperto contro speculazione e camorra. Il PD, nel corso di questi mesi ,ha sviluppato, in raccordo con associazioni e comitati,una puntuale azione di denuncia e di proposta a partire dalle iniziative dei circoli del PD di Castellammare di Stabia, di Pimonte e Vico Equense e del gruppo regionale con il Vice-capogruppo del Pd Antonio Marciano Continuerà a farlo convinto che il Faito sia un simbolo di una Campania che non si arrende al declino e all’arroganza della camorra.

Oltre alle pedane...

di Claudia Scaramellino, consigliere comunale di IN Movimento per Vico

Vico Equense - Alla lamentela diffusissima tra i cittadini per le pedane, se ne aggiunge un'altra che riporto e condivido: - Ci sono delle aree pubbliche del centro cittadino ormai off limits non solo per le pedane, ma anche per l'esposizione di merci voluminose resa lecita, addirittura, sui suoli una volta a parcheggio.Esse risultano recintate da paletti con catenelle, per fortuna mobili -: Bisogna che l'amministrazioni contemperi la necessità di far cassa con i lecitissimi bisogni del commercio, ma anche con i diritti dei cittadini. La nostra Città ha bisogno che la sua immagine sia definita anche in spazi di pubblica godibilità e in spazi per il commercio, individuati con un piano esplicitato in un regolamento. Avere un punto di riferimento / scritto aiuta l'amministratore, ma anche l'esercente, che è garantito dal già deliberato non dal "piacere" ricevuto.

Piano di Sorrento: Carabinieri arrestano ladro di limoni colto sul fatto

Piano di Sorrento - Nella tarda mattinata di oggi, a Piano di Sorrento, i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Sorrento hanno arrestato per furto un 35enne di Torre del Greco con precedenti per ricettazione, disoccupato. L’uomo, notato dalla proprietaria di un fondo agricolo di agrumi mentre rubava limoni dopo aver scavalcato il muro di recinzione, si dava alla fuga a piedi sui binari dei treni della circumvesuviana con tre borsoni carichi di agrumi. I Carabinieri, ricevuta la richiesta di intervento, si recavano presso la stazione circumvesuviana di Piano di Sorrento e bloccavano il reo che, proveniente dai binari, attendeva il primo convoglio diretto a Napoli. I tre borsoni di limoni, per un peso totale di circa 70 kg, venivano riconsegnati alla legittima proprietaria che riconosceva, tra l’altro, il malfattore, quale autore di altri furti identici subiti nell’ultimo mese. L’uomo, condotto presso il proprio domicilio in regime di arresti domiciliari, affronterà venerdì mattina il rito direttissimo presso il tribunale di Torre Annunziata

Piano di Sorrento. Zona industriale, via agli espropri. Il Comune dà l’ok alla realizzazione del Pip

Piano di Sorrento - Sembra essersi svegliato dal torpore il grande gigante. Qualche piccolo passo si è fatto a Piano di Sorrento per cercare di dare un senso ad un mandato partito con maggioranze bulgare e giunto sul viale del tramonto con lotte intestine. La maggioranza guidata da Ruggiero ha demandato all’ingegnere Graziano Maresca, responsabile dell’Ufficio tecnico, di preparare il procedimento propedeutico per le trattative di esproprio con i proprietari delle aree interessate dai Pip. La nuova frontiera nella cittadina costiera interesserà le aree di insediamento produttivo. All’orizzonte si profila una nuova querelle. Si, perché la volontà della maggioranza nasce anche da una piccola spinta (il progetto) presentato da un privato tempo fa. Sulla discussione per il Piano di Insediamento Produttivo si dovrà attendere la prossima assise pubblica. Sul tavolo non si sarà solo il bilancio preventivo, ma anche gli sviluppi dei Pip. L’area in questione è localizzata lungo la salita di via Cavone. I terreni sui quali dovrebbe sorgere l’opera sono di alcuni privati con i quali il Comune dovrà trovare l’intesa per l’esproprio. Di qui la necessità di dare mandato all’ingegnere capo per accelerare. Una location periferica rispetto al centro e all’interno della quale si vorrebbe far confluire gli interessi e le attività produttive del paese per evitare lo stallo delle ore di punta del centro e richiamare nuovi investimenti. Il progetto è ancora in fase istruttoria. Su iniziativa privata è stata presentata una proposta progettuale finalizzata all’attrezzatura ed alla creazione delle infrastrutture dell’area per l’inserimento di attività produttive. Si sta analizzando nel dettaglio il project financing sul quale dovrebbe basarsi l’area Pip. Il progetto presentato è incompleto in alcune parti e in altre da modificare secondo le prescrizioni dettate dai tecnici comunali. Inizia a muoversi, comunque, qualcosa a Piano in attesa che le modifiche vengano apportate e si ottenga il successivo via libera in consiglio comunale. (Fonte: Josè Astarita da Metropolis)

L’invisibile Pompei

Mostra Tattile a Sorrento 

Sorrento - Con il Patrocinio del Comune di Sorrento e la Collaborazione dell’associazione degli artigiani di Sorrento dal prossimo 24 agosto 2014, nei locali dell’associazione degli artigiani di Sorrento nel suggestivo Chiostro di San Francesco, adiacente alla Villa comunale prende il Via la Mostra tattile “ L’Invisibile Pompei”. La mostra "L'invisibile Pompei ®" al Chiostro di San Francesco a Sorrento presenta cinquanta e più reperti archeologici, tra affreschi, Mosaici e pitture murarie della antica Città Vesuviana sepolta dalla eruzione del 24 agosto del 79 d.C. La particolarità della Mostra risiede nella esclusiva possibilità per il visitatore, di ammirare, toccare e vivere da vicino esclusivi reperti archeologici che non sono visitabili durante la normale visita di Pompei, o perché essi sono in Domus interdette al pubblico o perché custoditi nei cavò del Museo Archeologico di Napoli. Ogni reperto è stato fedelmente riprodotto attraverso un procedimento esclusivo che racchiude in se la sapienza artigiana e l’innovazione tecnologica, accompagnati da una manifattura artistica mediante la quale il manufatto è stato intagliato a mano, per rendere reali le imperfezioni presenti nell’affresco originale, quali: crepe, cavillature, erosioni e screpolature. Opera, questa, che da come risultato finale un prodotto unico. La Mostra poi, è stata allestita grazie alla collaborazione di tre eccellenti artisti che da anni collaborano con la Tappeto Volante srl: Mario Paolucci, Scenografo, Ciro Vitale, Scultore e Pierpaolo Patti Videomaker i quali hanno messo a punto, un percorso espositivo che lascia il visitatore senza fiato.
 

Giovani talenti tv, "cantautorep" con dj set e Rafael Cini a Piano di Sorrento

Piano di Sorrento - Dopo Luigi Allocca, attore della nota serie televisiva Rai “Un posto al sole”, Villa Fondi continua ad accogliere volti del panorama televisivo nazionale. Il 21 agosto alle ore 21.00 a Villa Fondi, infatti, si terrà l’evento musicale “Noi ragazzi di oggi… cantanti di domani” presentato da Cataldo Gargiulo e Federica Raim con la partecipazione straordinaria di Alessio Parisi, Anastasia Pacilio e Chiara Ranieri, giovanissimi talenti dei programmi tv “Ti lascio una canzone”, condotto da Antonella Clerici su Rai1 dal 2008, e “Io Canto”, in onda su Canale 5 con la conduzione di Gerry Scotti. Inserito nella “Summertime 2014”, il cartellone degli eventi estivi della Città di Piano di Sorrento, anche l’evento che vede protagonista la musica delle nuove generazioni previsto per venerdì 22 agosto alle ore 21.00, quando la terrazza di Villa Fondi si trasformerà in un palcoscenico a cielo aperto per lo spettacolo di “cantautorep” con Mauro Marsu e Antonio Kaino. La serata sarà un percorso di storytelling tra musica e recitazione dal titolo “La famiglia Rossi”, con Dj Set prima e dopo lo spettacolo. Lo stesso giorno, ma in Piazza delle Rose, alle ore 21.00 si svolgerà, inoltre, il concerto “Qui dove il mare luccica” patrocinato dal Comune di Piano di Sorrento e dall’Associazione Turistica Pro Loco Città Piano di Sorrento. Protagonisti Rafael Cini, “el tenor romantico” come ama farsi chiamare durante le sue tournee, e Giovanni Iaccarino. Tutti gli eventi sono ad ingresso libero e gratuito.

Ospite a Villa Fondi Lucio Allocca di "Un posto al sole"

Piano di Sorrento - Sarà presentato mercoledì 20 agosto alle ore 20.30 a Villa Fondi il libro di Alessandra Aprea Cappiello intitolato “Profumo di Santità. Karol un attore diventato santo” (edizioni L’Antissa Viggiano). Il testo, ispirato alla vita di Giovanni Paolo II e illustrato dalla figlia dell’autrice Federica Cappiello, sarà presentato dal Dott. Raffaele Ferraro. Ospite della serata sarà Lucio Allocca, attore di “Un posto al sole”, la nota soap opera televisiva ambientata a Napoli, firmata Rai Fiction, in onda su Rai3 dal 1996, e giunta a quota 4060 puntate a inizio mese di agosto. Interverranno, inoltre, il soprano Vittoria Gava Landolfi, il tenore Carmelo d’Esposito, la regista Eleonora Di Maio e la ballerina Carla Coppola. Le offerte del libro saranno devolute in beneficenza. L’evento è ad ingresso libero e gratuito.

Caos trasporti pubblici, Eav e Circum nel mirino

Fonte: Massimiliano D'Esposito da Il Mattino

Sorrento - Corse saltate e linee completamente abbandonate. Il trasporto pubblico su gomma in penisola sorrentina è sempre più nel caos. Da Massa Lubrense a Vico Equense attendere un autobus dell’Eav è come sperare in una vincita alla lotteria. «Ogni giorno – confidano alcuni autisti – siamo costretti a saltare almeno il 50 per cento delle corse». Bagnanti, turisti e pendolari obbligati ad interminabili attese alle fermate con la tensione che sale alle stelle. L’altro giorno, ad esempio, a Vico Equense la prima corsa per la spiaggia di Marina D’Aequa è partita solo nel primo pomeriggio, alle14.30. Non va meglio sulla principale linea che attraversa la penisola sorrentina, la Meta-Massa Lubrense. Qui i bus, anziché partire ogni 20 minuti come previsto nelle tabelle orarie, se tutto va bene si vedono passare al ritmo di uno all’ora. Problemi provocati dalla mancanza di automezzi e dalla carenza di manutenzione per i pullman (pochi) in servizio. Per rendere l’idea della portata della questione bastano pochi esempi: sulla linea Meta–Massa Lubrense circolano 3 mezzi su un fabbisogno di 7; sulla linea per il porto di Marina Piccola viaggia 1 solo bus su 5; a Vico Equense sono disponibili 3 o al massimo 4 pullman al giorno sugli 11 necessari a garantire il servizio. Il collegamento diretto con l’Hilton Sorrento Palace, invece, è stato completamente soppresso già da alcune settimane. «È evidente – spiega Giuseppe De Rosa della Fit-Cisl – che stiamo offrendo un pessimo servizio lasciando a piedi le migliaia di persone che affollano le spiagge della penisola in questo periodo. Voglio sottolineare che i mezzi circolano al limite della sicurezza ed è solo grazie alla buona volontà dei lavoratori che non vengono fermati definitivamente».
 

martedì 19 agosto 2014

Massaquano - Sagra "I profumi del Borgo Antico"

Arola. Degrado nella strada dei bambini

La denuncia dell'opposizione

Vico Equense - Nuovo affondo di IN Movimento per Vico, contro l’amministrazione comunale del Sindaco Gennaro Cinque. I consiglieri di opposizione, sulla loro pagina facebook, hanno pubblicato una serie di scatti che immortalano lo stato di totale abbandono, in cui versa una stradina nella frazione di Arola. “Le condizioni - spiegano i consiglieri Andrea Lauro, Claudia Scaramellino e Natale Maresca - di un'antichissima stradina di Arola: abbandonata al degrado più assoluto, trasformata in deposito abusivo dall'amministrazione del fare disastri, senza illuminazione, senza alcuna sicurezza per i tanti bambini che la percorrono in bici (quei grossi rulli sono tenuti fermi da piccole pietre)”, concludono i consiglieri di opposizone

Sant’Agnello: arrestato dai carabinieri ladro di biciclette

Sant'Agnello - Nella tarda mattinata, i carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della compagnia di Sorrento hanno arrestato per furto aggravato un 25enne di Fiumicino (RM). I militari, ricevuta la notizia del furto di una bicicletta elettrica avvenuto poco prima a Sorrento, sul corso Italia, ad opera di un uomo e presa nota della descrizione del ladro, si sono immediatamente attivati per la caccia al ladro e si sono recati in una possibile via di fuga, cioè presso la stazione della Circumvesuviana di Sant’Agnello. Sulla banchina gremita di gente, infatti, i militari hanno notato un giovane che corrispondeva alla descrizione del ladro e che aveva con sé una bicicletta elettrica. L’uomo, che si accingeva a salire sul treno in arrivo da Sorrento, è stato bloccato e condotto in caserma. Il 25enne è stato quindi arrestato per furto aggravato e domani, dopo aver passato la notte nelle camere di sicurezza, affronterà il rito direttissimo presso il Tribunale di Torre Annunziata. La bicicletta, del valore di circa 1.600 euro, è stata restituita alla legittima proprietaria.

Sorrento. Calcinacci caduti dal ponte della Circumvesuviana: il Comune chiede più sicurezza ai vertici dell’Eav

Sorrento - Sicurezza della stazione Circum: il Comune vuole vederci chiaro. Dopo la “pioggia” di calcinacci che si è riversata su via degli Aranci nei giorni scorsi, presto potrebbe spuntare un’ordinanza che chiami in causa direttamente i vertici dell’Eav. L’obiettivo è fare luce sulla reale situazione del ponte della Circumvesuviana che “domina” il rione Marano. Le pietre ed i calcinacci hanno mandato, letteralmente, in tilt il traffico nel fine settimana di ferragosto con le auto dirottate per viale Nizza ed il centro blindato. Per il momento, la situazione della struttura sembra essere sotto controllo con circolazione riaperta immediatamente, mentre quello che tiene ancora banco è il futuro della costruzione. Allo stato dei fatti un contatto c’è stato. La volontà del Comune è avere un ulteriore parere da parte dei tecnici della società di trasporto pubblico regionale. Si cercano ulteriori pareri sullo stato della struttura. “Una città che cade a pezzi” così nell’immediato post stallo della circolazione per la “pioggia” di calcinacci da ponte della Circumvesuviana aveva tuonato Rosario Fiorentino. Il rappresentante di minoranza in un suo intervento su Facebook aveva lanciato una nuova bordata contro la maggioranza di Cuomo. Per sgomberare il campo da timori sull’effettivo stato del ponte, il Comune ha chiesto l’intervento dei tecnici dell’Eav. La risposta è attesa nelle prossime ore. Nel caso in cui si ci trovi di fronte ad una porta in faccia, il primo cittadino è pronto ad emettere l’ordinanza per la verifica da parte della società della condizione del cavalcavia del rione Marano. (Fonte: Josè Astarita da Metropolis)

Piano di Sorrento. Dalle contravvenzioni 630 mila euro per il comune, serviranno anche per ampliare la videosorveglianza

Piano di Sorrento - Nuove sfide per il comune di Piano di Sorrento che ha stanziato ben 315mila euro. Questa la somma approvata nel corso dell’ultima riunione di giunta dalla maggioranza di Ruggiero. Una somma in linea con quanto incassato nella passata stagione. Il flusso di denaro che gonfierà le casse comunali avrà un chiaro indirizzo. In base a quanto previsto dalla legge i 315mila euro rappresentano solo una quota pari al 50% di quello che gli agenti di Polizia Municipale hanno contestato ad automobilisti e centauri sulle strade del Comune costiero. Con tagli orizzontali e verticali pronti a colpire, gabelle che cambiano all’ultimo minuto, avere una base dalla quale partire per il prossimo bilancio con soldi già individuati nell’apposito capitolato rende la vita più facile sia all’amministrazione Ruggiero, sia al ragioniere capo, Vincenzo Limauro. Tutte le strade di Piano di Sorrento sono oggetto dell’occhio lungo della legge. Videosorveglianza a gogò, caschi bianchi che in estate attuano piani di prevenzione e diffida contro gli automobilisti furbetti, frutteranno al bilancio la considerevole cifra di 630mila euro complessivi. Tre i punti in cui si può intervenire reinvestendo i proventi delle contravvenzioni. A fare le pulci all’atto emesso dalla giunta, si scopre che sui 315mila euro circa, il 50% di quanto previsto in somma totale, 100mila euro saranno utilizzati dal Comune per coprire le assunzioni di agenti stagionali per il prossimo anno. E’ questo il punto più corposo della separazione del preventivo introito per le multe. Nello stesso capitolato, l’ente locale di piazza Cota ha previsto 30mila euro da indirizzare per la manutenzione e l’implementazione dell’impianto di videosorveglianza della cittadina, mentre 22mila saranno gli euro diretti alla previdenza complementare. All’interno del bilancio preventivo saranno circa 27mila euro quelli che serviranno per la manutenzione ed il noleggio degli auto e motoveicoli in possesso del comando di Polizia Municipale. Nello stesso capitolato, sul quale saranno dirottati circa 100mila euro complessivi, la somma più ingente sarà utilizzata per il funzionamento dell’ufficio di via Gennaro Maresca. Ad incidere sul 26% circa della spartizione dei proventi delle contravvenzioni, a Piano, saranno gli interventi destinati alla segnaletica stradale. 36mila gli euro utilizzati per acquisti di beni e servizi per la segnaletica. All’interno dello stesso capitolato saranno presenti, invece, ulteriori fondi, circa 34mila euro per il personale addetto alla viabilità. I 120mila euro preventivati potrebbero aumentare come diminuire. (Fonte: Josè Astarita da Metropolis)

Il Sindaco vuole "rottamare" i propri dipendenti

Castellammare di Stabia - "Siamo sconcertati per le dichiarazioni del Sindaco di Castellammare di Stabia, Nicola Cuomo, apparse stamattina su alcuni quotidiani in cui il primo cittadino offende i propri dipendenti". Affermano Michele Sichenz, Maria Uccello e Mario Russo, rispettivamente provinciali Cgil,Cisl e Uil della Funzione pubblica, e la Rsu di riferimento. "Se il Sindaco ha veramente rilasciato quelle dichiarazioni, sarebbe un fatto grave. I dipendenti rappresentano l’ente e dunque non possono essere insultati da chi amministra la città. Forse il Sindaco non si è accorto che proprio quei lavoratori di cui si lamenta garantiscono quotidianamente servizi essenziali alla cittadinanza." Proseguono i sindacati. "Noi siamo pronti a fare la nostra parte per il miglioramento della macchina comunale e lo abbiamo dichiarato in tutti i tavoli istituzionali e i dipendenti del Comune lo hanno sempre dimostrato, consapevoli che devono essere i protagonisti del cambiamento, a patto che siano rispettati e coinvolti. A questa amministrazione abbiamo più volte richiesto l'attivazione di corsi di formazione non solo per le nuove tecnologie, ma per il miglioramento complessivo dei servizi all'utenza, ma senza alcuna risposta e poi leggiamo sui giornali che la "colpa" sarebbe dei dipendenti troppo anziani per le innovazioni. Non vogliamo e non possiamo credere che tutto questo serva soltanto per la visibilità del sindaco, perché non fa bene né ai servizi né alla città." Concludono i sindacalisti.

American Bar La Favorita, Patrizio Rispo protagonista dell'appuntamento di venerdì

Sorrento - Sarà Patrizio Rispo, attore di teatro, cinema e televisione nonché amatissimo interprete della fiction "Un posto al sole", il protagonista del prossimo appuntamento della rassegna letteraria "Venga a prendere un caffè da noi". Venerdì 22 agosto, a partire dalle 19.30, sulla terrazza dell'American Bar La Favorita di Sorrento, Rispo presenterà "Un pasto al sole". Il volume, targato Rai Eri, in una nuova edizione rivista e ampliata, raccoglie trecento ricette della tradizione napoletana, proposte con l'ironia e la passione tipiche di Raffaele Giordano, il portiere di "Palazzo Palladini", interpretato da Rispo nella più longeva fiction italiana.

Destagionalizzare, ma con quali iniziative?

Foto di Positano News
Vico Equense - I balneari della Marina di Vico, si sono detti d'accordo con iniziative che puntano ad allungare la stagione dei bagni, la conferma arriva dal quotidiano on line Positano News. Il Sindaco Gennaro Cinque, ieri, ha discusso con alcuni operatori del settore sull'opportunità di tenere gli stabilimenti aperti più a lungo per recuperare i danni di un'estate da dimenticare. Non sono mancate le critiche nei confronti dell’Amministrazione comunale: "Servono i parcheggi. - sottolinea Renato Alvino - Avevo il ristorante aperto la sera, ma con il parcheggio chiuso non si poteva andare avanti. I vigili multavano tutti, anche se il parcheggio era chiuso... Poi i collegamenti dell'EAV funzionavano a singhiozzo, allora supplivo con il mio pulmino che, pur dando un servizio, veniva sempre mandato via dalla polizia municipale… Insomma ci vuole collaborazione e comprensione per chi lavora e da lavoro, se si vuole allungare la stagione e far vivere il borgo…” L’obiettivo di Vico Equense, dunque, è “destagionalizzare”: tenere aperti gli stabilimenti balneari, gli hotel, i negozi e i ristoranti anche in autunno, per invogliare il pubblico ad andare in vacanza anche a ridosso dell’autunno (e, perché no, anche oltre). Se l’obiettivo è questo, viene spontaneo chiedersi: quali sono le iniziative messe in campo?

Cioffi incontra il Direttore dell’ Ufficio postale di Massaquano

Vico Equense - Pochi giorni separano l’ufficio postale di Massaquano dalla possibile chiusura. “Questa mattina – spiega Vincenzo Cioffi, consigliere comunale di maggioranza – ho incontrato il direttore dell’ufficio postale di Massaquano. Il Dottor Pappalardo, mi ha confermato l’interesse di Poste Italiane a rimanere nella frazione, quindi è alla ricerca di locali idonei. Fino al 31 agosto è possibile presentare domanda, da parte di proprietari d’immobili, accessibili dalla strada pubblica. Presso l’Ufficio postale di Massaquano – aggiunge Cioffi – è possibile compilare la modulistica necessaria. Per maggiori informazioni gli interessati, possono rivolgersi anche al sottoscritto”, conclude il consigliere Vincenzo Cioffi. Com’è noto gli uffici postali svolgono un ruolo sociale fondamentale a favore dei cittadini più deboli, soprattutto per il ritiro delle pensioni. E gli uffici postali di sedi disagiate come Massaquano sono ancora più indispensabili, specie in un momento economico come questo.

Recommone: un alveo interdetto… alla Legge!

Il Wwf Penisola sorrentina documenta un “fiume” di auto e moto parcheggiati nel rivo demaniale cementato nei pressi di Marina del Cantone 

Massa Lubrense - Con nota inviata alla Procura della Repubblica di Torre Annunziata e alle Forze dell’Ordine il WWF Penisola Sorrentina ha chiesto un urgente sopralluogo atto a verificare il rispetto dell’Ordinanza n. 129 del 12.06.14 che impone il divieto di transito veicolare nel tratto terminale del rivolo Recommone-Spina [scil. rivo Acchiungo e rivo Sciulia] nel comune di Massa Lubrense. “Quell’Ordinanza - raccontano gli attivisti del Panda – è scaturita da un documentato esposto del WWF fatto nell’ottobre 2013!!! A distanza di ben 9 mesi, e solo dopol’intervento del Corpo Forestale dello Stato e del Genio Civile, l’amministrazione massesesi è accorta che quella strada che conduce alla Conca del Sogno altro non è che l’alveo di un rivo demaniale cementato abusivamente anni addietro per consentire il transito e la sosta degli autoveicoli alla spiaggia di Recommone. Lo stesso rivo che, in casi di forte pioggia, si è più volte trasformato in un impetuoso torrente che tutto travolge e trascina verso il mare. Ne sanno qualcosa i tanti invitati a matrimoni e feste, nella “Conca del Sogno” sul finire dell’estate, che si sono visti letteralmente travolti dalle acque ed intrappolati sulla spiaggia, tra le onde del mare e il fiume in piena che trascinava via le scarpe coi tacchi alle signore ed allagava le autovetture parcheggiate … tra fango, pietre e detriti crollati dal costone a rischio frana. Solo il provvidenziale intervento di mezzi via mare ha permesso di evacuare l’area e mettere in salvo gli ospiti, evitando che la Conca del “sogno” si trasformasse in un definitivo“incubo”!!!”
 

lunedì 18 agosto 2014

Buona la prima!

Vico Equense - Ottimo il lavoro di oggi pomeriggio, al Comunale di Vico Equense. Nel test in famiglia si è già vista l’impronta del mister Macera e del suo staff. Ottimi i movimenti, la tattica e l’atletica. Tutti i calciatori in ottima forma. Dare un giudizio negativo a qualcuno è molto difficile. Pensare che le due squadre erano formate, al 99% da calciatori di classe ‘93 ’94 ’95 ’96. Effettivamente il Mister nell’intervista aveva ragione! "Sarà una squadra giovane difficile da battere." Sugli spalti e poi a complimentarsi negli spogliatoi, un grande mister. Gigi De Canio. Analogo discorso per il test della juniores. Mai come quest’anno, alla corte di Macera, tutti ottimi calciatori. Ottima impressione, hanno mostrato, i ragazzi classe ’97 ’98 ’99 e 2000. Come si Dice. Chi ben comincia è a metà dell’opera. Forza Vico.

L'ex sindaco Gian Michele Orlando dice no alle slot machines

Fonte: Salvatore Dare da Metropolis

Sant’Agnello - «Questa sera ho dovuto aiutare un cittadino di Sant’Agnello, sulla cinquantina e padre di famiglia, a fare benzina a un distributore automatico a una vecchia e sgangherata Vespa 50. Era alquanto scosso e non riusciva ad inserire una stropicciata banconota da 5 euro al self-service. Dopo il “rifornimento” si è quasi scusato dicendo che aveva appena perso mille euro (dico mille euro) in una sala giochi lì vicino. E’ una tragedia continua, servono controlli serrati per evitare il peggio. L’amministrazione deve fare qualcosa. Così non si può andare avanti». E’ il racconto shock di un ex sindaco come Gian Michele Orlando che si è sempre battuto contro il gioco d’azzardo. E’ la sua verità scovata “sul campo” su una piaga che ormai sta dilagando, come un’emorragia inarrestabile che fa vittime, in silenzio. E che sta mettendo sul lastrico migliaia di famiglie, anche a Sorrento e dintorni. E’ la battaglia per la legalità di un amministratore che, nonostante oggi occupi i banchi dell’opposizione, non esita a invocare un giro di vite su chi continua a proporre ai clienti le macchinette infernali, magari aggirando in poche mosse la normativa comunale che vieterebbe il gioco a tarda sera. Serve una scossa. Serve una presa di posizione. Netta. Una sterzata. Che possa scacciare via, definitivamente, anche le ombre, i coinvolgimenti, gli interessi. A partire da quelli legati a doppio filo tra sale giochi e gestori, quelli veri e quelli presunti.
 

Happy from "Famous Beach" Castellammare di Stabia

Sorrento, schiuma in mare: l'incubo alla Regina Giovanna

Fonte: Salvatore Dare da Metropolis

Sorrento - Qui dove il mare luccica e tira forte il vento, c’è una valanga di schiuma che infesta una perla storica di Sorrento. Che l’accerchia, l’uccide. E’ spuntata così all’improvviso, in acqua, nel bel mezzo di un weekend importante, quello del ponte di Ferragosto. Una macchia bianca, densa, lunga, ampia. Che pare venuta fuori dalle bombolette della schiuma da barba che si comprano al supermercato. Roba che fa venire i brividi soltanto a guardarla. Per di più a quattro passi da un sito archeologico famoso in tutto il mondo, quello dell’antica villa di epoca romana che tuttora richiama appassionati e turisti incuriositi anche dalla leggenda che voleva la Regina Giovanna ripararsi qui con i suoi amanti alle prime armi, per divertirsi nuda in mare e godersi l’oasi blu, all’epoca vergine e pulita. Oggi no. Oggi è tutto diverso. Oggi fare un tuffo è quantomeno sconsigliabile, almeno stando alla vista di quella che, così come l’ha descritta sul social network Facebook il presidente del Wwf di Sorrento Claudio d’Esposito, «è una nevicata ferragostana in mare». Le fotografie dell’orrore le ha diffuse lui, il leader degli ambientalisti che, nonostante le polemiche e le battaglie spesso scomode e non troppo condivise, continua incessantemente il suo tour lungo la costa. Da Massa Lubrense a Sorrento passando per la Regina Giovanna. Ed è qui che, un’altra volta, l’acqua è messa male. A dispetto dei convegni, delle escursioni, delle campagne di sensibilizzazione. Qui non c’entrano i “barbari” della Circumvesuviana, i “cafoni” da combattere con ordinanze al cianuro e che danno eco e pubblicità oltre i confini di Seiano. Non c’entrano i pendolari né i bagnanti “fai da te” che bivaccano sulle spiagge. Il mare è esausto, provato, stanco di venir bollato come balneabile e che invece si trova chiamato a “ospitare” una raffica di scarichi abusivi che, un po’ ovunque, rappresentano attentati veri e propri al rilancio dell’ecosistema. Un’estate da dimenticare.
 

Le colline dei limoni neri

Vincenzo Esposito 
Vico Equense - Sarà presentato venerdì 29 agosto, ore 19, all’Hotel Sporting, il libro di Vincenzo F. R. Esposito e Matteo Gargallo “Le colline dei limoni neri - Gli abitanti, la vita socio economica e i protagonisti dell’Università di Vico Equense nel XVII secolo”. Con gli autori ne parleranno: Maria Bonghi Jovino professore dell’Università di Milano e Fulvio Tessitore rettore emerito dell’Università Federico II di Napoli. “L’antichissima cittadina – spiega Vincenzo Esposito, presidente dell’Unitre - di Vico Equense con i suoi borghi è definita una delle perle della Terra delle Sirene, la penisola di Sorrento, di fronte a Napoli e al Vesuvio. Il Comune è l’unione di numerose località che non sono ancora diventate una comunità coesa, con conseguenze deleterie sotto ogni punto di vista. Gli autori, cittadini socialmente impegnati, hanno voluto indagare nel passato per scoprire le cause della mancata integrazione, partendo dalle origini dell’età moderna, quando le Università, oggi Comuni, acquistarono un ruolo politico.” Il Volume di pagine 340, contiene oltre 150 immagini e comprende tre parti: la storia, gli elementi desunti dal catasto del 1660 e racconti storici.

Preazzano, festa della melanzana

Vico Equense - Anche quest'anno a Preazzano, si svolge la festa della melanzana, l’ultimo degli eventi dedicati ai prodotti tipici dell’agosto vicano. Due serate, domenica 24 e lunedì 25, allietate da musica dal vivo, intrattenimenti vari, e il "borgo dei giovani artigiani"... un insieme di stazioni, punti da toccare in un percorso tra gli antichi mestieri e antichi prodotti artigianali tramandati dai vecchi e sapienti artigiani ai giovani che hanno raccolto e rinnovato tali maestrie. Dal lontano 1989 la sagra per eccellenza, l'evento culinario e culturale di un piccolo paese che porta a disposizione di tutti i piatti e i sapori della tradizione incorniciati da uno dei borghi più caratteristici della penisola sorrentina. “Come sanno – spiegano gli organizzatori - gli affezionati della nostra Festa, oltre allo spettacolo di intrattenimento della piazza principale sempre molto movimentato e divertente, e il classico vicolo degli artigiani ogni anno pieno di novità interessanti, vi è l'abitudine di riservare, all'altezza della Via Cocurullo, uno spazio più tranquillo e soft a manifestazioni musicali dove ci si può sedere e sotto il cielo stellato distendersi con note soffuse e ricercate...” La sagra giunge quest'anno alla sua 23esima edizione, basa il suo longevo successo sulla rinomata preparazione dei piatti cucinati con prodotti tipicamente locali frutto di una terra ricca di straordinari profumi, sapori e antiche tradizioni. Il cuore di questa sagra è la melanzana cucinata in numerosissimi modi tra i quali il più famoso è la melanzana al cioccolato...

Percorsi di mare al ristorante dello Scrajo Terme

Lo chef Danilo Di Vuolo propone una cucina tutta ispirata al mediterraneo 

Vico Equense - La cucina dello chef Danilo Di Vuolo si fa apprezzare per la piena coerenza. Tutto richiama il mare: dal panorama fino alla materia prima, passando per il suggestivo locale a picco sugli scogli. Qui è un continuo rimando al mediterraneo ed al suo gusto. Al ristorante “La Caletta” dell’Hotel Scrajo Terme il viaggio inizia sempre con un crudo che spesso si presenta con gamberetti e calamari che formano una superba insalata con acqua di pomodoro e misticanza.Poi lo chef Di Vuolo apre le danze con i piatti caldi che vanno da un particolare calamaretto ripieno con provola e condito con spuma di olio d’oliva al tonno scottato con verdure di stagione fino al misto di pesce azzurro in zuppa di acciughe e capperi.I primi, tra gnocchi con gamberi, ziti spezzati con zucchine o con genovese, sono un inno alla cucina di casa. Secondi con tranci di ricciola, pezzogna o cernia con verdure calde o fredde fanno da sponda a fritture o braci di pescato fresco. Infine i dolci che accendono la fantasia dello chef che interpreta, anche, il gelato croccante dell’Algida, chiudono uno dei percorsi più invitanti dell’estate. (Fonte: Salvatore Tuccillo da Metropolis) 

Galleria di Pozzano: istituito un presidio fisso di Vigili del Fuoco

Vico Equense - Non ci sono solo le tecnologie di ultima generazione a garantire la sicurezza nella nuova galleria di “Santa Maria di Pozzano”. Ci sono voluti anni per avere il nuovo percorso che snellisce il traffico, ma adesso è realtà. Nel pieno della bella stagione è stato istituito un presidio fisso di Vigili del Fuoco. L’obiettivo è riuscire a garantire la tranquillità e pronto intervento per le eventuali esigenze che gli automobilisti potrebbero incontrare lungo i 5mila metri. Monitoraggio full time per 24 ore senza sosta all’interno del traforo che permette ai pendolari e turisti di svicolare la zona dei bagnanti ed arrivare immediatamente in costiera in località “Ponte di Seiano”. Telecamere e postazioni per garantire serenità all’interno del traforo. Dopo le tante polemiche relative al traffico che il percorso nuovo crea allo svincolo per la marina di Seiano, buone notizie giungono sul fronte della sicurezza dei pendolari. Presidio dei pompieri e sistema di sorveglianza per la velocità. Non solo gallerie di emergenza, sistema di aerazione 2.0 e videosorveglianza. Presidio dei Vigili del Fuoco e sistema di controllo “Vergilius”.Si, perché il limite dei 60Kmh s’ha da rispettare sempre e comunque come un piccolo traforo del Monte Bianco. Chiunque coprirà i 5mila metri della nuova galleria in meno di 5 minuti pagherà un conticino salato. I motivi sono tutti da addebitare al nuovo sistema di controllo della velocità messo in campo dall’Anas. Sarà il Vergilius ad inviare direttamente i dati non conformi a quanto fissato dai limiti di velocità alla centrale operativa della Polizia stradale che poi opererà di conseguenza. Le colonne di veicoli che spesso si trovano impilati come le parti di una vecchia tutti in fila come un lungo serpentone avranno di che stare tranquilli. Qualunque emergenza di bollino rosso potrà essere risolta grazie all’intervento del presidio dei Vigili del Fuoco e all’occhio lungo del Vergilius. Il grande fratello del “Tutor” autostradale è l’ultimo ritrovato per evitare danni. (Fonte: Josè Astarita da Metropolis)

domenica 17 agosto 2014

Mancano gli indizi e il Tribunale del riesame revoca l’ordine di arresto a carico di Luigi Cesaro

Flora Beneduce: “Un giorno di festa per la democrazia” 

Vico Equense - “La decisione del Tribunale del riesame di revocare l’ordine di arresto per Luigi Cesaro per mancanza di indizi restituisce forza allo stato di diritto e riafferma l’equilibrio tra i poteri”. Con queste parole Flora Beneduce, consigliere regionale della Campania e vice coordinatrice Forza Italia della provincia di Napoli. “Oggi è un giorno di festa per la famiglia Cesaro e per tutto il popolo forzista – continua l’onorevole Beneduce -. Ero sicura dell’estraneità ai fatti contestati a Luigi Cesaro. La sua integrità morale, a fronte di una gogna mediatica dolorosa ed estenuante, è fatta salva. Conosco la famiglia Cesaro da tempo e non ho mai dubitato della sua onestà. In questa vicenda, però, ho avuto modo di apprezzare anche l’estrema dignità di Luigi, pronto a rinunciare all’immunità parlamentare. Questa domenica sarà ricordata per l’imparzialità dei magistrati e per la rinnovata fiducia che ciascuno di noi nutre per le istituzioni, per il decoro richiesto dal ruolo, per la libertà, uguale per tutti!”

Lepore e Rossi Doria a Maiano

Marco Rossi Doria
Due ospiti d’ eccezione per le “Notti d’autore” 

Sant'Agnello - Fervono i preparativi per “Notti d’autore” la rassegna di arte, artigianato, musica e folklore che si terrà nel suggestivo borgo di Maiano dal 22 al 24 agosto. Quest’anno hanno dato la propria adesione alla manifestazione due ospiti d’eccezione: Giandomenico Lepore e Marco Rossi Doria. Lepore, oggi in pensione, è stato capo della Procura della Repubblica di Napoli e magistrato in prima linea nella lotta alla criminalità organizzata. Il Professor Marco Rossi Doria, già sottosegretario alla pubblica istruzione del Governo Monti, è noto alle cronache nazionali come maestro di strada per aver recuperato generazioni di studenti attraverso una didattica che oggi potrebbe essere definita porta a porta o km0. Entrambi sono stati affascinati dalla manifestazione, ideata dal Maestro Marcello Aversa per esaltare l’artigianato locale, giunta alla sesta edizione. Come da tradizione Anche quest’anno l’evento è abbinato alla tradizionale Festa di S. Rocco ed all’ormai rinomata “Sagra della polpetta”, mentre una apposita finestra è dedicata alla musica popolare. La maggiore novità riguarda il contenitore della manifestazione. Per questa edizione i Comuni di Sorrento e S. Agnello hanno voluto che fosse inserita nell’ambito della rassegna denominata “ Notti d’autore”. L’evento conferma la sua vocazione di vetrina dell’artigianato di qualità espressione del territorio con selezionate presenze di artisti provenienti da città italiane e straniere. Da Assisi a Frosinone, con Milano, Firenze e Urbania fino a raggiungere Taiwan, la Cina e l’Albania. In una esplosione continua di bellezza e creatività. Così gli antichi palazzi di Maiano apriranno i portoni del caratteristico borgo per ospitare scultori, ebanisti, pittori, ricamatrici, liutai e tanti altri maestri custodi di un’arte che non può andare dispersa. “ Il nostro obiettivo – ha detto il sindaco Piergiorgio Sagristani – è ancora più ambizioso e punta a valorizzare la specificità di Maiano, realizzando una integrazione tra scuole ed artigianato con la creazione di appositi laboratori per giovani ed adolescenti. Per questo stiamo lavorando alla presentazione di un progetto in grado di attrarre investimenti comunitari”.