sabato 25 ottobre 2014

Piano di Sorrento al TgR Campania

Piano di Sorrento protagonista nell'edizione delle 14.00 del TgR Campania.

Il Premio Città di Partenope al sindaco Giuseppe Cuomo

Giuseppe Cuomo
Sorrento - C’è Giuseppe Cuomo, sindaco di Sorrento, tra i tre premiati dell’edizione 2014 del Premio Città di Partenope. Alla manifestazione, che si è tenuta ieri sera all’Agorà Morelli, a Napoli, hanno preso parte opinionisti, giornalisti, rappresentanti del mondo dell’imprenditoria, delle istituzioni, della cultura e dello spettacolo. Altri riconoscimenti sono stati assegnati al sindaco di Milano, Giuliano Pisapia e all’inviato di Striscia la Notizia, Luca Abete. “Grazie alla sua amministrazione comunale, Sorrento ha conquistato i vertici internazionali dell’accoglienza - si legge nella motivazione - Partenope, nel premiare il suo sindaco, intende riconoscere la cultura dell’ospitalità e il senso civico dei suoi concittadini impegnati 365 giorni all’anno per rendere migliore la città”. “Dal senso cinico al senso civico”, è stato infatti il tema al centro del talk show organizzato dal pubblicitario Claudio Agrelli, ideatore dell’iniziativa, e condotto dal giornalista Luca Telese, cha visto protagonisti, oltre a Cuomo, Pisapia e Abete, anche il sindaco di Verona, Flavio Tosi e lo scrittore napoletano Maurizio De Giovanni. “Questo riconoscimento è il frutto di un impegno che vede al lavoro amministrazione, cittadini e categorie produttive - ha sottolineato il sindaco di Sorrento - In un contesto territoriale a volte dominato, purtroppo, da degrado ed inciviltà, Sorrento resta un’oasi felice dove il visitatore può trascorrere le sue vacanze in un clima di cortesia e di tranquillità. Alla vocazione della città all’accoglienza, inoltre, si aggiunge una programmazione culturale e di intrattenimento che completa l’offerta turistica, oltre ad una vicinanza strategica ad altri attrattori come Pompei, Ercolano, la costiera amalfitana e le isole del Golfo”.

Workshop Efficienza Energetica: Napoli 27 e 28 ottobre

Finanziamenti e agevolazioni per gli investimenti in efficienza energetica 

Finanziamenti e agevolazioni per gli investimenti in efficienza energetica: se ne parlerà a Napoli il 27 e 28 ottobre nell’ambito del workshop «Efficienza energetica e fonti rinnovabili: una sfida tecnologica e un’opportunità». L’avvio dei lavori è previsto per le ore 15.00 di lunedì 27 ottobre presso la Sala Auditorium della Provincia di Napoli, in via don Bosco, si parlerà di politiche per l’efficienza, programmazione regionale e territoriale e le opportunità di finanziamento con i fondi europei. Al workshop prenderanno parte non solo esperti della pubblica amministrazione, ma anche rappresentanti delle aziende già beneficiarie dei fondi POI Energia. La seconda giornata di lavori, invece, è prevista per martedì 28 ottobre a partire dalle 9.30, sempre presso l’Auditorium della Provincia. Organizzato dal ministero dell’Ambiente e dal ministero dello Sviluppo Economico nell’ambito del Piano Operativo Interregionale del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, il workshop tematico si terrà nei capoluoghi delle regioni Obiettivo convergenza (Campania, Puglia, Calabria e Sicilia) fino a dicembre. La prima parte (a Napoli il 27 e 28 ottobre) è incentrata sull’efficienza energetica, la seconda (a Napoli il 24 e 25 novembre) sulle rinnovabili. La partecipazione al workshop prevede l'attribuzione di crediti formativi. Per aderire al workshop, inviare le comunicazioni a: mail@pierrestampa.it

Trasparente come un Cristallo…

Vico Equense - Dobbiamo rilevare che l’Amministrazione, che governa la Città di Vico Equense, non brilla certo per il vocabolo “partecipazione”. Non c'è un ufficio stampa, e recuperare informazioni ben fondate e certe, che la cittadinanza si aspetta, è un problema. Per esplicita ammissione di taluni di essi, perfino i consiglieri di maggioranza hanno la consegna di non parlare con i media. E se l’amministrazione non comunica, è un problema di tutti e non solo degli operatori della comunicazione. Da un po’ di giorni circola la voce che l'edificio dell'ex Hotel Cristallo potrebbe cambiare destinazione d'uso, da immobile turistico-alberghiero ad appartamenti. L'edificio fu costruito tra il 1955 -58 con lo specifico vincolo alberghiero. Per oltre venti anni, ha assolto la sua funzione di accoglienza dei turisti. Nel 1972, la Provincia di Napoli lo affittò all'Istituto Alberghiero di Stato. Successivamente vi furono spostate le strutture dell'Ospedale De Luca e Rossano, distrutto dal sisma del 23 novembre 1980. Con la costruzione dell'attuale nosocomio, negli anni '90, l'edifico lasciato abbandonato, è stato al centro di una lunga vertenza giudiziaria tra la Regione Campania e la proprietà. Ridotto ormai, ad un fatiscente rudere è oggi, stando almeno alle voci che circolano, non confermate da nessun Amministratore, inserito in un'operazione di trasformazione edilizia.

PD Sorrento: L'assessore distratto

Sorrento - L’assessore agli eventi, Mario Gargiulo, attivissimo con l’avvicinarsi delle elezioni, sulla questione delle bollette GORI che cittadini ed imprese stanno ricevendo in questi giorni ha tenuto a sottolineare che: “Non sono disposto ad accettare vessazioni a carico dei miei concittadini e degli imprenditori di Sorrento”. Bene, bravo. Ma qualcosa puzza di bruciato. Era forse distratto Mario Gargiulo durante gli ultimi quattro anni? Era forse distratto mentre la SUA amministrazione negli ultimi 4 anni ha aumentato del 56% (da 11 a quasi 18 milioni di euro) l’imposizione fiscale del Comune di Sorrento, vessando i concittadini e gli imprenditori? Era forse distratto mentre la spesa pubblica corrente del Comune di Sorrento è aumentata di 3 milioni in 4 anni senza un miglioramento dei servizi comunali a favore dei cittadini? Era forse distratto mentre anche il SUO Sindaco, “Peppino Cuomo”, votava a favore di un provvedimento che ha portato alle bollette GORI di questi giorni, che vessano gli onesti contribuenti sorrentini? E’ forse distratto mentre la SUA amministrazione spreca ogni anno oltre 2 milioni di euro derivanti dall’imposta di soggiorno, che potrebbero essere utilizzati per la manutenzione del patrimonio della città e dei suoi spazi pubblici? Era forse distratto mentre il PD proponeva l’azzeramento della TASI sull’abitazione principale e altre riduzioni fiscali per i sorrentini, finanziabili tramite una riduzione della spesa per i SUOI eventi? Era forse distratto mentre la SUA amministrazione perdeva traccia di un finanziamento pubblico di 11 milioni di euro per la realizzazione di un’opera fondamentale quale il percorso meccanizzato tra il Porto e il Parcheggio Lauro? Sì, forse si tratta di distrazione. Oppure no, in tal caso è lui a vessare l’intelligenza dei cittadini e degli imprenditori di Sorrento.

Partito Democratico Sorrento

Commemorazione dei defunti, orari di apertura del cimitero di San Francesco

Vico Equense - Si avvicina la ricorrenza del 2 novembre, giorno di commemorazione dei defunti. Come tradizione vuole, centinaia e centinaia di persone si riverseranno al cimitero comunale di San Francesco per onorare i propri cari. Da mercoledì 29 ottobre, fino a domenica 2 novembre, sarà osservato il seguente orario di apertura al pubblico: dalle 7.30 alle 17.00 (resta invariato l’orario di apertura per i giorni precedenti e successivi al suddetto periodo). Il traffico in questi giorni si presenterà caotico nonostante la presenza dei vigili urbani e raggiungere il cimitero con la propria auto non sarà possibile. Il divieto di transito, vige dalle 7.00 alle 17.30, lungo la via San Francesco, ad eccezione: dei veicoli a due ruote, di quelli dei residenti o muniti di autorizzazione o diretti in aree di sosta su aree private, in altre parole noleggi, taxi, o al servizio di portatori di handicap, persone anziane che versano in evidenti precarie condizioni motorie, e i veicoli provenienti dal Convento e diretti verso la via Raffaele Bosco. Nei giorni suindicati sarà, altresì, consentita la sosta nel parcheggio comunale di Bonea con esonero del ticket di pagamento.

Estemporanea di pittura di Irina Di Ruocco. Tema: la passione

Irina Di Ruocco
Piano di Sorrento - Domenica 26 ottobre alle ore 18.30 al centro culturale comunale di Via delle Rose Irina Di Ruocco, giovane artista campana, concluderà la propria Mostra d’arte con un’estemporanea di pittura. L’evento, organizzato dall’Arci di Piano di Sorrento e patrocinato dal Comune di Piano di Sorrento, avrà come tema principe la passione, motore della sensibilità artistica e non solo, attraverso le immagini della pittrice, i testi di Brecht e le musiche sul tema di Chopin, Mozart ed Einaudi a cui alcune opere sono ispirate. Irina Di Ruocco giunge a Piano di Sorrento con la sua prima personale di pittura dopo un percorso da autodidatta nel campo artistico prediligendo inizialmente il disegno a matita e cimentandosi poi più tardi su tela. Accanto agli studi universitari in Ingegneria dei Trasporti alla Federico II di Napoli, coltiva la sua passione sperimentando nuovi approcci e nuove tecniche, partecipando a mostre collettive nel salernitano, nel napoletano, a Piacenza dove ha vinto il Premio per la critica, a Roma, a Pozzuoli, al Maschio Angioino. Con uno stile artistico che varia dall’astrattismo all’espressionismo fino ad arrivare a richiami di pop-art, la pittura di Irina Di Ruocco si basa sulle sensazioni e sulla centralità della persona: «Un quadro - dice - deve trasmettere un messaggio non fine a se stesso, dare un’informazione come un sentimento o un insegnamento. La pittura è l’espressione finale della storia umana, è catarsi, non è statica, è sempre in movimento come l’animo umano». È possibile visitare la mostra allestita nella sala del centro culturale fino al 26 ottobre dalle 15.00 alle 20.00: «Ogni dipinto - commenta infine Irina Di Ruocco - è collegato in qualche modo all’altro in questa mostra, per colori, tratto o particolari. Un velo di tristezza accomuna molti, l’incompletezza altri, l’assenza o il concetto di subordinazione rispetto all’insieme altri ancora»

Pd, ipotesi primarie il 14 dicembre Renzi punta il dito sul calo di tessere

Fonte: Ottavio Lucarelli da La Repubblica Napoli 

Il 14 dicembre. Questa la data in cui il Partito democratico organizzerà le primarie in tutta la Campania per scegliere il candidato che proverà a strappare la Regione al presidente Stefano Caldoro e al centrodestra. È la proposta che il segretario regionale Assunta Tartaglione porterà alla riunione della Direzione del partito fissata per lunedì prossimo. La data del 14 dicembre piace al numero due nazionale del Pd, Lorenzo Guerini, che ne ha parlato a lungo al telefono con la Tartaglione e assicurando la sua presenza lunedì prossimo. Alla riunione ci saranno anche le due donne campane, entrambe elette alla Camera lo scorso anno, che da un mese fanno parte della Direzione nazionale del Pd, l'irpina Valentina Paris (responsabile nazionale per gli enti locali) e la cilentana Sabrina Capozzolo. «La riunione di lunedì — spiega il segretario Tartaglione — servirà a fissare la data delle primarie e il relativo regolamento. Ci riuniremo nel pomeriggio in un albergo del centro». Si sblocca il nodo primarie mentre sul tavolo restano le candidature del sindaco di Salerno Vincenzo De Luca, sconfitto nel 2010 da Caldoro, e dell'eurodeputato Andrea Cozzolino, uno dei protagonisti delle primarie fallite a Napoli, 4 anni fa. Finora nessun segnale di rinnovamento anche se da Roma è più volte trapelato l'invito a cercare almeno un terzo candidato, un uomo o una donna che rappresentino un rinnovamento. E in area renziana i nomi non mancherebbero, a cominciare dall'eurodeputato Pina Picierno.


venerdì 24 ottobre 2014

SS. Trinità, parco giochi chiuso. Rigettata la proroga alla Fondazione Fast

Preoccupazione sul futuro dell’Ente pubblico 

Vico Equense - Il 30 settembre è cessata la concessione d’uso, alla Fondazione Fast, per l’utilizzo dell’orto della Santissima Trinità e Paradiso. Lo scorso luglio, il giardino dell’Ente seicentesco, rimasto abbandonato per diversi anni, fu curato e attrezzato con giostre, panchine e arredi vari allo scopo di offrire alla cittadinanza uno spazio ricreativo. Tutti gli interventi furono fatti grazie all’aiuto dei cittadini, parte attiva nel ripristino dell’area. Ognuno ha fatto la sua parte, chi con piccole donazioni, chi offrendo gratis manodopera. Allo scadere della convenzione, il giardino ha chiuso i battenti e la Fondazione, supportata da una petizione, ne ha chiesto la proroga. Il Cda dell’Ente Santissima Trinità ha deciso, nei giorni scorsi, di rigettare la prosecuzione della convenzione. L’idea, è quella di una nuova concessione da sottoscrive con il Comune di Vico Equense, che prenderebbe in gestione l’area verde, in cambio di un sistema di sicurezza. La delibera, al momento, non ha avuto ancora seguito. Nelle more restano intatti tutti i problemi di SS. Trinità. Da un lato le mamme, che nei prossimi giorni metteranno in atto delle iniziative per reclamare che l’area ludica torni a essere fruibile. Dall’altro, c’è forte preoccupazione sul futuro del complesso seicentesco. I cittadini, infatti, da anni lottano per acquisire il complesso monumentale al patrimonio indisponibile comunale per destinarlo all’uso pubblico e per impedire che finisca in mano ai privati, sotto qualsiasi veste, come già accaduto per il castello Giusso. Nel giugno dello scorso anno 22 parlamentari appartenenti a quasi tutti i gruppi hanno presentato due distinti disegni di legge (primi firmatari gli Onorevoli Luisa Bossa e Salvatore Piccolo) per l’estinzione dell’ente SS. Trinità e Paradiso e il trasferimento a titolo gratuito di tutti i beni mobili ed immobili al patrimonio indisponibile del Comune di Vico Equense.
 

Sorrento. Cuomo punta alla rielezione. Sagristani e Cinque sostengono la sua ricandidatura

Piergiorgio Sagristani, Giuseppe Cuomo e Gennaro Cinque
Fonte: Salvatore Dare da Metropolis

Sorrento - La campagna elettorale è cominciata già da un pezzo nonostante il sindaco Giuseppe Cuomo continui a badare a se stesso, adottando un profilo differente dagli altri avversari. Non risponde agli attacchi pesanti dell’opposizione né replica alle bordate targate Marco Fiorentino, l’ex primo cittadino di Sorrento che ha annunciato la sua volontà di tornare in campo. Eppure, qualcosa si muove. Almeno nell’ombra. La svolta è dietro l’angolo perché la maggioranza consiliare al completo potrebbe annunciare a stretto giro la conferma del supporto a Cuomo per le comunali della prossima primavera. Ma i veri rinforzi, il primo cittadino li ha già in caldo. Sia chiaro, si tratta di “gente” che non può candidarsi al suo fianco in qualche civica di centrodestra ma che comunque è in grado di garantire dall’esterno alleanze, candidati e supporti decisivi nella bagarre del voto. Sono Piergiorgio Sagristani e Gennaro Cinque, sindaci di Sant’Agnello e Vico Equense che per le amministrative 2015 “votano” per il Cuomo bis. E vanno avanti rappresentando i primi sponsor di spessore. Ufficialmente, a quanto pare, potrebbero uscire allo scoperto soltanto tra qualche settimana ma dietro le quinte le manovre procedono a gonfie vele. Sagristani, non ne ha mai fatto mistero, può vantare una lunga amicizia con il sindaco di Sorrento. Iniziative condivise e stessa “vision” sul territorio sono elementi oramai alla base di un rapporto che continua a viaggiare in alto verso la consultazione amministrativa che vedrà la città del Tasso “duellare”.
 

Illegalità diffusa, controlli dei carabinieri

Penisola sorrentina - Proseguono senza sosta i controlli dei carabinieri della compagnia di Sorrento. Un 30enne di Gragnano è stato denunciato per guida in stato di ebbrezza dopo essere stato sorpreso alla guida della sua Citroen con un tasso alcolemico - rilevato con etilometro - da 2 a 3 volte al massimo consentito. Durante il servizio sono state identificate 93 persone, controllati 78 veicoli e contestate 11 violazioni al codice della strada.

PD, funivia del Faito: Sommese e Vetrella fanno il gioco dei carri armati di Mussolini

La Regione Campania ,annuncia, con grande enfasi lo stanziamento di 2 milioni di euro per l’adeguamento antisismico delle stazioni della Funivia del Faito. E’ utile ricordare che queste risorse sono stanziate e destinate a tale scopo, da oltre un anno, sulla base dell’accordo sottoscritto con il Governo nazionale e stanziati perché EAV ha pronti i progetti dei lavori. Sembra il gioco dei carri armati di Mussolini. La Regione, con in particolare l’Assessore Vetrella, ha cercato in tutti i modi, di non utilizzare questo stanziamento coltivando il disegno, portato avanti da diverse forze, di sostituire la funivia con nuove e fantasiose strade che aprono la via a speculazioni sul territorio. Il PD, nel corso di questi mesi, con il contributo di amministratori, associazioni, circoli e il costante impegno dl vice-capogruppo regionale Antonio Marciano ha condotto una campagna politica, istituzionale e di mobilitazione per sollevare il tema della riapertura della funivia e del recupero e della salvaguardia del Faito. Senza questa battaglia il disegno di dismissione della struttura sarebbe passato. Ma gli impegni assunti da Caldoro nell’incontro con la delegazione delle associazioni e del PD a fine luglio erano diversi. Si trattava si di sbloccare i lavori di adeguamento antisismico, ma parallelamente di concordare con il ministero dei trasporti un percorso per effettuare i collaudi e gli interventi necessari per l’esercizio estivo e verificare il reperimento dei fondi e delle misure necessarie per assicurare un esercizio nel periodo estivo del 2015. La sensazione che abbiamo è quella di un annuncio estemporaneo basato sui fondi stanziati da tempo e no sostanziato da una reale volontà politica e amministrativa. Comunque continueremo la nostra mobilitazione e incalzeremo, in ogni sede, la Regione Campania.

Gemellaggio tra il Liceo Salvemini e Liceo Regiomontanus di Haßfurt in Baviera

Sorrento - Non c’è nulla di più magico che guardare il mare con gli occhi di ragazzi che non lo hanno mai visto o lo hanno visto pochissime volte in vita loro. Le ville di Pompei e i segreti del Museo Archeologico di Napoli sembrano rivelarsi per la prima volta anche a chi ha avuto modo di visitarli più volte, se riflessi nelle espressioni sorprese di chi li aveva conosciuti solo attraverso i libri di storia. Sono tutte emozioni che ci hanno donato gli studenti del Liceo Regiomontanus di Haßfurt in Baviera, in visita a Sorrento nel corso di questa settimana, ospiti del Liceo Salvemini di Sorrento per uno scambio interculturale finalizzato all’approfondimento reciproco delle rispettive lingue e culture. Le referenti del progetto, le professoresse Maria Luisa Cafiero, Giuseppina Gargiulo e Filomena Buonopane, insieme ai ragazzi delle classi II LB e II LC hanno accolto il gruppo dei 26 liceali bavaresi, accompagnati dai professori Hildegard Weiss e René Frank, e li hanno guidati alla scoperta di alcune delle meraviglie naturali ed artistiche delle nostre zone. In particolare sono state effettuate visite guidate ai siti archeologici di Pompei ed Ercolano, al Museo Archeologico di Napoli, alla Solfatara di Pozzuoli e al Museo Correale di Sorrento. Inoltre i nostri ragazzi accompagnati dai propri genitori, hanno trascorso la domenica insieme ai coetanei tedeschi nella splendida isola di Capri. Nel mese di aprile, invece, teatro di questo interscambio sarà la Baviera, quando gli studenti e docenti di Sorrento, saranno ospiti del Liceo di Haßfurt alla scoperta dei loro tesori e delle loro tradizioni. «Queste esperienze - spiega la dirigente del Liceo Salvemini, Patrizia Fiorentino - arricchiscono non solo il bagaglio culturale dei ragazzi coinvolti, ma sono fondamentali per il superamento di barriere e pregiudizi che a volte si annidano anche tra le nuove generazioni. Non solo esperienze culturali, quindi, ma vere e proprie esperienze di vita».

la vera storia di Aldo Semerari il «limonov» italiano: Quando il male è più affascinante del bene

Portici - Sarà presentato alla Biblioteca di Villa Savonarola a Portici, in provincia di Napoli, il libro di Corrado De Rosa “La mente nera”. L’iniziativa, che si svolgerà martedì 28 ottobre alle 18, rientra nella rassegna letteraria “Ti presento un libro”, patrocinata dal Comune di Portici e organizzata dall’assessorato alla Cultura guidato da Raffaele Cuorvo. La presentazione del volume “La mente nera” è organizzata dalla LSCOMMUNICATION S.r.l. e dalla Pro Loco Portici in collaborazione con l’assessorato alla Cultura. Oltre all’autore, alla iniziativa interverranno l’assessore Cuorvo, Nicola Marrone, magistrato e sindaco di Portici, e Giuseppe Camarano, neuropsichiatra. Il dibattito sarà moderato da Luigi Snichelotto, presidente Pro Loco Portici. L’autore. Corrado De Rosa, psichiatra salernitano e scrittore, ha scritto “I medici della camorra” e, per Sperling&Kupfer, “Mafia da legare”. La trama. Aldo Semerari è un mistero. Psichiatra di fama, eccellente criminologo (il più famoso dai tempi di Lombroso), ha attraversato vent’anni di storia italiana e di misteri, sempre tenendosi pericolosamente in bilico nel mondo criminale. Perito di fiducia del Tribunale di Roma, ma anche «consulente» di mafiosi e camorristi. Carismatico e introdotto nella buona società, ma anche amico di terroristi e stragisti. Coinvolto in numerose indagini, da Bologna a Ustica, dall’omicidio Amato alla P2, sempre assolto. Fino alla macabra e misteriosa fine: la morte per decapitazione. Un «cattivo maestro» che solo uno psichiatra-scrittore come Corrado De Rosa poteva raccontare. - È di grande attualità il tema della trattativa Stato-Mafia. Il sequestro Cirillo, raccontato in questo libro, è forse la prima “trattativa”. Semerari è uomo di fiducia dei tribunali ma anche dei mafiosi. È criminologo e criminale. Sempre indagato e sempre assolto. La sua morte è l’eliminazione di un personaggio che “troppo sapeva”: un topos della storia italiana, nel caso di Semerari mai sufficientemente approfondito.

Bollette dell’acqua, Vico Equense votò per il rincaro

Vico Equense - È rivolta contro le bollette della Gori, la società che gestisce il servizio idrico integrato all’interno dell’Ato 3 che abbraccia i comuni dell’area vesuviana, della Penisola sorrentina e dell’Agro Nocerino sarnese. La goccia, è proprio il caso di dirlo, che ha fatto traboccare il vaso è stata l’avvio dei recuperi tariffari degli anni 2006-2011 da parte della Gori. Lascia certamente perplessi la motivazione pubblicata sullo stesso sito ufficiale della società. “Si sono accumulati – si legge - nel corso del tempo a causa dell’inadeguatezza delle tariffe deliberate in passato dall’Assemblea dell’Ente d’Ambito Sarnese Vesuviano. In pratica, le tariffe deliberate dall’Ente d’Ambito e applicate da GORI in quegli anni non assicuravano la copertura dei costi di gestione, con la conseguenza che l’azienda ha maturato una significativa esposizione creditoria. L’importo dei recuperi è stato deliberato dall’Ente d’Ambito già nell’ottobre 2012. Quindi, ai sensi dell’articolo 31 della Delibera n.643/2013/R/IDR dell’Autorità per l’Energia Elettrica il Gas ed il Sistema Idrico, il Commissario Straordinario dell’Ente d’Ambito lo scorso giugno ha quantificato l'importo delle partite pregresse relative al periodo precedente l’anno 2012, stabilendone il recupero in 4 quote annuali. Più precisamente, il 50% dell’importo complessivo sarà fatturato in un’unica soluzione ed addebitato in questi giorni, mentre il restante 50% sarà suddiviso negli anni 2015, 2016, 2017” Il 27 ottobre 2012, all’hotel Holiday Inn di Napoli c’è un’ assemblea tra i vertici dell’Ato 3 e i 76 Comuni dell’ambito. La Città di Vico Equense, si legge nella delibera pubblicata sul sito dell’Ato3, è rappresentata da Antonio Di Martino, delegato dal Sindaco.
 

Presentazione del Programma di Mentoring di GENOVATE@UNINA

Un progetto pilota per le donne nella ricerca dell'Università degli Studi di Napoli Federico II. Lunedì 27 Ottobre 2014 ore 15 - 16.30 Aula Scipione Bobbio Scuola Politecnica e delle Scienze di Base Piazzale Tecchio

Napoli - L'Ateneo Federico II da' il via al primo Programma di mentoring dell'Università degli Studi di Napoli Federico II per lo sviluppo della leadership femminile nella ricerca. I programmi di mentoring sono ampiamente utilizzati per lo sviluppo della leadership femminile negli istituti di alta formazione e nelle realtà aziendali, dove la costruzione di relazioni tra ricercatrici senior e ricercatrici junior fornisce alle più giovani un supporto per affrontare le sfide della carriera accademica, in particolare quelle legate al percorso delle donne. Sviluppato nell'ambito del progetto europeo GENOVATE, un progetto europeo finanziato nell’ambito del Settimo Programma Quadro che mira ad attuare in ognuna delle università partner, tra cui l'Università di Napoli Federico II, un Piano di azioni per l’uguaglianza di genere (Gender Equality Action Plan - GEAP), il programma di mentoring di GENOVATE@UNINA vuole fornire uno strumento per identificare gli obiettivi delle carriere delle ricercatrici attraverso una riflessione critica sui loro percorsi accademici. I dati sulla presenza delle donne nelle università e nei centri di ricerca mostrano infatti il persistere di una forte disuguaglianza di genere: a dispetto dell’alta percentuale di studentesse che intraprendono corsi universitari solo poche donne proseguono la carriera scientifica, pochissime occupano posizioni apicali nell’accademia.
 

Antenne, non se ne parla più…

Vico Equense - Non si parla più di elettrosmog o di problemi per la salute dei cittadini. Piano piano l'argomento è svanito nel nulla… I componenti della commissione tecnica sono stati nominati da circa un anno ma nessuna riunione è stata ancora fatta. Si tratta del team di esperti che dovrà occuparsi della delicata questione del posizionamento delle antenne di telefonia mobile sul territorio. In Movimento per Vico a marzo di quest’anno, ha presentato un’interrogazione con l’obiettivo di sollecitare la convocazione del tavolo di esperti sulla materia. Non vi è ancora una mappa completa dei siti pubblici e privati su cui insistono le antenne di telefonia mobile e non si conoscono quali impianti al momento risultano effettivamente attivi. L’argomento antenne ha sempre generato grande attenzione e interesse tra i cittadini. Il posizionamento di nuovi impianti sul territorio, in particolare quelli sulla casa comunale e nei pressi del campo sportivo di Massaquano, qualche anno fa aveva generato un vero braccio di ferro tra residenti e amministratori, conclusosi con la scelta di costituire una commissione di tecnici con il compito di elaborare un piano di verifica e di ottimizzazione dei campi elettromagnetici sul territorio comunale. In autunno 2013 sono stati annunciati i nomi dei componenti della squadra: Ester Di Palma, medico specialista in oncologia, Luigi Verolino e Luciano Di Fraia, professori ordinari presso la facoltà di ingegneria dell’università Federico II. Tra gli obiettivi del team, quello di verificare il campo elettromagnetico di fondo sui cinque siti precedentemente individuati per l’installazione delle stazioni radio base di telefonia mobile, controllare il piano delle antenne nell’ottica di un buon equilibrio tra la presenza dei cittadini, elaborare eventualmente una proposta migliorativa o alternativa, anche attraverso l’individuazione di siti diversi. Nel corso dell’ultimo consiglio comunale, l’assessore Antonio Di Martino ha dichiarato che la commissione non si è riunita ancora, dal momento che non tutti gli incaricati hanno accettato la delega. La domanda nasce spontanea: Non si poteva fare qualcosa in più per risolvere il problema? Evidentemente non interessa realmente all’Amministrazione comunale, diversamente da quello che si proclama... Naturalmente il problema dell’elettromagnetismo resta, così come restano inevase le delibere approvate…

Monte Faito, Sommese conferma l'impegno della Regione per lo sviluppo turistico dell'area

Ieri incontro tra l'assessore regionale al turismo e gli operatori turistici della zona 

Castellammare di Stabia - Su iniziativa dell'Associazione Verde Pro Natura di Castellammare di Stabia, sempre in prima fila nelle problematiche ambientali che assillano il nostro territorio e degli operatori turistici operanti sul Monte Faito, si è tenuto il giorno 23 ottobre all'Hotel Sant'Angelo a Faito un incontro con l'Assessore Regionale al Turismo Pasquale Sommese. Complice una meravigliosa giornata di sole, l'Assessore Sommese è rimasto affascinato nell'ammirare questo luogo ricco di bellezze naturali e paesaggistiche. Nel corso dell'incontro, l'assessore ha ribadito l'impegno per un territorio da troppo tempo abbandonato a se stesso ed ha assicurato ai presenti il sostegno fattivo del suo assessorato e della Regione Campania. A supporto di quanto in precedenza affermato ha confermato l'approvazione della delibera regionale per un importo pari ad euro 2.000.000 avente ad oggetto l' adeguamento sismico e messa a sistema della funivia del Faito. A conferma dell'interesse crescente che ruota intorno alle problematiche del Faito, sono intervenuti all'amichevole ed informaleincontro, numerosi operatori turistici del territorio ed amministratori locali, fra cui: il Consigliere Provinciale Paolo Avitabile di Agerola, il Presidente dell'Ente Parco dei Monti Lattari Giuseppe Guida, il consigliere comunale di Castellammare di Stabia Eutalia Esposito, l'Assessore Di Martino del Comune di Vico Equense, Don Catello Malafronte, Rettore della Chiesa di San Michele, il Presidente dell'Associazione Verde Pro Natura di Castellammare di Stabia Carmine Sinfarosa ed il Funzionario Coordinatore dell'Azienda di Cura, Soggiorno e Turismo di Castellammare di Stabia che ha accompagnato l'Assessore di riferimento Pasquale Sommese nella visita al monte.

giovedì 23 ottobre 2014

Maxi bollette idriche Gori, interrogazione al Ministro dello Sviluppo economico

Bossa (Pd): “Dubbi su legittimità delle fatture e costi della società, il Governo intervenga” 

Interrogazione al Ministro dello Sviluppo economico sul caso delle maxibollette idriche Gori, che stanno arrivando nelle case degli abitanti di 76 comuni delle province di Napoli e Salerno. L’ha presentata alla Camera, la deputata del Pd Luisa Bossa, ex sindaco di Ercolano. Le fatture per centinaia di euro si sommano a quelle del consumo ordinario e riguardano recuperi tariffari per gli anni 2006/2011. Sulla loro regolarità si nutrono molti dubbi, mentre si moltiplicano le iniziative di protesta di sindaci e comitati di cittadini. “Nelle fatture inviate – scrive la deputata Bossa nella sua interrogazione - si rileverebbero alcune difformità: nelle bollette i conguagli non sono in alcun modo dettagliati in relazione alle unità di consumo e non è esplicitato - pur essendo previsto come obbligatorio - il periodo di riferimento del conguaglio“. “Al di là del dato formale – aggiunge la parlamentare – va sottolineato che questa vera e propria pioggia di bollette, sommate alle fatture per il corrente, ha colto di sorpresa migliaia di famiglie, stringendole in una condizione di grave disagio, anche alla luce della crisi economica e occupazionale che attraversa il Paese e il Sud in particolare. Il tutto per recuperare partite del passato al fine di caricare sull’utenza i costi della società Gori. A questo punto si rende necessaria anche una verifica ampia sul quadro delle spese della Gori spa. Sarebbe opportuna, contestualmente ad un approfondimento sulla regolarità delle bollette, anche una indagine conoscitiva sulla gestione della società in questi anni, soprattutto sul fronte del personale, della dispersione idrica sulla rete, della capacità di gestione delle risorse. Per tutto ciò chiedo al Governo di intervenire e di esercitare i suoi poteri”.

Parte da Sorrento il giro del mondo in barca a vela

Sabato alle ore 10 dal porto di Marina Piccola 

Sorrento - Sabato alle ore 10, da Villa Silvana, "buon vento” ad Ann Park e Umberto Marzotto che hanno deciso di girare il mondo con la loro barca a vela Sorrento per la sua secolare tradizione cantieristica e marinara è il luogo ideale per dare inizio alla bella avventura di Ann e Umberto, che nei prossimi giorni prenderanno il largo a bordo di Elpis, un Koopmans 57 appositamente allestito per solcare i mari d’oltreoceano. Umberto Marzotto, figlio di Pietro, è un cantautore che è cresciuto musicalmente con un maestro come De Andrè e ha registrato diversi dischi nel Regno Unito e negli USA, completando tre anni fa la realizzazione di Native American, un album diventato un film che è stato presentato alla Mostra del Cinema di Venezia, scritto con Scott Donaldson e suonato in Arizona con molti fratelli Nativi ed un pò di Blues Brothers. Umberto è anche appassionato “marinaio” o meglio “bacan” (così chiamavano il capitano degli antichi velieri): nel ‘95 era già partito su Magic, uno S&S 55 in alluminio, per tornare in Sardegna solo nel 2000 dopo aver navigato in solitario per il mondo. Questa volta a seguirlo è anche Ann che dopo i lavori americani – prodotti da Ann stessa – ha deciso con lui di cambiare vita, comprando questo splendido cutter a cui hanno dato il nome di “Elpis”, che nella mitologia greca è la personificazione della “speranza”, l’ultima sorpresa del vaso di Pandora. L’hanno poi affidata al cantiere-laboratorio Peninsula Navis che ha eseguito tutti i lavori necessari per permettere all’imbarcazione di affrontare il lungo viaggio con equipaggio ridotto. Ann e Umberto hanno scelto Peninsula Navis perché è tra i pochi laboratori italiani titolati al refitting e vanta tra i lavori più prestigiosi il recupero di veri gioielli della scuola cantieristica nazionale, quali il Pianosa, l’Italia, il Corsaro e il Chaplin della Marina Militare, e La Spina, quest'ultima vincitrice del premio “Miglior restauro per barca d’epoca” nel 2008. Ad augurare il “buon vento” ci sarà anche il Presidente della Lega Navale Italiana - Sezione di Sorrento, Guido Gargiulo

Avvocati, arriva il centro di formazione: Domani il «battesimo»

Tribunale di Torre Annunziata
Torre Annunziata - Pronti i nuovi locali destinati dall’Ordine degli Avvocati di Torre Annunziata, per l’alta formazione: domani il vernissage Mettere a disposizione degli avvocati un «centro fisico» all’avanguardia, per curarne, in maniera costante e puntuale, la formazione professionale. E’ il senso dell’iniziativa fortemente voluta dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati del foro di Torre Annunziata (il cui territorio competente comprende l’area sorrentina e i centri stabiesi e torresi) che domani, 24 ottobre 2014, tiene a «battesimo» la nuova struttura dedicata alla «formazione» dei suoi iscritti nei locali di viale Europa 80, a Torre del Greco. «Siamo decisamente fieri di poter mettere a disposizione tali locali per la formazione obbligatoria degli avvocati – sottolinea il presidente dell’Ordine di Torre Annunziata, Gennaro Torrese -. E’ una struttura di trecento metri quadrati che ci proietta tra gli Ordini nazionali all’avanguardia, e che ci consente di ottemperare a due principi fondamentali: la formazione gratuita per gli iscritti e il taglio ai costi per il noleggio di sale e strutture private, finora indispensabili per lo svolgimento dei corsi di formazione» L’apertura ufficiale, prevista per domani alle 17, sarà curata dai vertici giudiziari locali, guidati proprio dall’avvocato Gennaro Torrese, dal Dott. Oscar Bobbio, presidente Tribunale di Torre Annunziata, dall’Avv. Maurizo De Tilla, presidente Associazione Nazionale Avvocati Italiani (Anai).
 

Meta. L’amministrazione approva la variante al Piano regolatore generale per realizzare un centro polifunzionale

Giuseppe Tito
Meta - Una variante al Piano regolatore generale per realizzare un centro polifunzionale. E’ la decisione dell’amministrazione guidata dal sindaco Giuseppe Tito che ha deciso di “rivedere” lo strumento redatto nel lontano 1995. A detta della giunta municipale, c’è la possibilità di realizzare delle nuove strutture perché, stando al Prg, a Meta ci sono ancora 12mila metri quadrati “liberi” che possono essere sfruttati al meglio per costruire ulteriori attrezzature pubbliche a partire proprio da una struttura polivalente nelle vicinanze della casa di riposo. L’esecutivo ha anche approvato un atto di indirizzo in cui viene messa nel mirino l’area compresa tra via Ruggiero e via Cristoforo Colombo. Da qui la scelta della giunta: il Prg prevede la possibilità di riqualificare la zona ma s’hanno da fare delle modifiche. Tito e gli assessori, in tal senso, hanno lanciato la proposta di rinnovare l’area che si trova nelle immediate vicinanze della casa di riposo e della scuola elementare capoluogo. Una necessità che è cresciuta con il passare del tempo e che spingerà Tito e la sua maggioranza a stanziare 5mila euro per uno studio di variante per l’area in questione. I fondi sono stati necessari in considerazione della mancanza di personale impiegato a cui far redigere l’apposita variante. Cinquemila euro da affidare ad un professionista di qualità che dovrà studiare modi e tempi della variante accendendo i riflettori sul modus operandi con cui inserire la riqualificazione dell’area in oggetto nel documento urbanistico. Nel corso dell’ultima riunione di giunta c’è stato il via libera alla proposta a firma del sindaco per trovare spazi idonea alla realizzazione di opere ad interesse comune. Un impegno che presto dovrebbe consentire all’ente di dotarsi di un Prg rinnovato e che avrebbe in sé l’opportunità di intervenire su un’area con il chiaro intento di realizzare un’opera per tutta la cittadinanza. (Fonte: Josè Astarita da Metropolis)

Piano di Sorrento. I giudici di pace condannano l’ente locale, la giunta è costretta a liquidare le spese legali

Piano di Sorrento - I debiti fuori bilancio relativi a sentenze del giudice di pace colpiscono ancora. Se nella vicina Meta la cifra da stanziare è stata vicina ai diecimila euro, a Piano di Sorrento le cose vanno un pizzico meglio. Anche se le battaglie legali perse con centauri e automobilisti che hanno trascinato in tribunale l’ente per multe dovute alla sosta fuorilegge aumentano con il passare dei giorni. Solo nel corso degli ultimi giorni, il Comune ha dovuto dare il via libera al pagamento delle parcelle per sei avvocati delle parti lese che si sono viste dare ragione dai giudici. Nel corso dell’ultima giunta, la maggioranza guidata dal sindaco Giovanni Ruggiero ha riconosciuto debiti fuori bilancio derivanti dalle sentenze emesse dal giudice di pace. Le liquidazioni riguardano soltanto le parcelle. Le casse comunali hanno riaperto i battenti per una sola matrice: i ricorsi presentati dai trasgressori contro i verbali elevati dagli agenti di polizia municipale. La giunta non ha potuto far altro che assumere l’impegno di spesa contabile da pagare agli avvocati difensori dei cittadini che avevano presentato ricorso. Tutto fatto in tempi brevi anche per evitare la procedura di pignoramento presso la tesoreria comunale e l’aggravio di ulteriori spese. Ai sei avvocati che hanno presentato ricorso per i propri clienti andranno poco più di 1500 euro. Ovviamente c’è da tenere conto anche un altro fattore: il mancato introito. Perché oltre a perdere ogni singola causa, il Comune si è visto annullare le multe. (Fonte: Josè Astarita da Metropolis)

Sorrento. Assessore Coppola: Tassa per occupazione suolo pubblico, sgravi per commercianti che espongono prodotti locali

Sorrento - Sgravi sulla tassa per l’occupazione di suolo pubblico per i commercianti che espongono prodotti dell’artigianato locale. E’ la proposta ufficiale a firma di Massimo Coppola che l’ha annunciata anche sul social network Facebook. L’assessore al commercio, di recente entrato nella giunta municipale guidata dal sindaco Giuseppe Cuomo, intende fornire un elemento in più agli artigiani di Sorrento per rilanciare un settore da anni in crisi, che deve fare i conti con l’incredibile concorrenza del mercato asiatico capace di piazzare prodotti “replicati” a quelli dei maestri storici della città del Tasso a prezzi davvero difficili da fronteggiare. Il progetto dell’assessore Coppola, a breve, sbarcherà in consiglio comunale. Sarà l’assise cittadina ad analizzare la mozione dell’esponente del Nuovo Centro Destra di Sorrento ed eventualmente metterla in campo per i prossimi mesi. L’assessore, in ogni caso, è determinato ad andare fino in fondo e ottenere il via libera. «Ho formalizzato la proposta finalizzata alla valorizzazione dei prodotti dell’artigianato locale prevedendo una riduzione del 30% della tassa per l’occupazione del suolo pubblico per i commercianti che espongono tale tipologia di prodotti – spiega il componente dell’esecutivo di piazza Sant’Antonino -. E’ mia ferma intenzione assicurare ai nostri prodotti tipici la giusta tutela, incentivando i commercianti ad esporre e commercializzare prodotti made in Sorrento, piuttosto che articoli di importazione». La mozione per ridurre le tasse di occupazione di suolo pubblico a favore dei volti storici dell’artigianato locale ha comunque già ottenuto riscontri positivi da parte degli altri componenti dell’amministrazione municipale di Sorrento. Ma il verdetto definitivo spetta al consiglio comunale. (Fonte: Josè Astarita da Metropolis)

Pari opportunità in Giunta: Alle donne il 40% dei posti

Gennaro Cinque
Vico Equense - Almeno il 40 per cento dei posti nella Giunta comunale deve essere assegnato alle donne. È quanto emerge dalla nota trasmessa ai Sindaci (e per conoscenza ai Prefetti e al Presidente della Commissione Regionale per le Parti Opportunità) dal Difensore Civico Regionale, il generale Francesco Bianco. I Sindaci devono procedere all’immediata sostituzione e integrazione del sesso rappresentato in minoranza, altrimenti sarà il Difensore Civico ad agire con i poteri sostitutivi. La Giunta del Primo cittadino Gennaro Cinque, con una sola donna, pertanto, deve adempiere alle prescrizioni. Uno schiaffo per quei Sindaci irrispettosi nei confronti delle donne e di tutte le normative che tutelano la rappresentanza di genere e il rispetto delle pari opportunità.

Sabato con Sal De Riso alle Axidie

Sal De Riso
Vico Equense - Appuntamento per sabato 25 ottobre a Le Axidie con il maestro Sal De Riso. Il Re della pasticceria Italiana, per l'ultimo incontro del ciclo SweetlyAxidie 2014, dedicherà il corso alla realizzazione di torte autunnali con decori a tema anche natalizi. Si parlerà di castagne, della nuovissima torta Cinque Sensi e di altre specialità. La lezione si svolgerà dalle 10.30 alle 16.30 circa, con una pausa pranzo al Ristorante Punta Scutolo in compagnia di Sal De Riso. Inoltre i partecipanti saranno omaggiati da prodotti della Pavoni, leader nella produzione di accessori in silicone per l'arte bianca e la ristorazione.

Guasto alle fogne, infiltrazioni in casa: il Comune pagherà per il tubo rotto

Vico Equense - Il Comune dovrà provvedere a riparare un guasto alle fogne che comportava infiltrazioni e danni alla casa di un cittadino delle frazioni alte. Lo ha stabilito il Tribunale di Torre Annunziata che ha accolto il ricorso di un residente che aveva presentato un esposto contro l’amministrazione e Gori. Una piccola perdita. Una semplice infiltrazione che ha portato il cittadino a ricorrere al Tribunale per vedere rispettato il proprio diritto ad avere una casa con ambiente salubre e in condizioni decorose. Da una parte un semplice cittadino vicano, dall’altra il comune di Vico Equense e la Gori. Una sorta di “Davide contro Golia”, ma che come nell’episodio biblico ha avuto vincitore la parte più debole. Il giudice - dopo aver stralciato la posizione della Gori chiamata in causa per un’infiltrazione che si era propagata nelle vicinanze dell’abitazione del ricorrente - ha deciso di sanzionare l’ente locale. Il Comune dovrà provvedere a eliminare il guasto esistente e a sanare il danno che l’infiltrazione ha causato nell’abitazione. Si dovrà riparare una condotta da cui è scaturita la battaglia legale. Ovviamente il Comune dovrà ristorare anche le spese legali del ricorrente. La scelta di opporsi al ricorso ha fatto mettere in preventivo all’ente municipale di avere le carte in regola per uscire vincitore dal processo. Il giudice e l’esposizione dei fatti, invece, hanno fatto propendere la bilancia dalla parte del cittadino che vedrà la propria abitazione sanata. Non resta che pagare al comune di Vico Equense. All’avvocato che ha difeso l’ente andranno poco più di 1500 euro. una cifra che è stata ribassata del 20% sul totale dei 2mila richiesti, perché l’esito del ricorso è stato negativo. (Fonte: Josè Astarita da Metropolis)

Lo scrittore Arturo Pérez-Reverte ospite a Sorrento

Arturo Pèrez-Reverte
Appuntamento sabato 25 ottobre, alle ore 18, all’Hotel Excelsior Vittoria

Sorrento - Una storia d’amore sulle note del tango. Una partita a scacchi tra un uomo e una donna, giocata tra Buenos Aires, Nizza e infine in una una Sorrento del 1966. Dove i protagonisti si ritrovano, ancora una volta. E’ la trama de "Il tango della vecchia guardia”, un romanzo edito da Rizzoli, partorito dalla penna di Arturo Pérez-Reverte, uno dei più noti scrittori spagnoli. L'ex reporter di guerra, membro della Reale Accademia di Spagna e autore di numerosi bestseller, sarà ospite sabato 25 ottobre, alle ore 18 all’Excelsior Vittoria di Sorrento per presentare il suo libro, in parte ambientato proprio nello storico albergo. L’incontro con l’autore, promosso dal Comune di Sorrento in collaborazione con la Fondazione Mannajuolo, vedrà Perez-Reverte conversare con lo scrittore Angelo Cannavacciuolo sui luoghi del romanzo, ma anche sul significato della parola Sud, inteso non solo come confine geografico, ma come territorio interiore. L'evento si inserisce nell’ambito della rassegna Parole In Viaggio, che vede autori internazionali confrontarsi proprio con il Sud, reinterpretando la grande stagione letteraria del Grand Tour quando grandi scrittori, pittori, musicisti, attraversavano l'Italia, annoverando tra le mete del loro viaggio anche la Campania. “Dopo la prima esperienza negli scavi di Pompei - spiega Cannavaccuolo, promotore della rassegna - dove autori come Gore Vidal, Jay Parini, Ethan Canin e Jim Nisbet, si sono incontrati nel suggestivo scenario del Teatro Grande, richiamando autori come Goethe, Standal, Chateaubriand e Dumas, la seconda edizione ha già visto ospite a settembre Philippe Claudel, con un doppio appuntamento Ravello e Napoli, e vede ora protagonista, a Sorrento e ancora a Napoli, il grande scrittore Arturo Perez-Reverte”. Per il sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo, l’incontro rappresenta “un vero e proprio evento, che qualifica ulteriormente l’offerta culturale della nostra città”. “Sorrento - aggiunge Cuomo - celebrata nei secoli nelle pagine di tanti scrittori, trova nuovamente ospitalità in un successo editoriale come "Il tango della vecchia guardia” divenendo la cornice magistralmente ricostruita negli anni sessanta, entro la quale si muovono i protagonisti del romanzo”.

Ruba furgone e posate d’argento a Sant’Agnello, arrestato

Sant'Agnello - E’ stato sorpreso a bordo di un furgone rubato all’interno del quale è stata trovata una borsa da donna contenente un servizio di posate d’argento. Questa notte i carabinieri dell’aliquota radiomobile di Sorrento hanno arrestato a Sant’Agnello Salvatore Lo Rosso, 35 anni, residente a Pompei in via Ripuaria e già noto alle forze dell’ordine. L’uomo è stato sorpreso alla guida di un autofurgone rubato in nottata dal parcheggio privato di una pasticceria che sorge lungo via Gargiulo. Quando e’ stato bloccato, inoltre, si è scoperto che il 35enne non ha nemmeno mai conseguito la patente. Nel furgone i militari dell’Arma hanno rinvenuto una bicicletta da passeggio e una borsa da donna contenente un servizio di posate ed un altro servizio da tè d’argento composto da 15 pezzi, verosimilmente provento di altro furto consumato in precedenza, la cui vittima è ancora in corso d’individuazione. L’arrestato è in attesa di essere processato con rito direttissimo.

mercoledì 22 ottobre 2014

A Expo chef Cannavacciuolo testimonial Gorgonzola Dop


Da domani partirà una campagna pubblicitaria su tv e stampa

Sarà lo chef campano Antonino Cannavacciuolo il testimonial del gorgonzola Dop durante il periodo del'Expo 2015: partirà una campagna pubblicitaria televisiva, e da novembre anche sulla carta stampata, del Consorzio per la tutela di questo formaggio, di cui sarà protagonista. Cannavacciuolo, nato al sud ma che ha il suo ristorante nella provincia di Novara, ha raccontato alla conferenza stampa di presentazione della campagna, a Milano, che con la collaborazione con il consorzio ''si chiude un cerchio iniziato a Vico Equense quando avevo 7 anni, alla gelateria 'Gabriele' che aveva metà banco con i gelati e metà con i formaggi, tra cui il gorgonzola abbinato a tanti ingredienti''. La campagna pubblicitaria, firmata dall'agenzia Thomas Adv, avrà come claim 'Più lo conosci più ti piace', che ''riassume bontà e qualità nutrizionali del gorgonzola'', ha spiegato il presidente del consorzio Renato Invernizzi.
 

Vico Equense, tentato abuso: la Severino arrivò dopo due mesi

Luigi de Magistris e Gennaro Cinque 
Vico Equense - Evocato ieri dal consigliere Salvatore Pace durante la riunione dell’assemblea di via Verdi come il caso del sindaco condannato e non sospeso, il primo cittadino di Vico Equense Gennaro Cinque, la sospensione in effetti l’ha sfiorata di pochissimo. Gennaro Cinque è stato condannato a nove mesi per «tentato» abuso d’ufficio nell’ottobre del 2012, giusto un paio di mesi prima dell’approvazione e della successiva entrata in vigore della legge Severino, quella che ha imposto la sospensione di de Magistris. La vicenda risale al 2006 quando il Comune di Vico Equense ha emanato un provvedimento di acquisizione a patrimonio comunale di un immobile abusivo. Contro l’atto la proprietaria ha fatto ricorso al tribunale amministrativo regionale della Campania per ottenere l’immediata sospensione del provvedimento, ma l’esito è stato negativo. La proprietaria ha dunque fatto appello al Consiglio di Stato mentre l’amministrazione ha incaricato l’avvocato Benedetto Castellano, professionista esterno che ha spesso difeso l’ente in contenziosi amministrativi, di seguire legalmente la vicenda. Il Consiglio di Stato ha richiesto una relazione tecnica circa la preesistenza del fabbricato, che l’avvocato ha inoltrato all’ufficio urbanistica. A questo punto sono cominciati i problemi. A Benedetto Castellano sono, infatti, pervenute due relazioni da parte dell’ente: una a firma del geometra Gerardo Petraccone dell’ufficio lavori pubblici, secondo l’accusa più favorevole al privato, l’altra del geometra Vincenzo Guida dell’ufficio urbanistica. Il sindaco Gennaro Cinque, dunque, avrebbe Incaricato un tecnico non appartenente all’ufficio competente di redigere la relazione richiesta. Un tentato abuso d’ufficio, dunque, secondo i magistrati per il primo cittadino che, invece, avrebbe dovuto rivolgersi al dirigente dell’ufficio urbanistica il quale, ricevuta la comunicazione della richiesta del Consiglio di Stato, ha, a sua volta, incaricato il geometra Vincenzo Guida per fare la relazione. (Fonte: Ilenia De Rosa da Il Mattino)

Ristorante ‘O Saracino, ci si prepara alla demolizione

Vico Equense - Ancora pochi giorni e il locale sarà completamente vuoto, pronto per essere demolito. Il ristorante «’O Saracino» presto non ci sarà più. Stanno provvedendo all’autosgombero i proprietari della struttura, che hanno già portato via gran parte del materiale. Il noto ristorante sito nel borgo di marina d’Aequa è stato dichiarato abusivo da una sentenza del Consiglio di Stato del 2011. Doveva essere abbattuto mesi fa ma. Poi a fine giugno il Consiglio di Stato ha concesso una sospensione delle procedure demolitorie fino a settembre. Con la richiesta di autosgombero da parte dei titolari si è avuta la proroga fino a ottobre. Quella che riguarda «’O Saracino» è una complessa vicenda che va avanti da oltre 30 anni. Tre sentenze del tar hanno accertato che la concessione edilizia rilasciata dal Comune di Vico Equense ai titolari era illegittima e che il ristorante con l’annessa terrazza sorge su un’area demaniale. La famiglia Aiello in questi anni ha, però, investito molto nel territorio dando un valido contributo per l’economia e l’immagine del borgo. «Ringrazio tutti gli amici che sono stati con me a fare lo sgombero – scrive sulla sua bacheca Facebook Francesco Aiello, titolare della struttura - La vita è una ruota e io sono salito. Vi aspetto con affetto e stima». Grande la solidarietà dimostratagli in questo periodo da imprenditori, commercianti e cittadini di Vico Equense. «La famiglia Aiello avrà perso questa battaglia – scrive su Facebook Pietro Apuzzo, residente a Vico Equense - ma sicuramente ha vinto la guerra dell'onestà e della vita». (Fonte: Ilenia De Rosa da Il Mattino) 

Premiati Piovani e Manfredi, sabato il Gala del Premio Penisola Sorrentina

Premiazione di Nicola Piovani
Piano di Sorrento - Si concluderà sabato 25 ottobre la sessione winter della XIX edizione del Premio Penisola Sorrentina Arturo Esposito® patrocinato dal Comune di Piano di Sorrento, dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, dal Senato della Repubblica, dal Consiglio Nazionale dell’Ordine dei giornalisti, dalla Regione Campania e dall’Associazione Turistica Pro Loco Città Piano di Sorrento. Il Gala finale sarà preceduto dall’incontro con l’attore Giulio Scarpati presso la Libreria inMondadori di Piazza Cota alle ore 18.30. Il celebre protagonista della fiction Rai “Un medico in famiglia” incontrerà i fans per la firma delle copie del suo libro “Ti ricordi la Casa Rossa?”, un viaggio nei ricordi tra la madre affetta dal morbo di Alzheimer e il figlio che impara a riappropriarsi delle proprie radici nell’intento di salvarla dall’oblio della mente. Dalle 20.30 si aprirà invece il sipario del Teatro delle Rose sulla serata condotta dal Direttore artistico del Premio, Mario Esposito, affiancato dall’attrice e cantante Anna Capasso, durante la quale saranno consegnati i riconoscimenti a personalità dello spettacolo, della musica, del teatro, della comunicazione. Tra i premiati il Direttore de “Il Sole 24 Ore”, Roberto Napoletano, vincitore della sezione speciale “Premio Vincenzo Russo” per la “Narrativa”, sezione etico civile, per il suo ultimo saggio “Viaggio in Italia”. Nella stessa sezione speciale il premio “Cultura” va all’Accademia delle Belle Arti di Napoli. All’attore Lino Banfi sarà assegnato il premio “Dino Verde”, a 10 anni dalla morte del noto autore televisivo, così come all’autore Riccardo Cassini. Saliranno sul palco per ricevere il riconoscimento anche Walter Veltroni (“Cinema e cultura), l’attore Giulio Scarpati (“Letteratura e teatro”), il direttore del Tg2 Marcello Masi (“Telegiornale dell’anno”), la giornalista Mediaset Alessandra Viero (“Giornalismo”), il cantante Ron (“Musica”), il cantautore napoletano Enzo Gragnaniello (“Musica”), il Direttore Relazioni Esterne Msc Crociere Maurizio Salvi (“Comunicazione integrata”). Ma protagonisti della XIX edizione sono stati anche il Premio Oscar Nicola Piovani, lo scrittore Valerio Massimo Manfredi e il giornalista Armando Massarenti nella due giorni del 17 e 18 ottobre dedicati al binomio “memoria e mito”.
 

Trasporti, Marciano: Da Vetrella numeri al lotto

Regione Campania - “L’assessore Vetrella continua a dare i numeri al lotto, parlando del Tic, e cerca di mascherare l’unica realtà: da gennaio i cittadini campani che vorranno utilizzare i mezzi pubblici dovranno non solo fare i conti con lo stato di totale sfascio del servizio, ma anche pagare di più”. Così il vicecapogruppo regionale del Partito Democratico, Antonio Marciano, dopo l’incontro della Consulta regionale della mobilità. “I numeri di cui Vetrella dovrebbe dare spiegazioni sono quelli relativi innanzitutto al calo di passeggeri, alle 600mila persone lasciate a piedi: nel 2010, infatti, i mezzi pubblici campani trasportavano in media 1 milione e 500mila al giorno, mentre oggi sono solo 920mila. E poi, nello stesso periodo l’evasione dal biglietto è salita di ben 10 punti percentuali, dal 18% all’attuale 28%, e di conseguenza sono crollati gli introiti, dagli oltre 156 milioni di euro del 2010 ai 135,7 milioni incassati nel 2013, nonostante i vari aumenti di prezzo del biglietto che hanno colpito le tasche dei cittadini in questi quattro anni di amministrazione di centrodestra”, ricorda il consigliere. “Altro che aiuto alle famiglie, insomma, come invece annunciato trionfalmente dall’assessore: in questi anni, i costi per i cittadini sono aumentati, anche perché costretti all’utilizzo della propria automobile o al ricorso a servizi privati, spesso abusivi. Una situazione che rischia di peggiorare con gli aumenti del prossimo gennaio e con il caos che deriverà da questo sistema così macchinoso”, prosegue l’esponente democrat.
 

Trasporto disabili, i Consiglieri comunali scrivono al Sindaco

Vico Equense - I Consiglieri comunali, di maggioranza e opposizione, scrivono al Sindaco Gennaro Cinque e alla Giunta, contro la decisione della provincia, che ha azzerato il servizio di assistenza e di trasporto per i giovani disabili residenti. La mancata approvazione del bilancio della Provincia di Napoli e i problemi legati alla riorganizzazione delle competenze dell’ente di piazza Matteotti hanno bloccato i fondi dedicati al trasporto scolastico per i giovani diversamente abili delle scuole superiori. Le famiglie che lottano quotidianamente con la disabilità dei propri figli adolescenti, circa venti sul territorio vicano, stanno protestando da qualche tempo. Al fine di garantire a questi ragazzi l’esercizio del diritto allo studio e sostenere le loro famiglie, i Consiglieri comunali di Vico Equense, senza distinzione di colore politico, hanno proposto l’attivazione, dell’assistenza specialistica e del trasporto scolastico, con fondi comunali la cui restituzione sarà chiesta, poi, alla Città Metropolitana. Ciò in virtù sia del consenso ottenuto dal Coordinamento Istituzionale dell’ambito NA33 riguardo alla possibilità di gestione, a livello comunale, di questi servizi. La maggior parte dei giovani vicani con disabilità avrebbe necessità di recarsi quotidianamente all’istituto alberghiero «De Gennaro», quindi restando nell’ambito cittadino, ma non mancano studenti che dovrebbero muoversi verso la penisola, raggiungendo il liceo classico «Publio Virgilio Marone» di Meta o il liceo artistico «Francesco Grandi» di Sorrento. “Il diritto allo studio – scrivono i Consiglieri comunali – è un diritto fondamentale, costituzionalmente garantito, e come tale non può essere soppresso, per problemi di bilancio.”