martedì 1 settembre 2015

Binocoli sul belvedere

Iniziativa di una società privata a villa Fondi e Ripa di Cassano

Piano di Sorrento - Torneranno i binocoli a Piano. L'iniziativa nasce dalla volontà di una società privata di dotare la cittadina costiera delle due strutture nella località panoramica di via Ripa di Cassano. I binocoli c'erano sempre stati alla "Ripa" e a Villa Fondi, poi, l'usura, i tempi che cambiano e improvvisamente il sostegno ed il binocolo sono scomparsi. Una scomparsa che per i prossimi cinque anni lascerà il posto alla presenza della pedana, dei binocolo e di quella fessura nella quale infilare il classico soldino per un minuto di pura fantasia. La calca dei bimbi a vedere lontano ed immaginare di essere ad un passo dal Vesuvio, però, ritorneranno. La Puma Home System ha presentato un'iniziativa per ottenere l'occupazione di suolo pubblico per installare due postazioni ex novo. Una proposta che è sbarcata in giunta e che ha trovato il pollice alto da parte degli uomini di fiducia. Sarà il funzionario responsabile a dover espletare tutte le pratiche necessarie per trovare l'esatta individuazione del sito di installazione dei binocoli, la quantificazione del canone di occupazione suolo ed il rilascio dell'atto di concessione di durata quinquennale. A breve in Villa Fondi e al belvedere della "Ripa di Cassano" i bambini oltre a girare in bici avranno una nuova attrattiva con la quale trascorrere i pomeriggi liberi. (Fonte: J.A. da Metropolis) 

Grande successo per le "Notti d'artista tra la terra e il mare" a Sant'Agnello

Manuela Zero e Michele Placido
Sant'Agnello - Grande successo a Sant'Agnello per la prima edizione di “Notti d artista tra la terra e il mare”, terminata domenica 30 agosto con Manuela Zero e l'ospite d'eccezione Michele Placido. Si è iniziato venerdì 28 agosto con circa 300 persone partecipanti all'escursione in mare che, costeggiando la penisola, hanno fatto sosta sull'isola di Capri, apprezzando da vicino le bellezze paesaggistiche del territorio. Sabato poi grande affluenza per il concerto dei “Why & not” che hanno presentato, in un crescendo di emozioni, il loro nuovo disco “Una storia bellissima” sulla terrazza del Rione Cappuccini intrattenendo con due ore di musica i presenti. Un viaggio tra vicende quotidiane di gente straordinaria, spaccati di vita quotidiana dal ritmo incalzante interpretati dal duo, composto da Marcello Santoro e Valentino Prato, con l'energia contagiosa che li caratterizza e che ha saputo coinvolgere immediatamente il numerosissimo pubblico. A colorare ulteriormente la serata, le ballerine della scuola di danza santanellese “Anime Danzanti” che ha coreografato appositamente il brano del gruppo intitolato “La straniera”. Grande spettacolo poi domenica 30 agosto con Manuela Zero, finalista al programma RAI di Raffaella Carrà e tra le protagoniste dell’ultimo film di Pieraccioni da dicembre al cinema, e il grande maestro Michele Placido che hanno omaggiato la terra partenopea entusiasmando un migliaio di persone, tra turisti e cittadini, accorsi per assistere all'evento gratuito.
 

Napoli Pizza Village 2015

Al via l’evento internazionale made in Naples più gustoso dell' anno! 

Napoli - Poche ore al via della nuova edizione del Napoli Pizza Village, l'evento clou dell'estate napoletana. Tutto ormai è pronto, gli allestimenti terminati, i forni accesi, i pizzaiuoli si stanno preparando, tra poche ore Napoli si trasformerà nella più grande pizzeria del mondo con 1300 metri di via Caracciolo illuminati a festa. 50 tra le migliori pizzerie della città, l quattordicesimo campionato del mondo del pizzaiuolo - Trofeo Caputo, un'area family dedicata a bambini e adulti con la "Scuola di pizza di Casa Rossopomodoro" e un palco con concerti, musica, cabaret e intrattenimento. Lidia Bastianich, la famosa chef italo-americana, domani alle 18.30 taglierà il nastro della Scuola di Pizza di Rossopomodoro, ospite di Franco Manna che l’ha fortemente voluta al Napoli Pizza Village, dove non era mai stata. Ma non solo: parteciperà alla prima lezione di pizza di Rossopomodoro, che si terrà dopo l’inaugurazione, sempre domani dalle 18.30 alle 20, nell’area family del Village, insieme ai Maestri pizzaioli Sorrentino, De Angelis, Civitiello e Cervone. Un vero mostro sacro dell’alta cucina, dunque, farà da testimonial alla Scuola di Pizza di Rossopomodoro (18 lezioni sul Lungomare Caracciolo, la sera dal domani al 6 settembre). Appuntamento quindi sul lungomare Caracciolo da oggi a domenica 6 settembre! Per maggiori info www.pizzavillage.it La festa però non finisce qui, a seguire pochi giorni dopo da venerdì 11 a domenica 13 settembre 2015 il lungomare di via Caracciolo di Napoli ospiterà una manifestazione inconsueta per Napoli: il “Bufala Fest” una tre giorni interamente dedicata alla Bufala ed ai suoi prodotti.

L'Architetto Giuseppe Guida: La Città è in ritardo sul piano urbanistico. Servono nuove regole altrimenti è il far west

Giuseppe Guida
Vico Equense - Architetto quali sono le sue preoccupazioni? L’ho già ripetuto diverse volte: siamo in ritardo sul Piano Urbanistico Comunale (quello che era il vecchio Piano Regolatore) e il territorio è ancora privo di strategie e va avanti con progetti puntuali e scollegati. Ma il Sindaco Migliaccio ha scommesso molto su questo Piano. Il Sindaco Migliaccio si è molto impegnato, ma la procedura seguita è eccessivamente lenta e non si è ancora inserita con precisione nel percorso previsto dalla Legge 16/2004 e dal Regolamento Regionale n. 5 del 4 agosto 2011. Contestualmente al PUC, è necessario redigere la VAS (Valutazione Ambientale Strategica) e la VI (Valutazione di Incidenza) perché il nostro territorio è interessato da Siti di Interesse Comunitario. Poi è necessario trasmettere i materiali ai Soggetti Competenti Ambientalmente (SCA), adottare in Giunta, attendere le Osservazioni e approvare definitivamente in Consiglio Comunale. E’ evidente che i tempi sono troppo stretti. Vabbè ma il Comune di Vico un Piano Regolatore comunque lo tiene. Sì, ma è datato e serve a ben poco, giusto per il rilascio di permessi a costruire o di qualche opera pubblica prevista quasi vent’anni fa e che oggi potrebbe essere addirittura dannosa. Questa situazione di stasi sta generando un corto circuito: le trasformazioni del territorio più evidenti sono delegate ad altri Uffici e non a quello Urbanistico.

Raduno nazionale dei Vespa Club a Piano di Sorrento

Piano di Sorrento - Una grande festa di colori e un'immensa distesa di piccole grandi storie collettive e personali: è stato questo il primo raduno nazionale “Terra delle Sirene” che domenica 30 agosto 2015 ha visto Vespa Club provenienti da tutto lo Stivale, e anche dalla Francia e dalla Germania, riunirsi in Piazza Cota, nella Città di Piano di Sorrento. «Con questa manifestazione celebriamo un po' anche l'Italia» è stato sottolineato durante lo start dal Sindaco Giovanni Ruggiero e dal Consigliere Giovanni Iaccarino presenti insieme sul palco per fare gli onori di casa ed accogliere i quasi 1000 partecipanti e relativi Vespa Club capitanati dal Presidente nazionale Roberto Leardi e dal Presidente del Vespa Club di Sorrento “Terra delle Sirene” Domenico Esposito. Pomigliano, Santa Maria di Castellabate, Mondragone, Paestum, Caserta, Cassino, Pozzuoli, Venafro, Aosta, Oria, Napoli, Artena, Acquaviva delle Fonti di Bari, Vesuvio Alfaterna, Aprilia, Chianciano Terme, San Severo di Foggia, Martina Franca, Frosinone, Torre del Greco, Capri, Ostuni, San Giorgio a Cremano, Trinitanpoli, Barletta, Ischia, Chivasso, Cerignola. E ancora Città di Castello, Sulmona, Somma Vesuviana, Foggia Gargano, Pomigliano, Amalfi, Agrigento, Teramo, San Giovanni a Piro di Salerno, Fiumicino Fregene, Maddaloni, Pontecorvo, Vallo della Lucania, Colli a Volturno, Vasto, Lucera, Alvignano, Roma, Sant'Andrea del Pizzone, Riccione. Sono solo alcune delle località italiane da cui sono partiti i vespamatori per giungere in Piazza Cota e partecipare ad una manifestazione unica nel suo genere in Penisola sorrentina, patrocinata dal Comune di Piano di Sorrento e dal Comune di Massa Lubrense.
 

Scuola, la lunga notte dei precari

Docenti campani con il fiato sospeso: alle 24 e un minuto la comunicazione del ministero a chi avrà la cattedra nella fase B del piano assunzioni. Poi la fase C. E il rischio del trasferimento per 2500 insegnanti della Campania 

Fonte: Bianca De Fazio da la Repubblica Napoli 

Figlio del Caos di queste settimane e della Notte a cavallo tra 1 e 2 settembre, il Destino degli insegnanti precari li trova tutti, nottetempo, dinanzi al computer. Bizzarra decisione, quella del Miur: la comunicazione avviene nelle ore delle tenebre, allo scoccare della giornata di domani. Gli insegnanti coinvolti nel piano di assunzioni del Miur ne sono stati informati, sempre per via informatica, e sanno che la proposta di assunzione scadrà alla mezzanotte dell' 11 settembre. "In caso di mancata accettazione - c'è scritto sulla Gazzetta ufficiale del 28 agosto - i soggetti non partecipano alle fasi successive del piano di assunzioni e sono definitivamente espunti dalle graduatorie di merito e ad esaurimento in cui sono iscritti". Dieci giorni di tempo per accettare, dunque, poi "gli aspiranti precisa il Miur - sia soddisfatti che non soddisfatti, riceveranno una mail che li informa dell'esito della procedura". Una volta che il cervellone del ministero avrà assegnato la provincia di destinazione, la scelta della sede di servizio avverrà, poi, dal 12 al 14 settembre, facendo riferimento all'ufficIo scolastico della provincia cui si è stati assegnati. E saranno 2500 i precari campani che, in nome della stabilizzazione, saranno costretti a lasciare la Campania. Alcuni subito, altri tra un anno. Il calcolo lo ha fatto la Fic Cgil della Campania, che ha studiato dati e cattedre, ha incrociato classi di concorso e disponibilità effettive ed ha fatto il punto su quanti saranno, alla fine delle varie fasi di assunzione, gli insegnanti costretti ad emigrare. "Ad andare fuori saranno 2500 campani tra fase A e fase C", si legge nello studio.
 

lunedì 31 agosto 2015

Cannavacciuolo lancia il 1° corso a distanza per cuochi professionisti

Lo Chef Cannavacciuolo in una foto scattata a Vico Equense
Fonte: Novara Today

Antonino Cannavacciuolo, il protagonista di Cucine da incubo e prossimo nuovo giudice di MasterChef, lancia il primo corso a distanza con e-learning per cuochi professionisti. Lo chef pluristellato di Villa Crespi ha infatti accettato di essere testimonial del progetto innovativo Chef fuoriclasse del Centro Europeo di Formazione a partire da quest’estate 2015. Il Cef - Centro Europeo di Formazione è società editrice leader nel panorama innovativo della formazione professionale a distanza (Fad), anche con metodi di apprendimento on-line grazie alle tecnologie multimediali e all’approccio social, con l’appoggio scientifico di Renaia, la Rete Nazionale degli Istituti Alberghieri con cui realizza stage pratici, grazie a docenti e specialisti a disposizione per consulti a distanza e un apposito ufficio stage e placement per l’assistenza nella ricerca dell’impiego. Il corso di cuoco "Chef fuoriclasse" punta all’eccellenza professionale e a un percorso formativo atipico appunto fuori dalla tradizionale classe scolastica. In attesa di unirsi al trio Cracco-Bastianich-Barbieri nella prossima stagione del talent tv di cucina più seguito, Cannavacciuolo lancia così una nuova sfida: diventare cuochi professionisti si può anche a una certa età e anche senza il percorso scolastico tradizionale. Questo nuovo e originale progetto è dedicato a chi vuole trasformare nel proprio lavoro la passione per la cucina. Lo chef di Vico Equense, novarese d'adozione, ha raggiunto il successo grazie al sudore della fronte in turni interminabili dentro grandi cucine al seguito di grandi maestri: primo fra tutti il padre, all'inizio contrario che il figlio seguisse la sua strada.
 

Lauro: "Luigi De Sena, un grande servitore dello Stato e delle istituzioni democratiche"

Luigi De Sena
“La scomparsa di Luigi De Sena, un grande servitore dello Stato e delle istituzioni democratiche - ha dichiarato Raffaele Lauro, ex-capo di gabinetto del ministero dell’Interno ed ex-senatore - mi riempie di sincero dolore, per gli antichi sentimenti di fraterna amicizia, di reciproca stima e di leale collaborazione, che ci legavano. Limpida ed integerrima figura di galantuomo e di poliziotto, prefetto della Repubblica ai vertici della Polizia di Stato, senatore della Repubblica, ha recato, in tutti gli incarichi istituzionali e parlamentari, specie come vicepresidente della commissione antimafia, un contributo determinante nella lotta a tutte le mafie e, in particolare, alla criminalità organizzata economica. Non dimentico, in questa triste ora, l’incoraggiamento e il sostegno, che mi ha sempre assicurato, nella mia battaglia contro il gioco d’azzardo”.

Mostra fotografica "Paesaggi da ri-scattare" con dati visuali inediti

Piano di Sorrento - Fino al 10 settembre a Villa Fondi sarà visitabile la mostra fotografica “Paesaggi da ri-scattare. Percorsi visuali nelle immagini d'epoca della Penisola sorrentina” promossa dall'associazione culturale “Oebalus. Studi sulla Campania nell'Antichità” con il patrocinio della Città di Piano di Sorrento, e inserita nella “Summertime 2015”, il cartellone degli eventi estivi comunali. Il percorso espositivo, che si inaugurerà con il vernissage fissato per martedì 1 settembre alle ore 18.00, si snoda attraverso 12 pannelli illustrati, suddivisi in cinque filoni tematici legati al concetto di “riscatto” del paesaggio, analizzato, decostruito e rielaborato contestualmente ad una selezione di immagini della costiera sorrentina-amalfitana, tratte dal patrimonio iconografico messo a disposizione dal collezionista e cine-fotoamatore Ludovico Mosca. La mostra - curata dall'antropologo e ricercatore Giovanni Gugg e dalle archeologhe Teresa Laudonia e Ausilia Trapani, socie di “Oebalus”, oltre che da Ludovico Mosca stesso - si avvale di dati visivi, in gran parte inediti, provenienti da lastre fotografiche, diapositive a colori, fotografie da pellicola e digitali, filmati, cartoline e depliant. Il percorso visuale sarà guidato da piccoli pannelli di testo esplicativi per ogni filone tematico nonché da didascalie a corredo dei singoli pannelli illustrati. È prevista inoltre l'esposizione di alcuni strumenti d'epoca e supporto originali. «La penisola sorrentina e la costiera amalfitana - spiegano i curatori - godono di un patrimonio iconografico immenso, formato in secoli di sguardi sia culturali che tecnici e confluito spesso in collezioni private. Prendendo spunto proprio dalla raccolta di un appassionato cine-fotoamatore sorrentino, la mostra si propone di sollecitare percorsi visuali plurali, spaziando lungo un asse cronologico che va dall'Ottocento ai giorni nostri.
 

A Villa Fondi il Theremin: lo strumento che suona senza contatto

Piano di Sorrento - Martedì 1 settembre alle ore 21.00 a Villa Fondi gli occhi saranno puntati sul Theremin, il più antico strumento musicale che non prevede contatto fisico con l'esecutore, protagonista del concerto proposto dall'associazione culturale “Sfumature in Equilibrio”, con il patrocinio del Comune di Piano di Sorrento. L'evento, inserito nella Summertime 2015, il cartellone degli eventi estivi carottesi, vedrà esibirsi sulla terrazza a picco sul mare di Ripa di Cassano il Maestro Fabio Pesce ed il suo Theremin, accompagnato dal Duo Ebano e Avorio, composto dai Maestri Pasquale Davide al clarinetto e Luisa Esposito alla tastiera. «Una proposta - spiega l'organizzazione - che ha lo scopo di portare in Penisola Sorrentina quello che è considerato il più antico sintetizzatore elettronico della storia, inventato dal russo Leon Termen nel 1919. Una fusione di strumenti di natura diversa in grado di creare un’affascinante ed entusiasmante mescolanza di timbrica». I tre musicisti eseguiranno brani della tradizione napoletana e dal ritmo tanghero, oltre a colonne sonore dei più celebri film. Le esecuzioni saranno intervallate da letture di testi inerenti le esecuzioni musicali, interpretati dall’artista Teresa Coccurullo.

Sant’Agata sui Due Golfi, omaggio a Lucio Dalla

Massa Lubrense - Venerdì 4 settembre 2015, a Sant’Agata sui Due Golfi, si concluderà la prima fase del tour di presentazioni pubbliche del romanzo biografico “Caruso The Song - Lucio Dalla e Sorrento” e del docufilm “Lucio Dalla e Sorrento - I Luoghi dell’Anima” di Raffaele Lauro, iniziato, il 28 febbraio 2015, a Sorrento (Palazzo Municipale) e proseguito a Roma (Senato della Repubblica - Palazzo della Minerva), a Cingoli (Palazzo Municipale e Teatro Comunale all’aperto), a Napoli (Palazzo Caracciolo), a Vico Equense, nell’ambito del Social World Film Festival (Museo del Cinema - Antico Palazzo Comunale), a Sorrento (Hilton Sorrento Palace), a Barletta (Palazzo della Prefettura) e a San Martino Valle Caudina (Palazzo Municipale). La manifestazione-evento di Sant’Agata sui Due Golfi, organizzata dalla Pro Loco Due Golfi, nell’ambito della XV Edizione del “Premio Salvatore Di Giacomo”, avrà inizio alle 19.30, con la presentazione del libro e sarà aperta dai saluti di benvenuto di Lorenzo Balducelli, sindaco di Massa Lubrense. Introdurrà, modererà e concluderà Donato Iaccarino della Pro Loco Due Golfi. Interverranno il pubblicista Riccardo Piroddi, la ristoratrice Livia Iaccarino, il presidente dell’Associazione “La Fenice”, Nicola Di Martino, e l’avvocato Giuseppe Staiano. L’attore Giulio Iaccarino, Priore della Confraternita del SS. Rosario, leggerà alcuni brani dell’opera. A seguire, la proiezione del docufilm (54’), nella nuova versione per la televisione. Nel corso della serata, il Maestro Mario Generali interpreterà alcune tra le più belle canzoni di Lucio Dalla. Parteciperanno delegazioni di amici di Dalla, provenienti da San Martino Valle Caudina e da Molfetta.
 

La fortuna del Trofeo Caputo

Davide Civitiello
Napoli - Che il titolo del Trofeo Caputo cambi la vita ai pizzaioli che lo ricevono, è ormai una certezza. Giunto alla quattordicesima edizione, il numero degli aspiranti al titolo di campione del mondo dei 'pizzaiuoli', quelli con la “u” come si appellano a Napoli, aumenta sempre di più, come le nazioni di provenienza degli sfidanti. Tra tutti quelli a cui il Trofeo ha regalato molto più di un titolo, esemplare è la storia di Pasquale Akinari Makishima. Trentasettenne maestro giapponese che, nel 2010, portò a casa il 9° Trofeo Caputo, diventando il pizzaiuolo più noto del Sol Levante. Da prima apprendista a Napoli presso il suo mentore, Pasquale Parziale, con pizzeria al corso Umberto, poi aiuto pizzaiolo a Nagoya. Ora, fuori dalle pizzerie del giapponese di nome Pasquale, tutte targate “Solo Pizza”, c’è sempre la fila. Così, alle tre già in attività, a Nagoya, a Taiwan e a Hong Kong, ben presto se ne aggiungeranno altre due. Forse anche grazie alla sua esperienza, a tentare la fortuna nel Campionato che aprirà i battenti domani (1° settembre), arriveranno moltissimi suoi connazionali. Anche per il ventinovenne Valentino Libro, di Quarto, in provincia di Napoli, vincitore lo scorso anno, il Campionato è stato uno spartiacque. ”Il Trofeo Caputo mi ha cambiato la vita, ed è solo l'inizio” ha dichiarato. Apparizioni tv, tanti sponsor che lo seguono e “dove ci sono io, si riempiono i locali“ afferma con soddisfazione. In cantiere, un progetto importante che si realizzerà a breve. Lo stesso vale per Davide Civitiello, classe ’84, anche lui napoletano, anche lui vincitore del titolo, nel 2013. Da quando ha ottenuto il titolo di campione, gira il mondo per insegnare l'arte del vero pizzaiuolo. Dagli Stati Uniti a Dubai, dall'America Latina alla Cina fino al Giappone. ”Ho coronato il mio sogno: viaggiare, conoscere tanti Paesi dove insegnare come si prepara una vera pizza.” Il titolo iridato, insomma, a tanti ha regalato nuove possibilità. Ad altri, già affermati, ha aumentato notorietà e fatturato. Il 1° e il 2 settembre si alzerà il sipario per i cinquecento pizzaiuoli provenienti da tutto il mondo, che gareggeranno, per la prima volta, con la farina proveniente dal raccolto del Campo Caputo.
 

domenica 30 agosto 2015

Il sindaco Tito assegna nuove deleghe agli assessori

Giuseppe Tito
Meta - Il sindaco Giuseppe Tito ha assegnato ulteriori deleghe agli assessori che compongono la sua Giunta municipale. Angela Aiello si occuperà di Pubblica istruzione, mentre Susanna Barba Carderopoli è la nuova delegata a Sanità, Rapporti con gli enti, Problematiche inerenti alla casa, Servizi demografici e informatici. Pasquale Cacace è di nuovo titolare delle deleghe a Turismo, Attività produttive e Protezione civile. Raffaele Russo, infine, acquista competenze in materia di Frazioni e Comunicazione. Si tratta dell’ultima fase del mini-rimpasto avviato dal primo cittadino di Meta la scorsa primavera allo scopo di rilanciare l’azione amministrativa dell’esecutivo.

Associazione "La Torretta". Viaggio tra le torri saracene


Vico Equense - Venerdì scorso in una sala gremita della Santissima Trinità e Paradiso, l’Associazione “La Torretta” ha presentato un "viaggio d'immagini in musica" (a cura di Guido Grella), alla scoperta del sistema difensivo delle torri costiere, edificate per l'avvistamento delle navi saracene lungo il fronte marino della Penisola Sorrentina e della Costiera Amalfitana. “Questa partecipazione – commenta Mauro Colandrea, portavoce dell’Associazione - così sentita e attiva ci rende molto orgogliosi e dimostra che la serietà e passione con cui portiamo avanti le nostre iniziative incontra il favore della popolazione locale”. Sono rimaste trentaquattro le torri edificate per l’avvistamento delle navi saracene lungo il fronte marino della costiera sorrentino-amalfitana. Ventisette miglia di storia dalla cala di Vietri a Castellammare di Stabia con i resti delle torri a rievocare i tempi delle ferocie ottomane. Seguendo le rotte dei saraceni si può disegnare la mappa del territorio sottoposto per secoli alle scorrerie dei predoni del mare e costretto a tentare di opporsi con ogni mezzo di difesa alla sopraffazione dei pirati saraceni, turchi, barbari. Il suggestivo campionario archeologico delle torri costiere s’inserisce in un patrimonio ambientale inestimabile, oggi tutelato con l’istituzione della riserva marina di Punta Campanella, malgrado il sopravvento della natura e il saccheggio urbanistico.
 

In giro tra cinema e bellezze: a settembre tornano i Movie Tour

Vico Equense - Dopo il grande successo dell'anno scorso, i Movie Tour tornano a percorrere la Penisola Sorrentina. I trenini turistici inaugurati a dicembre 2014 e organizzati dal Comune di Vico Equense in collaborazione con i Comuni della Penisola, ricominceranno a portare i visitatori sui principali set cinematografici della Costiera Sorrentina, facendo scoprire loro anche le meraviglie paesaggistiche e naturali del luogo. Sarà possibile partecipare gratuitamente ai Movie Tour il 4, 5 e 6 settembre 2015 con due trenini al giorno in partenza rispettivamente alle ore 17.00 e alle 19.30 da Corso Filangieri a Vico Equense, all'altezza dell'Antico Palazzo Municipale (Museo del Cinema). I tour del cinema hanno la durata di 1 h e 30 circa e porteranno i visitatori sui luoghi che hanno reso immortali attraverso il cinema le bellezze e la natura della Costiera Sorrentina, raccontandoli attraverso la voce narrante dell'attore Mariano Rigillo. Per la prenotazione dei posti limitati visitare il sito www.movietour.info, oppure mandare una email aprenota@movietour.info, o ancora contattare il numero telefonico 331/5257403. Un modo innovativo per coniugare la magia della settima arte con la riscoperta delle bellezze dei luoghi della Penisola Sorrentina che hanno ospitato i set di capolavori del cinema come l'indimenticabile “Pane, amore e...”, un importante volano di promozione turistica internazionale per Vico Equense, per la Penisola e per tutta la Regione Campania. I Movie Tour sono realizzati nell'ambito del progetto “Promorecupevalorizza Penisola”, finanziato dalla Regione Campania (Piano di Azione e Coesione), insieme al Social World Film Festival, mostra internazionale del cinema sociale. Vico Equense negli anni si è consolidata come città del cinema grazie anche alla realizzazione del “The Wall of Fame”, il monumento permanente al cinema, primo ed unico in Italia, situato in Piazza Kennedy che raccoglie le firme di tutti i più importanti artisti intervenuti alle varie edizioni del Social World Film Festival, e del Museo/Mostra del Cinema del Territorio e della Penisola Sorrentina, totalmente dedicato ai cimeli della cinematografia dei set girati in Costiera.

Giunta, viabilità: è testa a testa Gargiulo-Apreda

I due assessori in pole position per la delega-chiave, a 3 mesi dal voto Cuomo non ha assegnato gli incarichi

Fonte: Josè Astarita da Metropolis

Sorrento - Viabilità, è testa a testa tra Mario Gargiulo e Raffaele Apreda, i due assessori - tra i più votati alle elezioni dello scorso 31 maggio - si contendono la delega-chiave, quella storicamente più "delicata" perché, proprio negli ultimi anni a Sorrento, quando si tratta di mettere in pratica adeguamenti dei piano traffico si finisce spesso con il duellare con commercianti e categorie e non sempre vengono dispensate rose e fiori per provvedimenti innovativi, rivoluzioni e cambi a sorpresa benedetti dalia giunta. Basti pensare all'ultimo capitolo della serie: il Comune di Sorrento, alla vigilia dei voto, decise di istituire la zona a traffico limitato in piazza Angelina Lauro, ma l'ordinanza emessa dai vigili urbani suscitò reazioni inviperite degli esercenti che lamentarono un calo dei clienti e delle vendite tanto da indurre il comando di polizia municipale a ritirare tutto nel giro di pochi giorni. Insomma, materia cruciale quella del corso pubblico, da affrontare al più presto, con i guanti bianchi. E anche alla vigilia dell'autunno, stagione cruciale per la riapertura dei cantieri della metanizzazione che, in centro e in periferia, l'anno scorso provocarono la paralisi della circolazione e tanti veleni sul conto dell'operato dell'amministrazione.
 

Alcol e drogatest in Costiera, tre automobilisti denunciati

Cinquantanove vetture fermate durante l'operazione 

Sorrento - II fine settimana di grande traffico sulla costiera sorrentina ha spinto le forze dell'ordine a prestare grande attenzione al pattugliamento dell'intera zona. La polizia stradale di Napoli ha allestito numerosi posti di blocco sia di giorno che di notte. L'operazione è stata particolarmente capillare nelle ore notturne, per cercare di evitare che qualcuno si mettesse alla guida dopo aver bevuto un bicchiere di troppo o dopo aver fatto uso di sostanze stupefacenti. Nella notte tra venerdì e sabato, in particolare, gli agenti, con la collaborazione dei sanitari della polizia di stato, hanno proceduto al controllo di ben 59 automobilisti. Con l'ausilio di test salivari, per la verifica delle droghe d'abuso. oltre all'apparecchiatura per l'alcool test. sono stati denunciati 3 automobilisti, in stato di libertà, ai quali è stata, ovviamente, ritirata anche la patente di guida, perché sorpresi alla guida di altrettanti autoveicoli, sotto l'effetto di cocaina ed etanolo. Verifiche minuziose che hanno evitato che tre persone non in grado di guidare con sicurezza mettessero a repentaglio l'incolumità degli altri automobilisti sulle strette e tortuose curve della costiera sorrentina. Il pericolo di incidenti è particolarmente alto nel lungo serpentone di asfalto che dalla città di Castellammare di Stabia conduce fino a Sorrento e da accesso all'altra costiera, quella amalfitana che prosegue fino, ed oltre, a Vietri sul Mare. Nel corso dei controlli, i poliziotti hanno elevato 15 contravvenzioni per violazione al codice della strada, ritirando ulteriormente altre 3 patenti di guida, decurtando in totale ben 50 punti. I controlli continueranno per tutto il fine settimana, l'ultimo del grande esodo di agosto che impegna anche le due costiere della provincia di Napoli e di Salemo. L'obiettivo delle forze dell'ordine è, oltre a far rispettare le regole, quello di evitare che vite umane vengano messe a rischio. Quindici contravvenzioni inflitte a conducenti che non hanno rispettato il codice della strada. (Fonte: Cronache di Napoli)

Santa Maria del Lauro, da martedì partono i festeggiamenti

Meta, chiesa di Santa Maria del Lauro
Tra gli eventi anche quelli organizzati dal gruppo Eav 

di Claudia Esposito

Meta - Dal 1 settembre apre ufficialmente il calendario delle celebrazioni per la Madonna del Lauro di Meta. Si inizia martedì con l'intronizzazione della statua sull'altare maggiore della basilica dopo una breve processione sulla piazza con il tradizionale rito dello "struscio", in cui i fedeli muniti di rami d'alloro, li fanno strusciare sulla statua in segno di omaggio e devozione. Il 2 settembre giornata di ricordo per i caduti del mare: alle 19.30 la tradizionale fiaccolata della statua della Stella Maris che veglia sulle spiagge di Meta, un rito a cui parteciperà anche l'arcivescovo della diocesi di Sorrento - Castellammare, Francesco Alfano, che presiederà la successiva celebrazione eucaristica per i marittimi a cui faranno seguito fuochi d'artificio. Il giorno successivo l'arcivescovo presenzierà anche alla messa di ringraziamento in occasione dei 70 anni di sacerdozio di don Gennaro Porzio, predecessore dell'attuale parroco don Gennaro Astarita. Le celebrazioni liturgiche proseguiranno naturalmente fino al 12 settembre, giorno della festa, quando le strade della città saranno animate, in mattinata, dalle note della Banda "Città di Sorrento". Quel giorno, inoltre, si rinnoverà per il 26esimo anno consecutivo anche l'omaggio alla Vergine da parte del personale Eav, ex Circumvesuviana. Alle ore 10.30, nel parcheggio adiacente alla stazione di Meta, celebrazione eucaristica presieduta da don Giuseppe Cappiello, parroco di Montechiaro, con l'accompagnamento del coro parrocchiale diretto da Annarita Mercatelli e Margherita Savarese. Alle 11.30 sarà deposta una corona d'alloro al tempietto della Madonna del Lauro in memoria dei ferrovieri defunti.
 

Quadernario, Almanacco di poesia contemporanea di LietoColle

Maurizio Cucchi
I volti, i titoli, le ragioni poetiche e quelle storiche, nel disegno prospettico di una contemporaneità che sempre più assottiglia i tempi di cambiamenti radicali, rivivono nel secondo numero di questo Quadernario – Almanacco di poesia contemporanea, edito da LietoColle e curato da Maurizio Cucchi. Quattrocento e tredici pagine, 26 poeti di letterature e generazioni differenti, per un’operazione editoriale che sicuramente va a colmare il vuoto lasciato dopo la discutibile decisione di Mondadori nel 2010 di sopprimere l’Almanacco dello Specchio che tanti buoni poeti aveva portato alla luce nel corso degli anni. La prima parte del Quadernario è dedicata ai poeti stranieri: Marco Antonio Campos (Messico); Jorge Boccanera (Argentina); Radmila Lazić (Serbia); Jean- Charles Vegliante (Francia); Marga Clark (Spagna). Autori tradotti rispettivamente da Martha L. Canfield, Alessio Brandolini, Ginevra Pugliese, Mario Benedetti e Roberta Buffi. La seconda e la terza parte raccoglie brevi sillogi di poeti italiani più o meno noti, sicuramente di valore. Particolarmente da apprezzare le sillogi Distanze di Giulia Rusconi, Cantabilità infinita di Stelvio Di Spigno, Le chiavi della sua stanza di Francesca Moccia e Saperi e patimenti di Renato Minore.

Intervista a Giuseppe Tito - «Entro dicembre l`impianto atteso da 40 anni»

Giuseppe Tito
II sindaco di Meta, Tito: «Condotte degli anni '50, scarichi abusivi e rivoli strapieni: così il sistema va in «Entro dicembre 'impianto atteso da 40 anni

Fonte: Nuviana Arrichiello da Il Roma 

Meta - Una "task force" messa in campo dai sindaci della Penisola dopo i "guai" di questo agosto nero nel corso del quale a tenere banco è stata la notizia del mare inquinato e dell'inevitabile stop temporaneo alla balneazione. Tutto perché sono quarant'anni che la costa aspetta il suo impianto di depurazione. «Dalla Regione ci hanno assicurato che entro il 31 dicembre la Penisola avrà il suo impianto di depurazione», sottolinea Giuseppe Tito, sindaco di Meta di Sorrento e coordinatore dei sindaci della Penisola per quanto riguarda la questione mare. Dopo le piogge delle scorse settimane, l'allarme inquinamento in Penisola è esploso con il mare sporco e lo stop alla balneazione. Cosa non ha funzionato? «Ci sono diverse problematiche spiega Tito -. Una è sicuramente quella del depuratore che attualmente è in fase esecutiva, come ci ha assicurato il vicepresidente del consiglio regionale, Fulvio Bonavitacola, che ha anche la delega ali 'Ambiente. Al momento stiamo effettuando un monitoraggio del territorio con i tecnici della Gori allo scopo di individuare dei punti del sistema fognario attuale dove dovranno essere separate le "acque bianche" da quelle "nere "perché esistono, allo stato, dei tratti di fogna mista. Procedendo alla separazione si riuscirebbe a contenere la portata delle acque nella condotta che va da Sorrento a Punta Gradelle e che attraversa tutti i comuni da Sorrento a Sani 'Agnello, passando per Piano, Meta e Vico Equense». Attualmente come funziona il vostro impianto di depurazione? «Con la nostra condotta attuale scarichiamo a mare a 800 metri dalla riva, con una tubazione piazzata a una profondità di circa 8090 metri. Ma manca ancora un impianto di depurazione che possa consentire di separare le acque reflue dai fanghi. E questo perché il nostro sistema risale agli anni '50 ed è tarato per un numero ridotto di abitanti. Nel corso degli anni in Penisola si è registrato un incremento demografico e di turisti. A questo va aggiunto il cambiamento climatico con il manifestarsi, soprattutto negli ultimi anni, di piogge tropicali che non fanno altro che appesantire e mandare in tilt un sistema ormai vetusto e inappropriato. Bisogna inoltre considerare il fatto che la tubazione attraversa anche alcuni rivoli da Sorrento a Meta che confluiscono direttamente in mare».
 

Da due anni nel Mediterraneo con il suo Kayak, Sergi Rodriguez arriva in penisola sorrentina | Video

Giorgia De Gennaro e Sergi Rodriguez Basoli
Fonte: Ilenia De Rosa da Il Mattino 

Vico Equense - E’ partito due anni fa da Barcellona con Kayak e sacco a pelo per attraversare il mar Mediterraneo. Oggi ha fatto tappa in penisola sorrentina. Il catalano Sergi Rodríguez Basoli ha deciso di viaggiare seguendo la costa dei paesi che si affacciano sul Mediterraneo, portando con sé un messaggio: il mare è fonte di vita e va preservato. Oltre alla Spagna, è stato in Corsica, Sardegna, Italia settentrionale e centrale. Da pochi giorni è arrivato in Campania e ha deciso di fermarsi a Vico Equense. Ad accoglierlo, la presidente della delegazione territoriale di Marevivo Mariagiorgia De Gennaro. «Spesso mi fermo in luoghi affollati – racconta Sergi – per avere la possibilità di conoscere gente e confrontarmi con nuove persone. Qui in provincia di Napoli mi hanno accolto come un figlio, mi sono sentito a casa». Il giovane spagnolo lavorava in Germania come ingegnere. «Avevo paura di essere assorbito dal lavoro e perdere la mia libertà – continua – così ho capito che era il momento di partire. Per adesso sono diretto in Sicilia, poi si vedrà. Ragiono per piccoli obiettivi. Quel che è certo, però, è che durante i miei incontri cerco di far capire l’importanza di tutelare il nostro mare. Con gli amici dell’associazione “Oceana” vogliamo sensibilizzare la popolazione al rispetto dell’ambiente marino». Nel suo Kayak Sergi ha tutto. «E’ una casa completa messa a tetris – racconta – in cui c’è tenda, sacco a pelo, materasso, vestiti, fornellino, alcol, un po’ di riso, pasta, olio e alcuni attrezzi per poter lavorare le conchiglie e realizzare delle collanine». Ad accompagnarlo, il suo cagnolino, Nirvana, incontrato in Sardegna e diventato suo fedele compagno di viaggio.

VIDEO

sabato 29 agosto 2015

Scuola, dall'asilo alle medie, nasce l'istituto comprensivo

Massimo Trignano
Fonte: Ilenia De Rosa da Il Mattino

Vico Equense - Nasce l’Istituto comprensivo costiero. A seguito del dimensionamento scolastico la scuola dell’infanzia-primaria Giovanni Pascoli e la secondaria inferiore Scarlatti confluiranno in un unico polo. Dal primo settembre entrerà in vigore il nuovo assetto organizzativo; a dirigere il nuovo istituto sarà la preside Debora Adrianopoli. Ai cambiamenti gestionali si affiancheranno quelli operativi e logistici. Molti bambini cambieranno aule e sedi. L’istituto Santissima Trinità non ospiterà più gli alunni della scuola dell’infanzia. Alla richiesta di disporre delle opportune informazioni sui locali a disposizione inviata al Comune dalla preside, l’amministrazione ha risposto con un dettagliato piano di organizzazione degli spazi. Come indicato nella delibera di giunta, le cinque sezioni della scuola dell’infanzia del plesso Santissima trinità saranno trasferite alla sede di via Sconduci, le classi quinte della primaria andranno al plesso Scarlatti, il locale al primo piano della Giovanni Pascoli, fino ad oggi utilizzato come laboratorio multimediale, diventerà aula didattica e le attrezzature che lo componevano faranno parte di nuovi spazi informatici allestiti presso la Santissima Trinità. Gli uffici di segreteria saranno organizzati presso i locali del plesso Scarlatti mentre l’ufficio di presidenza avrà due sedi. I cambiamenti coinvolgeranno una platea scolastica che, per il prossimo anno, sarà composta da 23 classi delle elementari, 11 dell’infanzia, 12 delle medie. Novità che hanno generato qualche preoccupazione tra i genitori. «Mi chiedo come si farà a far combaciare gli orari di entrata e uscita» scrive Iole Pane sul gruppo Facebook del primo circolo didattico. «Con il trasferimento delle sezioni dell'infanzia dalla Trinità a Sconduci non ci sono più spazi sufficienti per accogliere asilo e elementari in un unico edificio. Quella pianificata è la soluzione più logica» afferma Massimo Trignano, presidente del consiglio di circolo.

Marina d’Equa. Sergi Rodríguez Basoli approda sulla spiaggia libera delle Calcare

Vico Equense - Si chiama Sergi Rodríguez Basoli, è catalano e ha trentuno anni: è partito da Barcellona il 22 luglio del 2013 con il suo kayak per un viaggio che ha un nome - Rumbo Mediterraneo. Lungo il tragitto, poi, si è aggiunta Nirvana un piccolo meticcio trovato in Sardegna. Sergi è arrivato questa mattina sulla spiaggia libera delle “Calcare” a Marina d’Equa. E’ un ingegnere meccanico specializzato nel settore delle energie rinnovabili ma ha deciso di interrompere la linearità della sua vita: la laurea, il lavoro. “Allora mi sono detto: parto". Lo ha fatto, aggiunge, anche per lanciare un messaggio al mondo, in linea con la "mission" di Mednet, un progetto dell'associazione "Oceana" per la tutela degli oceani del pianeta: “Sì, vorrei che tutti comprendessero che è un obbligo pensare seriamente, con impegno e responsabilità, alla protezione e conservazione delle regioni costiere e marine del Mediterraneo. Inquinamento, pesca intensiva, aree protette troppo piccole: bisogna rimboccarsi le maniche".

E' nata la pizza Don Alfonso

Ciro Oliva con Livia e Ernesto Iaccarino 
Massa Lubrense - E’ nata, a Sant’Agata sui due Golfi, una nuova pizza: la “Don Alfonso”. Miscela di farina Ricca e Cuoco, peperoncini di fiume, ricotta, origano e tonno appena scottato, olio riserva Don Alfonso. A pensarla e realizzarla, a quattro mani, Ernesto Iaccarino, seconda generazione del Don Alfonso 1890 e Ciro Oliva, ultima generazione della storica pizzeria del rione Sanità di Napoli “Concettina ai tre Santi”. L’idea di questo vulcanico pizzaiuolo è quella di rendere omaggio agli chef stellati della Campania. Quelli che hanno portato la cucina partenopea alla ribalta nazionale e internazionale. E Don Alfonso, con la moglie Livia, e ora con la collaborazione dei figli Mario ed Ernesto, sono stati i precursori di questa evoluzione. Ora, grazie alla sinergia tra Ernesto Iaccarino e Ciro Oliva, è stata sfornata la “Don Alfonso”. Un omaggio alla carriera dello chef di Santa’Agata sui due Golfi, due stelle Michelin, ispirata a un suo piatto storico. “Questa iniziativa” ha dichiarato Livia Iaccarino “è importante perché testimonia la crescita degli operatori della pizza, che stanno seguendo le tracce della qualità, dei prodotti, delle ricette. E questo è a vantaggio non solo dei consumatori ma anche dell’economia nazionale. I più bravi stanno portando all’estero la qualità della pizza. Un mestiere che gli stranieri vengono a imparare a Napoli. E proprio Napoli, il 1° e il 2 settembre, ospiterà 500 pizzaioli provenienti da tutto il mondo per partecipare al XIV Trofeo Caputo e aggiudicarsi il titolo di campione del mondo.

Alimuri, ricorso contro il Comune di Vico

La storia infinita dell`ecomostro abbattuto. I proprietari della struttura si ritengono danneggiati. L'ente locale pronto alla disputa legale

Fonte: Fabrizio Geremicca da Il Corriere del Mezzogiorno

Vico Equense - Alimuri, la storia infinita. Chi si illudeva che la vicenda dell'ecomostro, realizzato alla fine degli anni Sessanta del secolo scorso lungo la costa tra Vico Equense e Meta di Sorrento, ma mai completato, fosse andata definitivamente in archivio con la demolizione del 30 novembre dello scorso anno, si sbagliava, n prossimo 22 ottobre, infatti, il Tar Campania dovrà pronunciarsi nel merito sul ricorso presentato da «Sica», la società proprietaria dell'immobile abbattuto, che fa capo a Paolo ed Anna Normale (moglie quest'ultima dell'euro parlamentare Pd Andrea Cozzolino) ed alla signora Margherita Masullo (suocera di Cozzolino) contro l'ordinanza di demolizione che fu emessa dal comune di Vico Equense a marzo ed è stata eseguita a fine novembre 2014. Quel provvedimento, che invano «Sica» aveva tentato di bloccare con una richiesta di sospensiva, per due volte respinta dal tribunale amministrativo regionale, si fondava sul presupposto che la struttura realizzata in base alla concessione degli anni Sessanta, circa vent'anni prima che l'ecomostro incompleto e già semidiroccato fosse acquistato dalla famiglia Normale, fosse illegittima perché diversa, per forma e dimensione, rispetto a quella autorizzata. Undici mesi dopo la demolizione dell'Alimuri,
 

Mare, riabilitata la spiaggia del Purgatorio

Esito positivo degli ultimi prelievi dell'Arpac: diminuiti i colibatteri 

Fonte: Ciriaco M. Viggiano da Il Mattino 

Meta - Da ieri pomeriggio la spiaggia del Purgatorio non è più off-limits. Il sindaco Giuseppe Tito ha revocato il divieto di balneazione disposto a giugno, quando l'Agenzia regionale perla protezione dell'ambiente (Arpac) riscontrò per la prima volta una concentrazione di batteri fecali sopra la norma. Per il provvedimento esultano i gestori dei lidi che, sebbene non toccati dal divieto m quanto il tratto di costa incriminata è distante dai loro lidi, hanno dovuto fare i conti con un calo dei clienti. E intanto proseguono gli interventi in vista del potenziamento della rete fognaria e della bonifica dei valloni. Tito ha dato l'ok alla balneazione non appena l'Arpac gli ha trasmesso i risultati dei test eseguiti tra martedì e giovedì. Nei cinque campioni d'acqua prelevati al largo del Purgatorio è stato riscontrato un basso livello di enterococchi intestinali e di escherichia coli. Tanto che l'Arpac ha subito giudicato balneabile quel tratto di mare. E Tito ha potuto revocare il divieto: «Abbiamo atteso per prudenza la comunicazione ufficiale da parte dell'Arpac - spiega il primo cittadino - Ora bisogna impegnarsi perché certi problemi non si ripresentino». I dati Arpac sono confortanti anche per il resto del litorale. Tra la Conca, l'Alimuri e la Marina di Meta l'acqua è classificata come «eccellente» e i test non hanno mai rivelato un'eccessiva presenza di batteri da aprile a oggi. Eppure l'eco dell'emergenza-inquinamento in penisola sorrentina ha penalizzato non poco i titolari degli stabilimenti.
 

A Villa Fondi arriva il Theremin

Appuntamento con il Duo Ebano e Avorio e con Fabio Pesce il 1 settembre alle ore 21:00 a Villa Fondi 

Piano di Sorrento - Per il concerto del 1 settembre a Villa Fondi, patrocinato dal Comune di Piano di Sorrento, l’Associazione Culturale Sfumature in Equilibrio, organizzatrice dell’evento, ha scelto Fabio Pesce ed il suo Theremin, accompagnato dal Duo Ebano e Avorio, composto dai Maestri Pasquale Davide (clarinetto) e Luisa Esposito (tastiera). Una proposta che ha lo scopo di portare in Penisola Sorrentina quello che è considerato il più antico sintetizzatore elettronico della storia, inventato dal russo Leon Termen nel 1919, l’unico strumento musicale che si suona senza che l'esecutore abbia alcun tipo di contatto fisico. Una fusione di strumenti di natura diversa in grado di creare un’affascinante ed entusiasmante mescolanza di timbrica. I tre musicisti eseguiranno brani della tradizione napoletana, oltre a colonne sonore dei più celebri film e a tanghi. Le esecuzioni saranno intervallate da letture di testi inerenti le esecuzioni musicali, interpretati dall’artista Teresa Coccurullo.


venerdì 28 agosto 2015

Vico Equense - Marina di Vico, proiezione del film "All'Improvviso un uomo" il video

Scuola, il Comune di Vico Equense assicura il trasporto disabili

Marinella Cioffi
Vico Equense - Il Comune di Vico Equense assicura il trasporto scolastico per gli studenti disabili per il 2015. La decisione è stata presa dalla Giunta del Sindaco Benedetto Migliaccio su proposta dell’Assessore alle politiche sociali Marinella Cioffi. “La competenza – spiega l’Assessore Cioffi – per quanto concerne il trasporto degli alunni diversamente abili frequentanti le scuole secondarie di secondo grado del territorio extracomunale, è in capo alle Province e le stesse devono non solo assicurare il servizio, con data certa, ma ne devono sostenere anche il relativo onere. La trasformazione della Provincia di Napoli a Città Metropolitana ha determinato, e determina ancora, un rallentamento nell’approvazione del bilancio provinciale e il relativo impegno delle spese per il trasporto scolastico per i diversamente abili che frequentano le scuole superiori.” Le famiglie che lottano quotidianamente con la disabilità dei propri figli adolescenti, sono circa venti sul territorio vicano. Alcuni devono recarsi quotidianamente all’istituto alberghiero «De Gennaro», quindi restando nell’ambito cittadino, ma non mancano studenti che devono muoversi verso la penisola, raggiungendo il liceo classico «Publio Virgilio Marone» di Meta o il liceo artistico «Francesco Grandi» di Sorrento. “Nonostante – continua l’Assessore Cioffi - i continui tagli, il bilancio risicato, abbiamo deciso di venire incontro alle tante famiglie che attendevano di sapere la loro sorte. Il Comune, pertanto, anticiperà le relative somme necessarie e poi chiederà il rimborso dei costi all’ex Provincia di Napoli”, conclude l’Assessore Marinella Cioffi.

Marc Innaro firma contro la chiusura dell’Ospedale De Luca e Rossano

Marc Innaro
di Franca Rossi, segretaria del Circolo PD di Vico Equense

Vico Equense - Il Direttore della sede Rai di Mosca, Marc Innaro, firma e collabora alla raccolta firme tra i villeggianti di Monte Faito contro il trasferimento o il ridimensionamento dell’Ospedale De Luca e Rossano. Marc Innaro è nostro concittadino di adozione, in quanto trascorre sin dalla nascita le sue vacanze estive e invernali sul Monte Faito. Quando rientra in Italia non manca mai di passare le sue giornate di riposo nella sua residenza faitense. Da direttore, all’epoca, della sede Rai di Gerusalemme, proprio per questa sua assidua permanenza in Penisola Sorrentina, gli fu conferito il Premio Lions “Sorrento nel Mondo” come giornalista di fama internazionale. Il pericolo di un eventuale chiusura o ridimensionamento del Presidio Ospedaliero è molto sentito tra i residenti estivi abituali del Monte Faito. Molti di essi sono nati a Vico Equense durante la villeggiatura dei genitori. Bambini ed anziani ricorrono frequentemente alla Struttura per incidenti o malori, o semplicemente per i loro controlli sanitari abituali, e sono entusiasti dell’assistenza e dell’accoglienza che ricevono nel nostro Presidio. Una soppressione del servizio determinerebbe la scelta di molti villeggianti nel nostro territorio, soprattutto anziani, di trasferirsi per le vacanze in un luogo più vicino ad un Pronto Soccorso, con conseguente danno per la nostra economia turistica.

La proiezione del film "All’improvviso un uomo" a Marina di Vico

di Filomena Baratto 

Vico Equense - Marina di Vico, mercoledì sera era gremita di persone per la proiezione del film “All’improviso un uomo” di Claudio Insegno. Quando sono scesa per la scala che conduce a mare dal parcheggio, gratis per l’occasione così come la proiezione, mentre ero a telefono con mio padre a raccontargli del film che andavo a vedere, sono rimasta senza parole. Le sedie già tutte occupate, un vociare e un andirivieni per le scale, commenti di chi si apprestava a sedersi. Davanti allo schermo un nugolo di persone preoccupate per l’inizio della serata tra cui si riconosceva il giornalista Peppe d’Esposito, portavoce del sindaco, che dava suggerimenti per la disposizione per le sedie relative al flusso di persone che continuava a scendere, i posti da riservare alle autorità, gli ultimi suggerimenti per poter iniziare. In breve ho visto panche sbucare da ogni dove, persone del borgo adoperarsi per dare ciò che occorreva e quando tutti hanno trovato posto, anche il sole era calato e, senza bisogno di spegnere le luci, lo schermo ha acceso la sua. Massaquano era tutta lì, in piazza, e in un flash felliniano mi è venuto in mente che stando tutti lì, i ladri potevano darsi da fare ricordando le parole di mia nonna che non lasciava mai la casa incustodita. L’intero borgo era in trasferta lì. Una signora precisava che doveva essere una proiezione solo per gli abitanti di Massaquano, ma un’altra che cercava posto, finalmente quando l’ha trovato, ha risposto che, pur non essendo di Massaquano, non avrebbe rinunciato a vedere il film. Dopo l’arrivo delle autorità, la presentatrice, Shasa Nil, con la sua ventata di turchese, un vestito in perfetta sintonia con l’atmosfera marina, ha dato inizio alla proiezione con i saluti, le motivazioni e la descrizione del film.
 

Grande attesa per Michele Placido e Manuela Zero a Sant' Agnello

Sant'Agnello - “Notti d’artista tra la terra e il mare”: questo il titolo delle attesissime manifestazioni in programma a Sant’Agnello a partire da venerdì 28 agosto e per tutto il week end a seguire. Dopo l’escursione in barca che vedrà gli aderenti apprezzare le bellezze paesaggistiche del territorio dalla costa peninsulare, sabato 29 e domenica 30 agosto la romantica terrazza sul mare del Rione dei Cappuccini si farà da sfondo ad una corposa kermesse capace di ospitare artisti di livello nazionale. Ad arricchire l’evento di sabato alle ore 21:00 il concerto dei “Why & Not” - dieci anni di carriera, due dischi alle spalle - che presenteranno, in un coinvolgente concerto live, il loro ultimo lavoro “Una storia bellissima”. Domenica sera poi, grande attesa per Manuela Zero e Michele Placido che si esibiranno sul palcoscenico della Marinella. Manuela Zero, attrice e showgirl originaria di Sant’Agnello che ha partecipato come finalista al programma RAI di Raffaella Carrà ed è tra le protagoniste dell’ultimo film di Pieraccioni, aprirà lo spettacolo ballando e cantando tre pezzi del repertorio napoletano e riservando al pubblico presente uno speciale finale a sorpresa per poi lasciare il palcoscenico ad un grande maestro del teatro italiano: Michele Placido. L’attore nel suo recital “Serata d’onore” darà voce a poesie e monologhi di grandi personaggi come Dante, Neruda, Montale, D’Annunzio ma anche grandi autori napoletani come Salvatore Di Giacomo ed Eduardo De Filippo. Ad accompagnare Michele Placido in questo viaggio poetico-musicale saranno Gianluigi Esposito e Antonio Saturno che interpreteranno le più belle canzoni napoletane di sempre fino all’indimenticabile Sergio Bruni. Il tutto sarà condito dagli odori e dai sapori degli chef degli alberghi peninsulari, la cui cucina, rinomata in tutto il mondo, sarà coprotagonista di questo week end tra gli stand allestiti nel nuovo Rione Cappuccini.


Presentato il XIV Trofeo Caputo. 500 pizzaioli si contenderanno il titolo, a Napoli, il 1° e il 2 settembre

Napoli - Arriveranno a Napoli l' 1 e il 2 settembre, da ogni angolo della Terra, pronti a sfidarsi per la finale del XIV Campionato del Mondo del Pizzaiuolo – Trofeo Caputo, promosso dall’Associazione Pizzaiuoli Napoletani. Ancora una volta Napoli ospiterà, sul suo lungomare Caracciolo, dopo un percorso durato un anno, in cui l'Associazione Pizzaiuoli Napoletani ha organizzato la Caputo Cup in giro per il mondo, i vincitori delle diverse “tappe” . Tutti a contendersi il titolo di Campione del Mondo assieme agli altri pizzaiuoli, oltre 500, provenienti da 40 Paesi, che parteciperanno alla kermesse. Alla sfida internazionale prenderanno parte, tra gli altri, i vincitori delle competizioni svolte in: Giappone, Usa, Israele, Russia, Australia, Dubai, Taiwan. L'inizio delle gare, aperte al pubblico e con ingresso gratuito, è previsto per le ore 15.00. Sarà possibile seguire le evoluzioni della competizione anche tramite i social network e le piattaforme virtuali. Giunto alla quattordicesima edizione, l'evento evidenzia e celebra innanzitutto i requisiti essenziali dell'essere pizzaiuoli, quelli con la u. Ma dimostra anche come, avvalendosi delle giuste tecniche e degli ingredienti migliori, la pizza classica napoletana sia replicabile in tutto il mondo.
 

Sorrento, da due hotel fogne scaricate a mare

Nei guai anche un B&B e due condomini. Ma torna balneabile quasi tutta la Costiera 

Fonte: Ciriaco M. Viggiano da Il Mattino 

Sorrento - Sversavano liquami fognari nella condotta dell'acqua piovana: due alberghi, un bed and breakfast e due condomini di Sorrento sono finiti nel mirino della task-force attivata nei giorni scorsi dal Comune. I controlli danno quindi i primi risultati, mentre il mare della penisola sorrentina torna quasi completamente balneabile. Stando ai dati diffusi ieri mattina dall'Arpac, la concentrazione di batteri in acqua è rientrata nei limiti lungo l'intero litorale. E i sindaci di Sorrento, Meta e Massa Lubrense hanno potuto revocare i divieti di balneazione per Marina Grande, Marina Piccola, la spiaggia del Purgatorio e una piccola parte della baia di Puolo. Off-limits resta solo il tratto sorrentino di Marina Piccola nei pressi del pontile degli aliscafi, i Partiamo dai controlli sugli scarichi abusivi. Nella rete della polizia municipale, del personale dell'Asl Napoli 3 Sud e dei tecnici della Gori è finito innanzitutto un grande albergo in via Capodimonte. Durante il sopralluogo effettuato mercoledì, la task-force ha accertato che gli scarichi dei bagni della piscina venivano convogliati nella condotta dell'acqua bianca. Tanto è bastato perché il sindaco Giuseppe Cuomo firmasse un'ordinanza con cui si intima al 76enne proprietario dell'hotel di interrompere immediatamente lo scarico abusivo. Entro tre giorni, inoltre, l'uomo dovrà eseguire i lavori necessari per smaltire regolarmente i liquami nella colonna fecale e per bonificare la rete pluviale. Stesso provvedimento per il proprietario di un hotel in vico I Rota.