giovedì 17 aprile 2014

Fox Sports sbarca da Cerasè

Christian Martin, Michele Cuomo e Jerònimo Gazzo 
Vico Equense - Tempo di festeggiamenti in casa Napoli. Rafa Benitez compie 54 anni. E' la prima volta che trascorre la ricorrenza a Napoli, dove lo hanno raggiunto da Liverpool la moglie, Montse e le due figlie, Claudia e Agata. Gli auguri, sono arrivati un po' da tutte le parti. Ha cominciato il presidente, Aurelio De Laurentiis il quale, come è ormai consuetudine, ha utilizzato il proprio profilo Twitter. Tante le reti che lo hanno intervistato, tra queste anche Fox Sports, il canale di Murdoch che dall’anno scorso è sbarcata su Mediaset Premium. Nell’intervista Benitez, ha rassicurato i tifosi sulle condizioni di Higuain. Nell'allenamento odierno l'argentino ha riportato un trauma contusivo alla gamba sinistra, dopo uno scontro con Albiol, e salterà la trasferta di Udine. A rassicurare sulla condizione dell'argentino, però, è stato l’allenatore: "Higuain? E' solo un colpo, starà bene tra qualche giorno", è l'anticipazione diffusa su Twitter dal giornalista Christian Martin, che in seguito si è recato a Vico Equense. Lo scenario scelto, per concludere il servizio televisivo, è stato quello del Ristorante Cerasè.

"Maggio dei Monumenti" 2014 a Piano di Sorrento

Piano di Sorrento - Dopo il successo dell’edizione 2013, il Comune di Piano di Sorrento e l’Associazione Turistica Pro Loco Città Piano di Sorrento, ripropongono il “Maggio dei Monumenti” sul territorio carottese. L’iniziativa, che trae le sue origini dalla campagna di sensibilizzazione culturale del Ministro dei Beni Culturali francese Jack Lang nel 1984 e riproposta poi dal Comune di Napoli dal 1992, gode quest’anno, oltre che della partecipazione fattiva dell’Assessorato alla Pubblica Istruzione e del Settore Cultura del Comune di Piano di Sorrento, anche della collaborazione della Basilica della SS. Trinità, dell’Arciconfraternità della SS. Trinità dei Pellegrini e dei Convalescenti e dell’Associazione culturale Oebalus. «Obiettivo della seconda edizione - annuncia il Presidente della Pro Loco Marco D’Esposito - sarà il restauro della tela “Madonna con Bambino e San Francesco”. Tutto è nato lo scorso anno, durante la tappa trinitense del “Maggio dei Monumenti” occasione in cui abbiamo avuto modo di vedere l’opera e di constatarne sia la sua bellezza che la necessità di un intervento di restauro». Si tratta di un’opera autografa (200cm x 137cm) conservata nella sagrestia della chiesa della SS. Trinità e riconducibile all’ultima fase produttiva della pittrice manierista Lavinia Fontana (Bologna, 24 agosto 1552 - Roma, 11 agosto 1614), particolarmente apprezzata dal panorama nazionale dell’epoca e tutt’oggi di riconosciuto talento artistico e ritrattistico. L’analisi dell’attuale stato dell’opera, affidato alle restauratrici Alessandra Cacace e Andreina Castellano, con la supervisione della Soprintendenza per i Beni Architettonici, il Paesaggio ed i Beni Storici, Artistici di Napoli e Provincia per il tramite della Dott.ssa Angela Schiattarella, ha evidenziato alcune criticità dovute al logorio del tempo, nonostante il buon equilibrio microclimatico della sagrestia in cui il dipinto è stato custodito: supporto deformato e rilassato, crettature e deadesione del supporto tessile, lacune e lacerazioni della tela, imbrunimento e ossidazione della finitura.


In Costiera il record delle processioni, 19 in soli due giorni

Vico Equense, processione degli incappucciati viola 
Fonte: Antonino Siniscalchi da Il Mattino 

Sorrento - Tra poche ore le strade delle città costiere torneranno ad essere attraversate da migliaia di penitenti incappucciati: diciannove processioni, organizzate dalle diverse congreghe laiche della diocesi, si svolgeranno tra giovedì e venerdì santo, da Vico Equense (1), passando per Meta (3), Piano (7), Sant’Agnello (3), Sorrento (3) e Massa Lubrense (2). Si tratta delle più sentita ed emotivamente partecipata manifestazione di fede dell’anno liturgico in penisola. A Sorrento, come da tradizione plurisecolare, il venerdì Santo è caratterizzato dall’uscita notturna (ore 3) della processione “Bianca” organizzata dall’Arciconfraternita di Santa Monica e dalla processione del Cristo Morto (partenza alle ore 21) della Confraternita della Morte con gli incappucciati vestiti di nero. Da pochi anni, inoltre, l’Arciconfraternita del Rosario organizza un terzo corteo che, la sera del giovedì santo, va a far “visita” alle chiese della parrocchia della Cattedrale in cui è esposto il Santissimo sacramento. La liturgia drammatica della penitenza sorrentina, dunque, prende corpo dal giovedì Santo. Migliaia di fedeli e turisti danno vita al cosiddetto “struscio” ossia la visita alle chiese in cui sono stati predisposti gli “Altari della Reposizione” in cui è esposto, tra piante, drappi e dipinti, il Santissimo Sacramento. A mezzanotte in punto, poi, in piazza Veniero, le note della Banda Musicale, che suonerà struggenti e solenni marce funebri, annuncerà alla cittadinanza tutta l’inizio del venerdì Santo. La chiesa dell’Annunziata, posta all’estremità finale di via Fuoro, antico decumano massimo, inizia a popolarsi di penitenti in maglia bianca e pantalone nero: sono loro i protagonisti dell’antico rito.
 

Bruce Springsteen cittadino onorario, "It's my restaurant"

Fonte: Ilenia De Rosa da Il Mattino

Vico Equense - «Sono passati due anni da quando il consiglio comunale di Vico Equense ha approvato all’unanimità la delibera per il conferimento della cittadinanza onoraria a Bruce Springsteen». Così il «Pink Cadillac», fan club italiano di Bruce Springsteen, ha ricordato una tappa importante di quel percorso che ha portato alla scoperta delle origini napoletane della rock star e a un avvicinamento affettivo con l’artista. «Risale all’aprile del 2012 il documento ufficiale per il conferimento della cittadinanza onoraria a Springsteen – hanno continuato i membri del fan club – a cui hanno fatto seguito i contatti con il management della star e le prime risposte ufficiali». Sono presto arrivati, infatti, i ringraziamenti a firma di Springsteen «per il riconoscimento che lo avrebbe legato ancor più alla sua terra d’origine». Passo successivo, la consegna ad Helsinki della lettera del Comune con la consegna delle chiavi della Città. «Alla fine di questo lungo percorso abbiamo visto coronare un sogno – hanno continuato - con la dedica del Boss sul palco di Napoli «agli amici di Vico Equense» in ringraziamento della targa a nome nostro ricevuta in camerino». Le origini di Bruce Springsteen sono italiane e più volte l’artista stesso ne ha parlato ai giornali. Il nonno materno di Bruce, Antonio Zerilli, faceva parte, infatti, di una famiglia che viveva a Vico Equense da oltre 40 anni, proprietaria del «Gran caffè Zerilli», oggi «Bar del sole», sito nella piazza principale del paese. «Il concerto dell’anno scorso – hanno continuato i fans – è stato uno degli spettacoli più belli che abbiamo mai vissuto, durante il quale l’artista ha fatto continui riferimenti alla sua terra: dal saluto iniziale al commento emozionato, «It’s my resturant», sulla gigantografia del vecchio Gran caffé Zerilli, appartenuto alla sua famiglia».

Pasqua 2014: itinerari e partecipazione dell'Amministrazione ai riti pasquali

Piano di Sorrento - Come consuetudine e secondo il criterio di rotazione previsto per la partecipazione ufficiale del Comune di Piano di Sorrento alla processione del Venerdì Santo, si comunica che per l’anno 2014 l’Amministrazione parteciperà alla solenne processione nera del Cristo Morto organizzata dalla Arciconfraternita dei Pellegrini e dei Convalescenti della SS. Trinità che partirà dalla chiesa parrocchiale alle ore 20.00 e che sarà preceduta dalla celebrazione della Passione del Signore che avrà inizio alle ore 18.00. Inoltre l’Amministrazione presenzierà alla Messa in suffragio di tutti i defunti che si terrà lunedì 21 aprile alle ore 10.00 presso il Cimitero S. Michele di Piano di Sorrento.

Meta al voto, colpo di scena: Ercolano nominato assessore e il sindaco pensa al dietrofront

Meta - Elezioni comunali, arriva il doppio colpo di scena. Il consigliere di maggioranza Augusto Ercolano è stato nominato assessore: entra in giunta a fine mandato e nell’ultimo mese di consiliatura sarà delegato al turismo. Tutto ciò mentre il sindaco Paolo Trapani sembra intenzionato al dietrofront. Potrebbe non ricandidarsi e supportare dall’esterno una lista civica in corso di formazione. Una scelta su cui sta riflettendo nelle ultime ore complice la decisione del Pd di Meta (a cui il primo cittadino è iscritto) di congelare il mandato “esplorativo” che conferì alla fascia tricolore giorni fa per formare la coalizione da presentare alle amministrative. (Fonte: Salvatore Dare da Metropolis)

Europee, ecco le liste per il Sud


Collegio dei Revisori dei Conti: pressione fiscale alta

Vico Equense - La Città di Vico Equense, ha raggiunto certamente un primato, quello di avere i cittadini maggiormente tartassati dalla pressione fiscale e tributaria posta dall’ente comunale. Basta leggere ciò che hanno scritto nella loro relazione i Revisori dei Conti. “In merito alle entrate correnti, l’organo di revisione rileva, in particolare, la predominanza delle entrate tributarie sulle altre, segno di notevole pressione fiscale: l’addizionale comunale è fissata al valore massimo (8 per mille); l’IMU è stata portata a livelli decisamente elevati per gli immobili diversi dall’abitazione principale ( 10,45 per mille). Il Collegio rileva, altresì, che è continuata la notevole entità nella sperequazione dei trasferimenti erariali, che certamente contribuisce alle difficoltà strutturali di bilancio: mancano le risorse di bilancio ed eccessiva è la pressione tributaria.” Immediato il commento dei consiglieri comunali di opposizione: “Questa volta - scrivono su facebook - non lo dice IN Movimento per Vico, che lo ribadisce da tre anni in tutte le occasioni. Questa volta lo dice il Collegio dei revisori dei conti, costituito da professionisti estratti a sorte da un elenco regionale e non più scelti dai politici come avveniva in passato.”

PD Sorrento: Inquinamento elettromagnetico, la soluzione c'era già un anno fa

Sorrento - “Finalmente il Comune di Sorrento ha deciso di monitorare il livello di inquinamento elettromagnetico della nostra città”. Interviene così il Partito Democratico di Sorrento, attraverso il segretario Francesco Mauro, che continua: “Durante il caos creatosi lo scorso giugno, in seguito alla tentata costruzione di un ripetitore telefonico in via Rivezzoli, indicammo all’amministrazione comunale la strada per gestire al meglio il proliferare di fonti di inquinamento elettromagnetico. E’ di questi giorni la notizia che il Comune provvederà al monitoraggio del livello di inquinamento e alla predisposizione di un piano ad hoc, proprio come avevamo indicato noi”. Infatti, lo scorso 26 giugno, tramite un’interrogazione consiliare a firma di Alessandro Schisano, il locale circolo dei democratici richiedeva la mappatura delle fonti di inquinamento elettromagnetico la predisposizione di “un regolamento comunale e di un piano di localizzazione degli per assicurarne il corretto insediamento urbanistico e territoriale e per minimizzare l'esposizione della popolazione ai campi elettromagnetici”. “Ancora una volta – conclude Mauro – quest’amministrazione comunale si muove nella direzione da noi indicata. La nostra opposizione si è sempre caratterizzata in questo modo: critica ma soprattutto propositiva. Siamo soddisfatti del risultato raggiunto anche in questa occasione ma, visto che la soluzione era a portata di mano, perché si è atteso tanto prima di agire?”.

Vico Equense – SS. Trinità, riceviamo e pubblichiamo la lettera di Vincenzo Esposito, Presidente dell’Ente

Gentile Direttore,
a proposito delle vicende dell’Istituto SS. Trinità, ogni tanto qualcuno mostra preoccupazione che la sua esistenza e gestione possa essere compromessa da conflitti di interessi tra il Comune e l’Ente, a causa del ruolo che i membri del Consiglio di Amministrazione svolgono nell’ Amministrazione comunale. Forse è opportuno chiarire che tra l’Istituto e il Comune, vi è sempre stata fin dalla fondazione commistione e convergenza di interessi, per cui la stessa costituzione del CdA è sempre stata determinata da questa realtà, tranne nel caso della gestione Di Vuolo voluta dal Ministro Gelmini per motivi strettamente partitici e, per la prima volta nella sua storia, in contrasto con la Amministrazione comunale. Il Vescovo Repucci che viene ricordato come fondatore del Monastero, in realtà non ci mise un ducato. Il suo Monastero nacque in locali della Mensa vescovile accanto alla cattedrale. La costruzione dell’attuale complesso fu voluta dal Comune su suolo che era patrimonio comunale e fu finanziata dai cittadini. Quando nel 1868 l’immobile fu acquisito al patrimonio dello Stato la gestione fu affidata al Comune e fino al 1932 due rappresentanti del Comune facevano parte del Consiglio di Amministrazione dell’Educandato. Il presidente del CdA che concesse nel 1913 al Comune la Villetta Paradiso, il notaio Olivieri, era consigliere comunale della maggioranza. La nascita dell’ Istituto magistrale fu voluta dal Comune che manteneva le ragazze povere ammesse all’ Educandato con borse di studio. Le amministrazioni dell’Istituto sono state sempre proposte dal sindaco o hanno avuto il suo assenso. Se l’Istituto è un bene pubblico, l’ente comunale non è affatto estraneo, anzi è chi rappresenta legalmente e di diritto l’interesse della cittadinanza ed è giusto e doveroso che se ne occupi e chieda di gestirlo quando la gestione dello Stato, attraverso il CdA non coincida con l’interesse della città. Ed è per questo che l’attuale CdA. non è contrario a che l’Amministrazione comunale abbia la gestione del complesso. Purtroppo non si fa niente per aiutare il CdA che ho l’onore di presiedere a dare all’Istituto la funzione e il ruolo a cui ha diritto, ridotto com’è ad amministrare debiti e un fabbricato in cui convivono enti e privati, essi sì, in grave conflitto di interessi e contro l’interesse generale. Grazie per l’attenzione.

Vincenzo Esposito

La partita della gioventù 2014: il "Social World Film Festival" in campo con l'Udinese calcio

Vico Equense - Il Social World Film Festival e l'Udinese Calcio insieme per sostenere lo sport e i giovani grazie al progetto “La Partita della Gioventù”, momento di incontro della kermesse cinematografica con lo sport già avviato tre anni fa. Sabato 19 aprile, nel pre-partita della gara di Serie A Udinese-Napoli, prevista per le ore 15.00 allo Stadio Friuli di Udine, 20 ragazzi tra i 12 e i 14 anni entreranno in campo con la maglietta del Social World Film Festival e lo slogan “L'amore che unisce...i giovani allo sport”. I ragazzi fanno parte del progetto New Generation, il gruppo dei giovani supporter della squadra friulana, e parteciperanno anche allo spot per promuovere il positivo connubio tra lo sport e i giovani. L'evento sarà presentato venerdì 18 aprile nella sala stampa dello Stadio Friuli a margine della conferenza stampa di Francesco Guidolin. Nell’occasione verrà mostrata la maglia, offerta dal fashion sponsor dell’Udinese Calcio e main partner di Social World Film Festival, Youcool, che i ragazzi indosseranno per promuovere la rassegna cinematografica la cui quarta edizione si terrà a Vico Equense dal 1 al 9 giugno.

Processione del Cristo Morto

Vico Equense - Il senso della tradizione dei riti pasquali si manifesta in costiera con i cortei degli incappucciati. Diciannove, da Vico Equense (1), passando per Meta (3), Piano (7), Sant’Agnello (3), Sorrento (3) e Massa Lubrense (2), tra giovedì e venerdì santo. A Vico Equense, venerdì a partire dalle ore 20, la processione degli "incappucciati viola", organizzata dalla Arcinconfraternita dell'Assunta e Monte dei Morti. Circa cinquecento sono coloro che partecipano a questo intenso evento, accompagnato dal coro del "Miserere", in una suggestiva cornice fatta di ombre e fiaccole. La statua dell'Ecce homo, portata in processione, è l'unica del genere tra le sacre rappresentazioni della costiera sorrentina. L'Arciconfraternita dell'Assunta e Monte dei Morti venne fondata nei primi anni del diciassettesimo secolo dai padri Teatini che officiavano nella Chiesa di Santa Maria del Toro di Vico Equense. Dopo più di un secolo dalla fondazione la Congrega si trasferì nella cappella dell’Assunta, allora intitolata a Santa Maria della Pace ottenuta dal Vescovo Equense Monsignor Cosenza per la somma di 330 ducati di carlini d'argento. Questa fu poi associata all'Arciconfraternita di Santa Maria del Suffragio e dopo poco più dieci anni ottenne il regio assenso. Solo nel 1888 essa fu innalzata al rango di Arciconfraternita. La processione degli "incappucciati viola" si è svolta per la prima volta il 17 aprile 1987 e si effettua nei due anni in cui il Venerdì Santo non sfilano gli "incappucciati rossi" di Seiano, il cui sacro corteo risale ad oltre un secolo e mezzo fa. Suggestivo, nel suo itinerario che parte dal centro storico di Vico Equense, l'incontro che avviene nel castello Giusso tra le statue dell'Addolorata e del Cristo Morto, a testimoniare il dramma della Madonna alla ricerca del proprio figlio.

Itinerario della processione 


Raccolta differenziata, assegnata in premio la Ricicletta

Sorrento - Si chiama “Ricicletta” ed è una bicicletta realizzata con alluminio riciclato. E’ il premio andato ad Anna Cioffi, la cittadina di Sorrento vincitrice dell’edizione 2013 dell’Isola ecologica del tesoro, il programma di promozione della raccolta differenziata promosso dal Comune di Sorrento e da Penisolaverde, la società mista incaricata della gestione dell’igiene urbana, in collaborazione con i consorzi nazionali Comieco, Corepla, Cial, Ricrea, Coreve, Centro di Coordinamento Raee, Tetra Pak e ad Ancitel Energia ed Ambiente. La speciale due ruote è stata assegnata sulla base della raccolta differenziata record della famiglia della signora Cioffi: 133,7 chilogrammi di carta e cartone, 92,1 chilogrammi di multimateriale e 154,72 chilogrammi di vetro. Un comportamento virtuoso, come ha ricordato il sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo, che ha consegnato la Ricicletta nel corso di una cerimonia alla quale hanno preso parte l’assessore alla Cultura Maria Teresa De Angelis e il direttore di Penisolaverde, Luigi Cuomo. Prodotta attraverso il riciclo di circa 800 lattine per bevande in alluminio, la Ricicletta da dieci anni è lo strumento che Cial predilige per promuovere il messaggio ambientale di cui è portavoce. Numerosissimi infatti sono i personaggi del mondo della politica, del cinema, dello sport e dello spettacolo, che la hanno adottata diventando dei veri e propri testimonial del riciclo dell’alluminio.

Premiati i vincitori del concorso per le Palme di Confetti

Sorrento - Si è svolta ieri la cerimonia di premiazione dell’ottava edizione del concorso Le Palme di Confetti, patrocinata dall’assessorato alla Cultura del Comune di Sorrento e organizzata dal Cif, il Centro italiano femminile. All’evento hanno preso parte il sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo, l’assessore alla Cultura, Maria Teresa De Angelis, il consigliere provinciale Rosellina Russo e il presidente delle locale sezione del Cif, Patricia Iaccarino. Primi classificati nella sezione Palme Bianche e Argento, Raffaella Gargiulo e Carmela di Angelis, entrambe di Massa Lubrense, per la sezione Palme colorate, Filomena Ferraiuolo, di Sant’Agnello. Ex aequo per la sezione Palme di fico, per Marianna Miniero di Vico Equense e Rita De Maio di Sant’Agnello, mentre per la sezione dedicata ai bambini, sono risultati vincitori Francesco Mancone e Giuseppe Di Martino di Sorrento. Le palme di confetti rappresentano rami e cestini con fiori, realizzati con confetti di diversa misura e colore. Una tradizione secolare legata al periodo pasquale. Le opere che hanno partecipato al concorso resteranno in mostra fino al 28 aprile prossimo, presso il chiostro di San Francesco, dalle ore 10 alle 13 e dalle 16 alle 18 e trenta.

mercoledì 16 aprile 2014

Vico Equense - SS.Trinità, riceviamo e pubblichiamo le osservazioni dell'Onorevole Luisa Bossa

Gentile direttore, 
leggo sul vostro sito in data 15 aprile un articolo dal titolo “SS.Trinità. Vincenzo Esposito, presidente dell’Ente: “I miei consiglieri vanno rispettati e ringraziati per quello che sono e per quello che fanno nell’interesse pubblico”. In esso, il presidente Vincenzo Esposito sostiene che “la deputata del collegio Onorevole Bossa interrogò il Ministro dell’Istruzione preoccupata del fatto che il nuovo CdA potesse essere costituito da persone in conflitto di interessi. Mi chiedo quale possa essere il conflitto nello svolgere un compito per dovere civico”. Il presidente poi aggiunge che “E’ ignobile accusarli di conflitto di interessi o di incompatibilità quando devono confrontarsi con abusi e ostacoli di ogni genere e col rischio di essere anche aggrediti. A certe persone che si ostinano a difendere cause perse contro l’interesse del paese, non fa difetto soltanto il buon senso.” Visto che vengo chiamata in causa mi corre l’obbligo di aprire un capitolo che, nella serata di lunedì, presso l’aula consiliare, alla iniziativa dell’Associazione Culturale “Amici di Media Duemila Onlus” non ho voluto aprire solo per rispetto verso il tema della discussione, e anche per non trasformare una serata di confronto sui temi in uno scontro sulle persone. In data 5 giugno 2013 ho presentato una interrogazione al Ministro dell’Istruzione sollevando la questione dell’ “anomalia, incompatibilità e conflitto di interesse” nella presenza di due consiglieri comunale nel Consiglio di amministrazione dell’istituto SS. Trinità e Paradiso, evidenziando che la cosa non era mai avvenuta in 200 anni di storia dell’Istituto e che diverse erano le situazioni in cui l'istituto e il comune compaiono in contrapposizione per cui appare singolare poter rivestire contemporaneamente il ruolo di rappresentante dell’uno e dell’altro ente.
 

Luigi Savarese nell’assemblea nazionale del Nuovo Centrodestra

Vico Equense - Si è da poco conclusa, alla Fiera di Roma, l’assemblea costituente del Nuovo Centro Destra che ha consacrato gli organi dirigenti del partito. L’assemblea costituente, ha eletto, oltre ad Angelino Alfano come presidente nazionale, anche i 400 membri dell’Assemblea Nazionale. Tra questi figura il Consigliere Comunale di Vico Equense, Luigi Savarese. Il NCD ha deciso di far scegliere i propri dirigenti agli iscritti e la risposta è stata straordinaria con la Campania che è stata la regione a far registrare il maggior afflusso in Italia con oltre 1500 persone giunte a votare. Enorme il dato di partecipazione: su 11.847 aventi diritto si sono accreditati al voto presso la Fiera di Roma 8.326 persone e in 7.861 hanno votato. Fra questi, 821 hanno votato con delega, 42 sono risultate le schede bianche e 45 le schede nulle. Dell'assemblea, insieme ai 400 membri elettivi, faranno parte a norma di statuto i componenti di diritto e i membri aggiuntivi che il presidente ha facoltà di nominare in numero pari a un massimo del 10 per cento dei componenti elettivi.

Pd, il mostro di Alimuri va abbattuto. Punto!

di Franca Rossi, segretaria del circolo Pd "Carlo Fermariello"

Vico Equense - Il mostro di Alimuri va abbattuto. Punto! Senza voler entrare nel merito delle questioni di impatto ambientale sotto gli occhi di tutti e ampiamente condivise da noi e dalla totalità dei cittadini e delle associazioni, è stato rilevato che allo stato attuale il manufatto è anche privo di licenza edilizia? Bene! L’ Amministrazione Comunale, attraverso l’Assessore Antonio Elefante, ha fatto sapere che l’azione di demolizione potrà essere esperita immediatamente? Benissimo! Allora si abbatta subito il manufatto abusivo e si eseguano i lavori in danno, perché non è giusto che per abbattere un’opera abusiva paghi la collettività. La Saan, proprietaria dell’area, ha dichiarato di avere seri dubbi anche sui progetti futuri dell’ente e sul successivo utilizzo dell’area “a fini turistici e balneari”, quasi a voler far intendere che il sacrosanto dovere di abbattimento debba essere subordinato al futuro utilizzo dell’area , cioè a un “contentino” tipo “solarium” Ma dell’utilizzo dell’area non si dovrebbe discutere solo dopo l’abbattimento e non prima? Sembra tanto che si vogliano intorbidare le acque per girare intorno al problema principale che è e resta la demolizione “senza se e senza ma ” .

Gli auguri di Flora Beneduce

Vico Equense - La Pasqua non è un giorno, ma una dimensione di fede e, soprattutto, di vita. La Pasqua è una meta, a cui si giunge dopo un calvario di sofferenze, con i passi pesanti di chi porta una croce. Hanno nomi diversi le nostre croci – malattie, incomprensioni, solitudini, abbandoni, lutti, difficoltà economiche -, ma tutte intorpidiscono la volontà di essere felici e la speranza che in futuro possa esserci nuovamente vita. Eppure, oltre il nostro dolore, c’è la luce, c’è la Resurrezione, c’è la Pasqua. Il mio augurio è che ciascuno di noi possa sentire la propria sofferenza come una contingenza temporanea, di passaggio. Perché, dopo l’agonia del presente, c’è una promessa, che ciascuno di noi può colorare dei progetti, delle aspettative, delle sfumature che desidera.

Riapre al traffico la strada del Faito. I residenti: c'è ancora rischio frane

Vico Equense - Il periodo di totale isolamento degli abitanti di monte Faito è finito. Riaperta l’ex strada statale 269, chiusa agli inizi di marzo per frana. Dopo oltre un mese di stand-by la scorsa settimana sono cominciati i lavori di messa in sicurezza ad opera del Genio civile della Regione Campania. Sono bastati tre giorni di attività per rendere l’area nuovamente agibile. Lunghi, invece, sono stati i tempi di attesa per l’intervento, che hanno causato non pochi disagi agli abitanti del luogo, rimasti isolati. Da anni, ormai, è infatti interrotta la strada del versante Castellammare mentre il servizio funivia è stato disattivato due estati fa. Sul gigante verde della penisola, il mese scorso, a cedere è stato un masso di dimensioni pari a metà della strada; altre piccole rocce si sono, poi, staccate nel corso dei giorni successivi. L’intervento del Genio civile, pari a un impegno economico di 25mila euro, ha riguardato esclusivamente il costone soggetto alla frana ma la situazione in altri punti è rimasta invariata. I residenti avevano, invece, chiesto interventi più consistenti. «In diversi punti della montagna vi sono rocce sporgenti che potrebbero cedere da un momento all’altro e finire in strada. In altri tratti, invece, la rete metallica di protezione della parete non è ben legata e mancano i cavi. Ci auguriamo che vengano fatti gli opportuni interventi in tutta la zona», avevano detto gli abitanti. Circa un centinaio le persone che vivono sulla montagna, otto gli esercizi commerciali attivi tra cui bar, rifugi e ristoranti, numerosi i tecnici delle stazioni televisive che ogni giorno raggiungono il Faito. In questo periodo i residenti non hanno potuto nemmeno accompagnare i figli a scuola. Un sacrificio che avevano accettato volentieri pur di giungere a una soluzione definitiva del problema frane. La zona dove si è staccata la roccia è stata messa in sicurezza ma rimane ancora il rischio di caduta massi in tutto il resto dell’area. Altro problema ancora da risolvere è quello della funivia. Grande è stata la preoccupazione di questi ultimi giorni dopo la notizia della sua probabile chiusura definitiva: la Regione aveva stanziato 2 milioni di euro per la riqualificazione dell’area e la messa in funzione dell’impianto ma nessuno intendeva accollarsi la spesa per la gestione del servizio. Adesso è stata trovata una strada: sarà stilato un bando per affidarne la gestione con la procedura del project financing. (Fonte: Ilenia De Rosa da Il Mattino)

Pronto il "disegno" della giunta. Dopo un anno arrivano le deleghe

Fonte: Ilenia De Rosa da Il Mattino

Vico Equense - Nuovo assetto per la squadra politica guidata dal sindaco Gennaro Cinque. Da quasi un anno senza deleghe, oggi agli assessori sono stati affidati nuovamente i settori di competenza. Giuseppe Ferraro si occuperà di turismo, contenzioso, sport, spettacolo, cultura, ambiente, ecologia; a Marinella Cioffi toccheranno le politiche sociali, quelle giovanili e il settore scuola; ad Antonio Di Martino sono state affidate le problematiche del Faito, demanio, spiaggia, corso pubblico, bilancio; il vicesindaco Benedetto Migliaccio tratterà di pianificazione, programmazione e ufficio Europa; al neoassessore Antonio Elefante sono stati attribuiti lavori pubblici, edilizia privata, personale e servizi del territorio. Inoltre, pochi mesi fa, nello staff del sindaco è entrato nuovamente l’ingegnere Francesco Coppola, mentre la cabina di regia, organo di coordinamento a trecentosessanta gradi per la giunta, è stata affidata a un altro fedelissimo di Cinque, Giuseppe Guida. E’ stato nominato assessore due mesi fa, invece, Antonio Elefante. L’ingegnere dell’azienda Saec è stato chiamato a colmare un vuoto lasciato da Giuseppe Russo, che si occupava di protezione Civile, volontariato, verde pubblico, arredo urbano, viabilità, manutenzione, infrastrutture a rete, edilizia scolastica, polizia locale e corso Pubblico. «Continuo a non capire le ragioni che hanno spinto Russo ad andare via ma ho aspettato tanto e non posso più perdere tempo. Le cose in programma sono tante e ho bisogno del contributo di nuove persone.
 

Servizi sociali, la minoranza va all’attacco

“Una brutta figura del Sindaco Cinque” 

Vico Equense - “Avessero approvato la delibera proposta ad agosto dai nostri consiglieri, questa situazione non si sarebbe verificata.” IN Movimento per Vico torna all’attacco dell’Amministrazione comunale. L’argomento è la gestione dei servizi sociali e, soprattutto, la scelta assunta dall’Ente Municipale di uscire dal Piano sociale di zona. Nei giorni scorsi il Comune di Vico Equense ha perso, davanti al Tar, contro la Regione Campania in merito all’esercizio dei poteri sostitutivi ed alla nomina del Commissario ad acta. Il Tribunale ha rigettato la domanda sospensiva, proposta con il ricorso presentato dal Sindaco Gennaro Cinque di misure cautelari che aveva impugnato sia la delibera della Giunta regionale di commissariamento sia il decreto del Presidente Caldoro di nomina dell’Avvocato Giovanni Reggio quale commissario ad acta. Analogo ricorso, ugualmente respinto, era stato presentato anche dal Sindaco di Meta, Paolo Trapani. Il Collegio giudicante ha ritenuto che, in relazione al pregiudizio prospettato e alle censure dedotte in giudizio, non sussistono le ragioni per l’applicazione di misure cautelari. Secondo il Tribunale, il ricorso non appare assistito dal prescritto “fumus boni iuris”, sussistendo i presupposti per l’esercizio del potere sostitutivo nei confronti dei Comuni di Massa Lubrense, Meta, Piano di Sorrento, Sant’Agnello, Sorrento e Vico Equense, aggregati nell’ambito NA 33, risultati inadempienti all’obbligo di adottare il Piano di zona. Il commissario ad acta ha avuto 60 giorni di tempo per adottare, in sostituzione degli organi comunali elettivi, il Piano di zona e sottoscrivere l’accordo di programma. Un contenzioso, quello discusso dal Tribunale amministrativo che ha visto perdere l’ente del sindaco Gennaro Cinque. Da qui la stoccata dell’opposizione. “I cittadini di Vico – commentano - hanno pagato due volte la scelta insensata del Sindaco: Non partecipando alla distribuzione dei finanziamenti destinati ai comuni associati e non a quelli "isolazionisti" come Vico Equense; pagando le spese legali di un ricorso senza nè testa e nè coda che tutti sapevano che il Comune avrebbe perso.” In ogni caso, non è da escludere che il Comune di Vico Equense ricorra contro questa sentenza al Consiglio di Stato.

Nuovo portale dei servizi del Comune di Vico Equense

Riceviamo e pubblichiamo 

Vico Equense - Il nostro impegno ed obbiettivo è un’Amministrazione aperta, al servizio del Cittadino, semplice e fruibile, tutto da un'unica piattaforma rispondente alla recente normativa del CAD - il “Codice dell’Amministrazione Digitale”. Un'innovazione resa possibile da un attento studio, da parte di un Team di esperti, degli ultimi scenari tecnologici, al fine di creare un sistema a base dati unificato che, oltre a snellire e centralizzare i processi interni, offra un'unica interfaccia esterna verso i cittadini, sia per la trasparenza che per i servizi online di prossima attivazione, quali in primis anagrafe digitale e gestione della posizione tributaria. Le varie sezioni del nuovo Portale, contengono importanti novità, partendo da un rinnovato Albo Pretorio on line, molto più fruibile ed immediato rispetto al precedente, proseguendo poi con lo Storico Atti - dove sarà possibile risalire, in tempo reale, a tutti i documenti amministrativi dal 07/08/2012 in poi- l’Albo dei Beneficiari, la Sezione Gare ed Appalti, e quella dedicata alla Trasparenza Amministrativa, secondo le disposizioni del D. Lgs. 14 marzo 2013 n.33. Il portale http://smartcity.comune.vicoequense.na.it/ vuol essere un punto di riferimento per la cittadinanza, ma in continuo aggiornamento e sviluppo, pertanto qualora ci dovessero essere dei malfunzionamenti, in fase di start up, ce ne scusiamo in anticipo, ma siamo sicuri che, anche grazie alle vostre segnalazioni ed ai vostri suggerimenti, potremo migliorare sempre più i servizi. Insomma, stiamo lavorando per innovarci, risparmiare, informare, per rimanere al passo coi tempi, per offrire sempre nuovi servizi e anche un po' di comodità ai cittadini.

Comune di Vico Equense 
Il Team “Vico Digitale”

Demolizione Ecomostro, caso al Tar

Vico Equense - Il caso dell’ecomostro di Alimuri a breve potrebbe sbarcare davanti al Tar. La proprietà sta valutando tutte le mosse del Comune di Vico Equense, a rivelarlo, oggi, il quotidiano Metropolis. Risale a poche settimane fa, infatti, la notizia dell’abbattimento dello scheletro di cemento che da anni deturpa il paesaggio della costiera. Dopo un’accurata ricerca presso gli archivi della Soprintendenza ai beni architettonici e paesaggistici è stata trovata l’autorizzazione concessa all’epoca ai proprietari. Confrontata con il rilievo effettuato sul luogo nel 2010 dai tecnici della Procura di Torre Annunziata è emerso che ci sono delle difformità, pertanto l’immobile è del tutto illegittimo. Con questo nuovo presupposto è possibile seguire una strada molto più veloce per l’abbattimento. L’ufficio tecnico di Vico Equense, ha già varato due provvedimenti che, su spinta dell’assessore ai lavori pubblici Antonio Elefante, potrebbero portare – a detta dei vertici dell’amministrazione comunale – al futuro abbattimento dello scheletro di cemento dell’albergo che deturpa la baia da oltre cinquant’anni. In primis, l’Utc ha ufficialmente dichiarato “illeggitimo” l’immobile così come già evidenziato dalla delibera di indirizzo votata dalla giunta un mese fa. Ciò, così come comunicato informalmente dall’assessore Elefante, sblocherebbe l’iter per la demolizione diretta dell’Ecomostro. A seguire, l’ufficio tecnico ha anche dato il via libera al procedimento per annullare definitivamente l’accordo Rutelli, quello stipulato del 2007 con la supervisione dell’allora ministro all’ambiente, che prevedeva la possibilità di ricostruire altrove – a favore della società proprietaria del manufatto – una struttura di pari volumetria dello scheletro dell’albergo. Il Comune di Vico Equense intende far partire la gara d’appalto per la demolizione dell’Ecomostro “in tempi brevi” fa sapere oggi Elefante. Stando ai programmi dell’amministrazione, al posto dell’Ecomostro, si valuta l’ipotesi di realizzare un lido balneare: progetto su cui però si dovrà esprimere la Soprintendenza. "Certi annunci in pompa magna dei giorni scorsi forse sono stati un po' troppo trionfalistici", il commento di IN Movimento per Vico.

Festival Music Week, Andrea Rodini presidente di giuria

Andrea Rodini 
Vico Equense - Si è completata, in questi giorni, la giuria tecnica della seconda edizione del Festival Music Weeek, concorso musicale che si terrà questa estate a Vico Equense e le cui iscrizioni sono aperte fino a Maggio. Presidente della giuria tecnica, che assegnerà il premio Miglior Inedito sarà il vocal coach Andrea Rodini, vocalist al fianco di Massimo Ranieri, Elisa e Biagio Antonacci, e docente di canto presso il CPM Music Institute; Vocal coach 1,2 edizione di x Factor nella squadra di Morgan, giudice a Sanremolab 2008, produttore e manager di Renzo Rubino, premio della critica "Mia Martini" a Sanremo 2013 premio miglior arrangiamento Sanremo 2014. Insiema a lui in giuria, anche quest'anno, Max Carola, fodatore della Maxsound Vibe Studios, da anni nel campo della musica, ha lavorato con Pino Daniele, Enzo Avitabile, James Senese, Enzo Gragnaniello. Il vincitore di questa edizione porterà a casa un buono del valore di 2000 € per la realizzazione di 3 brani negli studi di registrazione Maxsound. Il buono include anche la produzione artistica, registrazione, missaggio, mastering e la distribuzione digitale sui maggiori network nazionali ed internazionali. Inoltre il FestivalMusciWeek in collaborazione con la Maxsound Vibe Sudios garantirà una promozione della band a 360 gradi dai passaggi radiofonici con Radio Punto Zero, media partner e radio sponsor ufficiale della manifestazione, alla organizzazione di eventi di promozione del brano.
 

Taekwondo, Vico trionfa con Cuomo

Vico Equense - Ancora un grande risultato per il giovane vicano Andrea Cuomo. Il sedicenne della “Taekwondo Vico” ha conquistato il bronzo nel quindicesimo open internazionale di Barcellona nel corso dell’ultimo weekend. Tre giorni che hanno visto protagonista Cuomo che sì è fermato solo in semifinale nella categoria senior (58 kg), battuto di misura da un avversario sardo di quattro anni più grande che poi s’è laureato campione. Un bel risultato per il giovane atleta di Vico Equense, accompagnato in Spagna dal suo allenatore Giuseppe D’Aniello, ex atleta della nazionale italiana taekwondo. Determinazione e grinta sono le caratteristiche che contraddistinguono il giovane atleta che pratica questo sport dall’età di 4 anni. Prossimo appuntamento il primo giugno a Roma, con il Campionato nazionale Csen.

Vico Equense, il sindaco distribuisce le deleghe agli assessori

Vico Equense - Il Sindaco di Vico Equense, Gennaro Cinque, ha distribuito le deleghe agli assessori della propria squadra amministrativa. Pianificazione, programmazione e ufficio Europa, sono stati affidati al Vicesindaco Benedetto Migliaccio. Giuseppe Ferraro, si occuperà invece di attività produttive, turismo, contenzioso, sport, spettacolo, cultura, ambiente, ecologia. L’assessore Antonio Di Martino ha ottenuto le deleghe al Faito, demanio, spiaggia, corso pubblico, bilancio e patrimonio. Marinella Cioffi curerà i rami delle politiche sociali, quelle giovanili e il settore scuola. Lavori pubblici, edilizia privata, condono e servizi del territorio, sono le deleghe che il Primo cittadino ha assegnato al neo assessore Antonio Elefante. “Sulla mancata attribuzione delle deleghe, in questi mesi, sono state fatte polemiche del tutto inutili”, ha commentato il Sindaco Gennaro Cinque, aggiungendo: “Gli Assessori, oltre alla mia fiducia, hanno sempre avuto il mio pieno ed incondizionato sostegno. Si tratta adesso di intensificare l’azione e l’iniziativa recuperando innanzitutto la più ampia concertazione politica. Sono certo – conclude Cinque – che la mia squadra è in grado di affrontare le emergenze che si presenteranno e di pianificare specifiche progettualità per il futuro.” Il Primo cittadino ha tenuto per se la delega al personale.

martedì 15 aprile 2014

Incidente stradale a Moiano, coinvolte tre ragazzine

Vico Equense - Incidente stradale nella frazione di Moiano. Un’auto, almeno dalle prime informazioni che abbiamo, ha perso il controllo urtando un muretto. La cinquecento di colore grigio guidata da un 55enne del luogo, nell’impatto ha colpito tre ragazzine, di età compresa tra i 12 e 13 anni, che salivano verso il bivio di Faito. Due sono state prese di striscio e hanno riportato solo escoriazioni leggere, la terza, anche se è sempre rimasta vigile,  è stata trasportata all’Ospedale di Sorrento. Fortunatamente le sue condizioni non sono gravi, ha riportato solo contusioni, soprattutto alle gambe, ma nessuna frattura. Sull’incidente, avvenuto questo pomeriggio, indagano i vigili urbani di Vico Equense. Per ora l'ipotesi più accreditata pare essere un malessere del conducente, sembrerebbe escluso l'asfalto scivoloso per la pioggia.

Videosorveglianza contro l'abbandono dei rifiuti urbani

Vico Equense - Il fenomeno dell’abbandono di rifiuti urbani e speciali, nonostante la capillare rete di servizi di raccolta, sta assumendo in alcune realtà del territorio dimensioni notevoli, generando degrado e mettendo talvolta a rischio la salute dei cittadini. Per arginare tale fenomeno, segnalato anche dalla Polizia Municipale, saranno installate delle telecamere per la videosorveglianza. Due i punti individuati: in prossimità dell’impianto di sollevamento GORI ubicato a Moiano, e in via Raffaele Bosco a circa 80  metri dall’incrocio con Via S.Maria del Castello, direzione Ticciano.

XIX edizione del Premio Penisola Sorrentina Arturo Esposito

Piano di Sorrento - Dopo la partecipazione e l’anteprima del piano dell’opera 2014 alla Borsa internazionale del turismo di Milano e alla Borsa mediterranea del turismo di Napoli, la XIX edizione del Premio Penisola Sorrentina Arturo Esposito® è stata presentata ufficialmente lunedì 14 aprile, presso la Sala Giunta della Regione Campania, all’interno del cartello dei “Grandi Eventi” regionali, strettamente collegati alla programmazione del Grand Tour, promosso dall’Assessorato al Turismo e Beni Culturali. Soddisfazione esprime l’organizzatore e Direttore del Premio, Mario Esposito. «È un successo non più solo personale, ma collettivo. Un Premio che cresce e che si istituzionalizza diventa, infatti, l’occasione di un compiacimento accompagnato, però, dall’invito a maggiori responsabilità e più tenaci consapevolezze. In un momento estremamente difficile per la cultura, riuscire a mettere in campo un calendario integrato tra territori e un’offerta di iniziative di rilievo, con un intervento di collegamento dell’Assessorato al Turismo e Beni Culturali regionale dotato di grande smalto e lungimiranza, è un obiettivo qualificato e strategico». La Regione Campania ha inteso finanziare la XIX edizione del Premio Penisola Sorrentina Arturo Esposito® con un contributo (su risorse europee POR FESR vincolate, ossia destinate ad iniziative specificamente di promozione turistica e culturale e non dirottabili su altre spese) di 170.000€, cui si aggiungeranno altri 5.000€ da parte della direzione organizzativa e 10.000€ da parte del Comune di Piano di Sorrento. A completare il budget previsto le spese ordinarie di gestione che non afferiscono in maniera diretta ed esclusiva al progetto, ma verranno poste a regime per ottimizzare i costi: dal personale in dotazione al Comune, all’utilizzo di Villa Fondi e ogni altra esigenza prevista. «È con grande soddisfazione - commenta il Sindaco di Piano di Sorrento Giovanni Ruggiero - che guardo all’ottenimento di questo ulteriore riconoscimento, anche economico, da parte della Regione Campania a favore della Città di Piano di Sorrento. La continuità è senza dubbio sintomo di qualità e se da una parte il Premio Penisola Sorrentina Arturo Esposito® continua ad affermare la propria validità dell’offerta culturale e turistica, dall’altra parte anche il Comune di Piano di Sorrento si conferma un attrattore per i finanziamenti destinati a tanti settori in cui la nostra Amministrazione e il nostro territorio decide di investire e sui quali punta per la sua crescita». Novità per l’edizione 2014 è il ponte di incontro tra la costiera sorrentina e amalfitana. Il Premio Arturo Esposito® prevede quest’anno due sezioni: una “summer”, che si svolgerà ad Amalfi, dedicata al turismo sportivo e realizzata in collaborazione con DGS Sport&Cultura e l’Associazione Italiana Allenatori Calcio presieduta da Renzo Ulivieri, con il patrocinio della FGC presieduta da Giancarlo Abete; e quella “winter”, che porterà ad ottobre a Piano di Sorrento eccellenze del giornalismo, dello spettacolo, della tv.
 

Albero-scultura di Esposito, la Città divisa su facebook

Fonte: Claudia Esposito da Il Mattino

Vico Equense - È stata installata soltanto da pochi giorni ma già divide l’opinione pubblica e fa storcere il naso agli ambientalisti. Si tratta della scultura in bronzo fatta collocare dalla ditta Napoletanagas alla «Villetta Paradiso», uno degli scorci più panoramici e caratteristici della cittadina vicana. L’opera, approvata dalla Sovrintendenza e già prevista nella convenzione tra l’amministrazione comunale e la concessionaria dei lavori di metanizzazione, consiste in un cilindro bronzeo di 3,20 metri con le tradizionali maschere di Pulcinella, una realizzazione del celebre artista Lello Esposito. La colonna, che da lontano sembra quasi una corteccia d’albero, non ha soltanto funzione ornamentale ma nasconde, in realtà, anche uno scopo più pratico: serve infatti a mascherare, al suo interno, lo sfiato di sicurezza delle condutture del gas. Però questa soluzione artistica ha suscitato numerose perplessità. Su Facebook si moltiplicano infatti i commenti negativi dei cittadini: «È una cosa inguardabile. Dobbiamo sopportare che ci deturpino il paesaggio e dobbiamo stare zitti perché questa per loro sarebbe un’opera d’arte»; «Orrendo, rovina il paesaggio e la natura che c’è intorno»; «Stavo morendo dal ridere, ci sono nasoni ovunque. E questa è l’arte moderna?». «Stupisce che la Sovrintendenza abbia dato il suo assenso a questa installazione – commenta Franco Cuomo dei Vas, Verdi ambiente e società – si tratta di un vero attentato al paesaggio in una zona vincolata. Bastava collocare lo sfiato soltanto pochi metri più in là, verso l’ex hotel Cristallo, per non rovinare la villetta e inquietare il paesaggio, ad oggi già devastato dalla capitozzatura dei lecci rimasti privi della loro chioma. Mi chiedo perché sulla vicenda non si sia espresso il consiglio di amministrazione dell’istituto SS. Trinità, proprietario della villetta».
 

Caserma dei Carabinieri: «Nessuno sfratto esecutivo»

Piano di Sorrento - Facendo seguito alle vicende mediatiche che hanno visto protagonista la Caserma dell’Arma dei Carabinieri di Piano di Sorrento, l’Amministrazione comunale e i proprietari dell’immobile di Corso Italia intendono fare chiarezza. «Non c’è alcuno sfratto esecutivo in atto - sottolinea la famiglia Acanfora - e siamo amareggiati per quello che è stato scritto e detto in questi giorni, perché non rientra minimamente nel modo di agire della nostra famiglia. Abbiamo sempre operato scelte che permettessero alle Forze dell’Ordine di rimanere sul territorio, anche e soprattutto a discapito di qualsiasi convenienza o tornaconto economico». L’Amministrazione comunale, nella persona del Sindaco Giovanni Ruggiero, inoltre, aggiunge: «È sicuramente nostro interesse mantenere viva la presenza dell’Arma dei Carabinieri in città garantendone, così, la sicurezza e il prestigio. Ringraziamo i proprietari dell’immobile per la collaborazione, e ribadiamo il nostro impegno, come manifestato negli ultimi anni anche con la preparazione di progetti specifici, e la nostra disponibilità nel valutare in tempi brevi tutte le soluzioni alternative possibili».


Pasqua da tutto esaurito nelle strutture ricettive extralberghiere di gran parte delle località turistiche della Campania


Regione Campania - Pasqua da tutto esaurito nelle strutture ricettive extralberghiere di gran parte delle località turistiche della Campania. A confermarlo sono i dati raccolti dall’Osservatorio statistico dell’Abbac, l’associazione che rappresenta il settore che ha effettuato un sondaggio a campione su circa cento strutture associate. Complice anche la Pasqua bassa vi sono segnali incoraggianti per questo fine settimana con importanti flussi turistici sia di italiani che di stranieri con maggiore propensione per quest’ultimi. La città di Napoli sfiora l’80% di occupazione delle camere nei b&b e case vacanze, tutto esaurito nelle strutture del centro storico e lungomare ma anche altre zone registrano un trend positivo. La media a Napoli è di un 1,5 di pernottamento. Si registra il sold out in Penisola Sorrentina, nelle isole del Golfo e in Costiera Amalfitana dove la media di permanenza arriva anche a due pernottamenti. In questo caso prenotazioni confermate in queste ore dagli italiani, con maggiore anticipo invece per gli stranieri. Segnali incoraggianti anche per il Cilento, almeno il 50% delle strutture interpellate confermano prenotazioni per un pernotto, e le aree interne. Più escursionistici invece i flussi turistici per l’Irpinia, Alto Casertano e Beneventano, mete preferite per gite fuori porta, ma vi sono buoni dati anche per Salerno che avrà molti ospiti almeno per un pernottamento in questo fine settimana. “Il sondaggio Swg commissionato da Confesercenti nazionale conferma il trend che avevamo previsto- dichiara il presidente Abbac Agostino Ingenito- Sono in molti a preferire la Campania con i suoi numerosi atrrattori culturali e naturalistici e a scegliere la nostra formula di ospitalità familiare”. La crisi economica morde tanto che secondo il sondaggio Swg non sarà una Pasqua scacciacrisi ma con la presenza dei ponti del 25 aprile e primo maggio , 13 milioni di italiani adulti (30%) hanno deciso di regalarsi una vacanza fuori della propria città. Il restante 70% (circa 32 milioni) preferisce un Pasqua…casalinga, magari con qualche rapida fuga, se il tempo lo permetterà, verso le località più vicine, al mare, in collina o in montagna.
 

Protezione civile, nuova ondata di maltempo

Regione Campania - La Protezione civile regionale comunica che la nuova perturbazione che sta interessando la Campania tenderà ad intensificarsi dalle prossime ore, con fenomeni intensi anche a carattere di forte rovescio o temporale. In particolare, è prevista anche una moderata criticità idrogeologica sull'intero territorio per l'impatto che le condizioni meteorologiche potranno avere sul territorio. L’Assessorato regionale alla Protezione civile ha già emanato l'avviso. La Sala operativa regionale seguirà l'evolversi della situazione, attuando il presidio mediante l'attivazione dei tecnici della protezione civile e della Arcadis (Agenzia regionale per la difesa del suolo), in stretto contatto anche con la Direzione regionale Protezione civile e con l'assessore delegato Edoardo Cosenza. Il bollettino meteo raccomanda alle autorità competenti di prestare attenzione alla corretta tenuta del reticolo idrografico e di porre in essere tutte le attività atte a prevenire i rischi connessi al dissesto idrogeologico ed idraulico. E’ previsto anche un brusco abbassamento delle temperature con possibili nevicate sui rilievi appenninici oltre i 900 metri. Infine, ci sarà vento forte e mare agitato.

Sirena D'Oro: Da Sicilia,Toscana e Calabra le migliori Dop e Igp d'Italia

Vincono la 12ma edizione del concorso nazionale le Dop Monti Iblei (Monte Lauro) e Bruzio (Valle Crati), e l’Igp toscano. La proclamazione questa mattina nella sala stampa della Camera dei deputati. 

Roma - Nel 2014 i migliori oli extravergine di oliva Dop e Igp d’Italia appartengono a Sicilia, Toscana e Calabria. E’ questo il verdetto della dodicesima edizione del Sirena d’Oro, concorso nazionale promosso dalla Città di Sorrento in collaborazione con FederDop Olio, Unaprol, Aifo e Associazione Oleum. Complessivamente, nelle tre categorie del premio – fruttato leggero, medio e intenso – sono stati assegnati riconoscimenti a 7 regioni d’Italia. Premiate inoltre 6 Dop con la Gran Menzione. L’edizione 2014 del concorso è stata indetta in un’annata contraddistinta da una campagna olearia che in tutta Italia ha avuto rese molto inferiori rispetto alla media. Ciò nonostante le aziende iscritte al Premio sono state numerose: 165, di cui ammesse 157, in rappresentanza di 36 aree DOP e IGP. Gli oli vincitori sono stati proclamati questa mattina, presso la sala stampa della Camera dei deputati, nel corso di un convegno al quale hanno partecipato Colomba Mongiello e Paolo Russo, componenti della XIII Commissione Agricoltura della Camera dei deputati, il sindaco e il vice sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo e Giuseppe Stinga, l’assessore dell’Agricoltura della Regione Campania Daniela Nugnes, il presidente di Unaprol Massimo Gargano, il presidente di FederDop Olio Daniele Salvagno e il direttore dell’Aifo Giampaolo Sodano.
 

Punta Gradelle, riparte il cantiere dopo 30 mesi di stop

Fonte: Fabrizio Geremicca da Il Corriere del Mezzogiorno 

Vico Equense - Ricominciano i lavori, interrotti da due anni e mezzo, per realizzare il depuratore di Punta Gradelle, nella roccia tra Vico Equense e Meta di Sorrento. Le imprese appaltatrici dell’opera – in prima fila il Consorzio cooperative costruzioni – hanno raggiunto finalmente una intesa con la Regione Campania. Quest’ultima ha saldato due stati di avanzamenti, per circa due milioni e mezzo di euro, e si impegna a garantire, per il futuro, regolarità dei pagamenti. Le ditte appaltatrici, che avevano avanzato riserve(pretese di maggiori compensi dovuti a maggiori spese imprevedibili, n.d.r.) per di 25 milioni di euro, hanno alla fine accettato una transazione per poco più di due milioni. Li incasseranno a fine giugno. Di qui a qualche settimana, dunque, riprenderanno le attività nel cantiere. Bisogna completare la galleria – mancano circa 600 metri – e, soprattutto, vanno messi a terra ed attivati i pezzi del depuratore. Si prevede che l’opera, salvo ulteriori imprevisti, entrerà in funzione entro giugno 2015. Circa nove anni dopo la firma del contratto di appalto, dunque, e quattro anni dopo la data che era stata inizialmente indicata per la conclusione dei lavori. L’impianto, infatti, avrebbe dovuto essere operativo nel 2011. Sono trascorsi da allora tre anni ed è accaduto di tutto: il fallimento di Intini, una delle società impegnate nell’intervento; il fermo e l’abbandono del cantiere; i continui annunci di una imminente ripresa, sempre traditi.