mercoledì 29 luglio 2015

Verso la costruzione del Piano del Parco dei Monti Lattari

Antonio Di Martino
di Antonio Di Martino, assessore al bilancio 

Vico Equense - Il 23 luglio scorso su convocazione del commissario Giuseppe Guida, si è riunita la Comunità del Parco, ovvero l’assemblea dei rappresentanti dei comuni e degli enti costituenti il Parco dei Monti Lattari. All’ordine del giorno bilancio consuntivo 2014 e previsionale 2015 ed inoltre la cosa più importante, la discussione sulla relazione al preliminare del cosiddetto Piano del Parco, ovvero lo strumento programmatorio strategico del territorio protetto dei Monti Lattari, oramai atteso da quasi 10 anni. L’incarico della redazione del preliminare, e poi del piano vero e proprio, è stato dato al professor Guido Riano autorevole ed esperto urbanista. Il professor Riano era presente all’assemblea e ha ampiamente illustrato le linee guida preliminari a tutti i rappresentanti dei 18 enti presenti sui 27 costituenti la Comunità del Parco. Alla fine, dopo numerosi interventi, le linee guida sono state oggetto di favorevole parere alla unanimità. In effetti sia per le proposte di bilancio che anche per le linee guida del preliminare, datosi il commissariamento dell’Ente Parco, alla assemblea era soltanto richiesto un parere, in quanto esiste al momento un solo organo monocratico rappresentato dal ex Presidente storico del parco Giuseppe Guida.
 

Vico Equense - Funivia del Faito, si parte


martedì 28 luglio 2015

Domani riunione in piazza a Vico Equense


Fonte: Il Mattino

Vico Equense - La Napoliboxe di Lino Silvestri torna in piazza. Dopo i successi al centro di Napoli (Sanità, via Toledo, piazza Vanvitelli) la società dei Ventaglieri si sposta in costiera sorrentina, a Vico Equense. Sarà la prima volta che il comune costiero ospiterà una riunione di pugilato e l’occasione arriva grazie alla presenza di due atleti nativi di Vico che si stanno affermando nella palestra del maestro Silvestri. «Il sindaco di Vico Equense, Benedetto Migliaccio, ha voluto fortemente questo evento – spiega Lino Silvestri -. Ha voluto far combattere Angela e Davide Saraiello, che sono nati a Vico, davanti ai loro concittadini, portando per la prima volta un evento di questo tipo in paese. Angela, in particolare, è una ragazza che sta mostrando grandi qualità, è ancora imbattuta e vorrà mostrare i suoi colpi migliori anche nella sua città natale.
 

Centinaia di alberghi a rischio chiusura per le nuove norme antincendio

Assoturismo chiede sostegno dal Governatore 

Regione Campania - Le istituzioni non vogliono bene al turismo. La nuova normativa antincendio mette sul lastrico e a rischio centinaia di alberghi in Italia e nella nostra regione. L’Assoturismo Campania denuncia la grave situazione che si verificherà dal prossimo 22 agosto e fa appello al Presidente della Regione Vincenzo De Luca per intervenire in Conferenza Stato Regioni ed impedire che tante strutture alberghiere possano chiudere. Da Ischia e della Costiera Amalfitana gli albergatori della Confesercenti sono pronti a una dura battaglia. “Dovevano semplificare, ma non lo hanno fatto. Anzi, in alcuni casi hanno addirittura appesantito il carico burocratico. Ed ora migliaia di alberghi sono a rischio chiusura per una politica debole e distratta” – dichiarano i rappresentanti di Assoturismo Campania . Cosa succederà dal prossimo 22 agosto? la pubblicazione del DM 14 luglio 2015 contenente le “Disposizioni di prevenzione incendi per le attività ricettive turistico - alberghiere con numero di posti letto superiore a 25 e fino a 50” che, ai “fini della prevenzione incendi, allo scopo di raggiungere i primari obiettivi di sicurezza relativi alla salvaguardia delle persone e alla tutela dei beni contro i rischi d’incendio” prevedono che tali strutture siano “realizzate e gestite in modo da: minimizzare le cause di incendio; garantire la stabilità delle strutture portanti al fine di assicurare il soccorso agli occupanti; limitare la produzione e la propagazione di un incendio all'interno della struttura ricettiva; limitare la propagazione di un incendio ad edifici od aree limitrofe; assicurare la possibilità che gli occupanti lascino i locali e le aree indenni o che gli stessi siano soccorsi in altro modo; garantire la possibilità per le squadre di soccorso di operare in condizioni di sicurezza”.
 

Vico Equense - Alle nozze, ai balli, ai canti! villanelle, moresche e canzonette napoletane - Giovedì 30 luglio, ore 21, Piazza Mercato


La libreria Il Gabbiano

di Filomena Baratto*

Vico Equense - Le librerie sono diventate preziose proprio per il fatto che, come le farmacie, devono tener conto degli abitanti, dei tipi di lettori, dei gusti, insomma troppi parametri per far quadrare il bilancio. E capisco bene chi si trova ad avere un esercizio commerciale di questo tipo, quanto abbia da lottare in tutti i sensi. Il Gabbiano è una libreria di ventitré metri quadrati, sita a via San Ciro 27 e portata avanti da Anna e Armando Cuomo, che da otto anni cercano di mantenere viva la cultura a Vico Equense. Avere una libreria è un notevole lavoro, non solo sul piano dell’informazione costante delle novità, dei gusti, delle uscite imminenti, ma anche sul piano delle difficoltà di gestione, in quanto con essa bisogna pur viverci. Cultura ed economia, da sempre, è un binomio difficile da coniugare. La cultura non vuole interferenze tecniche, ma l’economia investe anche sulla cultura. La prima volta che sono stata da un editore, mi ha chiesto, di primo acchito, riferimenti economici e riscontrabili delle mie vendite, senza alcuna domanda su cosa avessi scritto. Mi ha lasciato senza parole il fatto di dovermi sentire un numero e non identificarmi con quanto scritto. Uno choc da cui mi sono ripresa, ma avvilente essere rapportata a “Quanto vendi?”. Un libraio conosce bene i meandri dell’editoria e oltre a saperne di libri, cultura e quant’altro, conosce bene il rapporto tra cultura ed economia, quello che è bene mettere in esposizione, cosa compra la gente, sa bene che un libro di poco prezzo vende meglio di un altro più costoso, i tipi di letture che si alternano anche in base alle stagioni e quelle che invece proprio non collimano con il luogo. E non sempre il rapporto qualità prezzo è giusto. Un libro economico più essere più accattivante di un altro costoso, così come un libro costoso non lo è per capriccio, ma le spese a cui va incontro l’editore. Un libraio è un mediatore tra l’editore e il pubblico, lavora sul campo, ha riferimenti e dati vivi, sa dell’uno e dell’altro, dev’essere promotore e accorto venditore, insomma un ruolo da vero manager. Una libreria presuppone dei lettori. Bisogna prendere atto che leggere è importante per conoscere, per acculturarsi, per vivere esperienze, per capire l’affettività, in ogni caso è fondamentale. Una comunità che legge poco avrà una scarsa conoscenza.
 

Vico Equense capitale italiana degli chef stellati

Vico Equense - Tradizione mediterranea, pieno rispetto delle materie prime, utilizzo di prodotti locali. Sono gli ingredienti dell'arte culinaria praticata da nostri chef pluripremiati. Questa settimana, sul settimanale L’Espresso si parla proprio di Vico Equense e della sua cucina mediterranea che lancia sfide nel rispetto della tradizione. “Se si decidesse – si legge nell’articolo di Enzo e Paolo Vizzari – di lanciare una gara per premiare la località a più alta concentrazione di tavole per gourmet, Vico Equense avrebbe le carte in regola per vincere. Qui ci sono la Torre del Saracino di Gennaro Esposito, l’Accanto dell’Hotel Angiolieri, Nonna Rosa di Peppe Guida, il Bikini sulla spiaggia e il Maxi dell’Hotel Capo la Gala…” In effetti la nostra Città ha avuto ben quattro chef che hanno ottenuto importanti riconoscimenti gastronomici, che fanno di Vico Equense il comune italiano con la massima concentrazione di eccellenze riconosciute della famosa e accreditata guida Michelin. Anche lo chef Antonino Cannavacciuolo, noto per la conduzione di “Cucine da incubo” è originario di Vico Equense, dove torna spesso. La nostra Città vanta eccellenti formaggi come il provolone del monaco e il fior di latte, ma anche carni suine, ortaggi, agrumi e olio d’oliva. Tutti prodotti che non temono confronti. Il fior di latte e il provolone del monaco sono i nostri prodotti protagonisti; il primo ideale nel periodo estivo accompagnato da pomodori e verdure; il secondo ideale stagionato perché meglio esprime aromi e sapori. Tutti questi prodotti, e altri ancora sono interpretati dai nostri cuochi in maniera tradizionale, ma sempre con qualche pizzico di originalità che non guasta. Abbiamo tutte le carte in regola, per diventare la capitale italiana degli chef stellati...

Vico Equense - Incendio a Tordigliano

In scena i musical "Mamma mia!" e "Peter Pan" con l'Accademia On Broadway

Piano di Sorrento - Un doppio appuntamento con il suggestivo mondo del musical è inserito nella Summertime 2015, il cartellone degli eventi estivi della Città di Piano di Sorrento, ed è proposto, con il patrocinio del Comune Fondi, dalla On Broadway musical theatre & dance di Eleonora Di Maio. La due giorni prenderà il via con il musical “Mamma mia!”, ispirato al famoso film interpretato da Meryl Streep accompagnato dalle musiche degli Abba, con un andamento cinematografico e una forte caratterizzazione dei personaggi calati nelle battaglie sociali degli anni '70 tra equivoci, risate, lacrime, riscatti morali e nuovi amori. Ad impersonificare i ruoli principali di Donna e Sophie le diplomande della scuola On Broadway Giulia De Angelis e Alessandra Volpe. L'appuntamento è per martedì 28 luglio alle 20.30 a Villa Fondi. Giovedì 30 luglio, sempre alle 20.30, sarà invece la volta di “Peter Pan”, il mondo fantastico dove i bambini restano tali e la fantasia è il motore di ogni azione. Con le musiche di Edoardo Bennato, il musical è interamente interpretato e cantato da vivo dai bambini della On Broadway, affiancati dagli allievi dei corsi superiori nel ruolo dei genitori e dei personaggi di contorno.
 

Silvio Iaconis: mostra di pittura e workshop artistici a Villa Fondi

Piano di Sorrento - Venerdì 31 luglio a Villa Fondi si terrà il vernissage della mostra personale di pittura del Maestro Silvio Iaconis, originario di Piano di Sorrento e insignito nel 2010 del Premio Carottesi che si fanno onore. Il “pittore delle foglie”, così chiamato dalla critica per la peculiarità tecnica utilizzata nella creazione dei suoi quadri, esporrà le proprie opere a tema naturalistico e paesaggistico fino al 9 agosto a Piano di Sorrento, inserendo nel contempo sessioni mattutine e pomeridiane di workshop artistici, dopo numerose collettive a Rovigo, Bologna, Trieste e altre località italiane. L'inaugurazione della mostra, a cui seguirà un rinfresco, si svolgerà alle 19.00 alla presenza del Sindaco Giovanni Ruggiero e del professore Elio Angrilli che commenterà e introdurrà i quadri dell'artista e la particolare pratica sperimentale di creazione delle opere che prevede l'uso di materiali trovati in natura e strumenti non ordinari per intingere i colori. La mostra sarà visitabile dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 18.00 alle 21.00 nella sala espositiva di Villa Fondi. Inoltre, per permettere di conoscere e approfondire meglio l'originale tecnica utilizzata dal pittore e l'estro stesso del Maestro, nei giorni 4, 5 e 6 agosto sono previste due sessioni, dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 18.00 alle 21.00, diworkshop artistici aperti a tutti. Sotto la guida dell'esperto e con i materiali messi a disposizione dal Comune di Piano di Sorrento, sarà possibile cimentarsi nella creazione di una tela che al termine del lavoro resterà di proprietà del partecipante. Un'occasione per approcciare il mondo della pittura attraverso una modalità di interazione guidata che permetterà ai partecipanti di conoscere la personale inclinazione artistica e mettere alla prova le proprie capacità. È possibile iscriversi al workshop gratuito comunicando la propria partecipazione al numero di telefono 348 8222409.
 

Pd Sorrento: un assessore abusivo

di Partito Democratico Sorrento 

Sorrento - Oggi si è dimesso Federico Gargiulo da Consigliere Comunale. La motivazione è il contenzioso verso il Comune di Sorrento per verbali di infrazione al codice della strada. Verbali che, a detta dell'interessato, sono in prescrizione, quindi risalenti a più di cinque anni fa. Piccolo dettaglio: Federico Gargiulo negli ultimi 5 anni è stato assessore di un Comune con cui era in conflitto. Un assessore abusivo. Perché chi sapeva non ha parlato? Perché chi doveva comunicarlo alle istituzioni competenti non l'ha fatto? Perché questi soggetti restano in posizioni apicali della macchina amministrativa e dirigenziale? Che rispetto hanno questi dei propri cittadini ed elettori?

Regina Giovanna, i Bagni del degrado

Mura crollate, erba incolta e divieti ignorati da scooter e pedoni Regina Giovanna, i Bagni del degrado 

Fonte: Massimiliano D'Esposito da Il Mattino

Sorrento - Le continue segnalazioni di residenti e turisti hanno spinto i responsabili del Wwf penisola sorrentina a denunciare al sindaco ed al comando della polizia municipale di Sorrento il transito e la sosta dei veicoli lungo la stradina che conduce ai Bagni della Regina Giovanna e la situazione di grave degrado m cui versano i ruderi archeologia. Un sito che, come viene chiarito dagli ambientalisti in una nota, «ha un'enorme valenza paesaggistica ed archeologica, sorge ai confini dell'Area marina protetta di Punta Campanella ed è m una zona a Protezione Spedale e di Interesse Comunitario attraversata dalle rotte migratorie dell'avifauna. Unico punto della penisola sorrentina che racchiude mura e resti di un'antica residenza di epoca romana liberamente accessibile ai turisti ed agli appassionati di storia. Un luogo frequentato damigliaia di visitatori e viaggiatori stranieri, eppure terra di nessuno». Nella segnalazione viene evidenziato che ai Bagni della Regina Giovanna, nonostante un'ordinanza sindacale, «il divieto di transito per mezzi a motore è assolutamente infranto» c'è un continuo via vai di scooter ed auto lungo la stradina che conduce al mare. Come se ciò non bastasse «le pareti dell'antica dimora sono vergognosamente imbrattate da colorati murales e simpatici ratti vi fanno capolino in cerca di rifiuti lasciati dai bagnanti, mentre i ruderi sono utilizzati come urinatoi, magari dopo una pescata fuorilegge». I responsabili della locale sezione del Wwf, quindi, chiedono alle istituzioni competenti «un immediato e decisivo intervento atto a porre fine a tale continuata e reiterata serie di violazioni normative, prendendo in considerazione anche ogni soluzione tecnica, come ad esempio la sistemazione di telecamere, il ripristino della chiusura del cancello posto all'imbocco della strada o quant'altro. Insomma ogni iniziativa che possa essere idonea a risolvere la problematica ed a garantire la salvaguardia del sito».

lunedì 27 luglio 2015

Inizia il conto alla rovescia per il Faito Doc Festival

Nathalie Rossetti, il Sindaco Benedetto Migliaccio e Turi Finocchiaro
Vico Equense - I direttori artistici del Faito Doc FestivalNathalie Rossetti e Turi Finocchiaro, questa mattina, si sono incontrati con il Sindaco Benedetto Migliaccio per presentare il programma del Festival tematico del cinema documentario che si tiene ormai da anni sul Monte Faito. Ebbrezza. Questo il tema dell’8^ edizione che si svolgerà dal 4 all’8 agosto 2015, 5 giorni dedicati ogni anno a tematiche diverse. Dalla Fratellanza e la Rinascita delle ultime due edizioni, si è arrivati quest’anno a parlare di Ebbrezza che, come augurava Baudelaire:“Bisogna essere sempre ebbri, per non essere gli schiavi martirizzati del tempo, ubriacatevi; ubriacatevi senza smettere. Di vino, di poesia, di virtù, a piacer vostro.” 5 giorni tra Vico Equense e Castellammare di Stabia, per vivere momenti di incontro e di conoscenza, e arricchirsi tra cinema, workshop, mostre, concerti, incontri, itinerari, il tutto circondati da tanta natura. E da quest’anno ecco una grande novità per agevolare tutti nel godersi l’evento: sarà infatti possibile campeggiare direttamente nell’area del Monte Faito, adibita appositamente per il Faito Doc Camp, con una semplice partecipazione di €5, ai quali non dovrete aggiungere più alcuna spesa, solo prestare attenzione a tenere pulita l’area.

Sorrento. Dimissioni del consigliere comunale Federico Gargiulo

Sorrento - Federico Gargiulo ha rassegnato questa mattina le proprie dimissioni dall’incarico di consigliere comunale. Ex assessore all’Edilizia Privata nella precedente amministrazione Cuomo, Gargiulo ha comunicato la sua decisione in una missiva, consegnata al protocollo al termine di un incontro con il sindaco. Domani, nel corso della seduta del consiglio comunale, convocata per le ore 18, si procederà alla surroga, con l’ingresso di Desiree Ioviero, prima dei non eletti nella lista civica di maggioranza Nuova Sorrento. “Voglio ringraziare Federico Gargiulo per tutto l’impegno profuso nella mia amministrazione - ha commentato il sindaco, Giuseppe Cuomo - Sono certo che continuerà, anche al di fuori del consiglio comunale, a collaborare con questa maggioranza per i prossimi cinque anni, nell’interesse della città”.

Le Istituzioni non sono degli autobus da cui si può scendere e salire a piacimento

I Consiglieri di IN Movimento per Vico

Vico Equense - Nello scorso mese di aprile, il Consiglio comunale ha deliberato la decadenza del Sindaco Gennaro Cinque. L’ex primo cittadino aveva scelto di abbandonare la funzione di guida della Città solo per la sua ambizione politica di diventare consigliere regionale, dimostratasi penosamente velleitaria. Per tale personalissimo fine, l’ex Sindaco non ha esitato a massacrare il rispetto delle regole democratiche e soprattutto quello dovuto alla Città e al suo massimo consesso. L’aula consiliare è stata, per ben quattro volte consecutive, luogo di un confronto fittizio dall’esito scontato, a cui come minoranza non abbiamo inteso partecipare. Da settimane corre voce di un ritorno, questa volta con la veste di assessore, di Gennaro Cinque in Giunta, il quale, ribadiamo, solo pochi mesi fa ha tradito il mandato ricevuto dai Cittadini, lasciando il suo posto di sindaco, prima della fine della consiliatura, per ambire a una carica più alta. Se ciò si realizzasse sarebbe un nuovo intollerabile schiaffo alla Città ed alle Istituzioni. Noi invitiamo il Sindaco f.f. Avv. Migliaccio a desistere da questa operazione. Non si mortifichino le Istituzioni un'altra volta. Si approfitti di questi pochi mesi di consiliatura, che rimangono, per affrontare i problemi veri della Città a partire dal disastro provocato dalla galleria ANAS, in un clima nuovo di collaborazione e rispetto reciproco. In questo caso noi non ci tireremo indietro e faremo la nostra parte, nell'esclusivo interesse della Città.

3T Sporting Club, il settore pallanuoto si diverte e sfiora il successo a Vico Equense

Marina di Vico, premiazione
Fonte: osservatorelaziale.it

Frascati (Rm) – Doveva essere un evento di puro divertimento. Ma quando si entra in acqua, nessuno vuole fare brutta figura. E nel caso del settore pallanuoto della 3T che si allena allo Sporting Village di Frascati la regola vale alla stessa maniera. La comitiva frascatana, guidata dal presidente Massimiliano Pavia, dal direttore sportivo Massimiliano D’Antoni e dai tecnici Andrea Casaburi e Federico Piccioni, si è recata nella località campana di Vico Equense. Uno scenario incantevole ha fatto da cornice ad una tre giorni di partite di varie categorie giovanili e di pallanuoto in mare. La 3T si è ben distinta nei tre tornei di categoria ai quali ha partecipato: l’Under 13 si è piazzata al secondo posto, mentre l’Under 15 e l’Under 17 hanno concluso al terzo. Gli incontri sono stati tutti molto combattuti nonostante l'ambiente e il torneo amichevole, mentre il divertimento è stato continuo per tutta la durata della permanenza in Campania, in quanto tutti i ragazzi che avevano momenti liberi dai tornei erano comunque in acqua a divertirsi giocando a pallanuoto in mare. Un’altra particolarità ha riguardato il fatto che i dirigenti e i tecnici al seguito delle squadre hanno seguito le varie partite immersi anche loro in mare, mentre l’arbitraggio è stato effettuato a bordo di canoe. Le gare sono state osservate da una piccola folla di villeggianti e bagnanti e i tre tornei hanno visto in acqua, oltre ai ragazzi della 3T, anche la Juventus Nuoto, la Fin Plus e lo Swimming Sorrento. L’importanza del torneo è stata sottolineata dalla presenza del sindaco di Vico Equense al momento delle premiazioni delle partecipanti.
 

`O comandante, amarcord di Achilleugenio Lauro

Achille Lauro
Nel romanzo «Il Navigatore» il nipote ricostruisce la storia di un nonno "ingombrante"

Fonte: Massimiliano D'Esposito da Il Mattino 

Sorrento - «Questo libro nasce dall'idea di riportare il nome di Achille Lauro al centro dell'attenzione pubblica». Al suo esordio come scrittore ü nipote quasi omonimo di O Comandante, Achilleugenio, decide di confrontarsi con la memoria, a tratti scomoda, del suo avo, uno dei personaggi più discussi del ventesimo secolo. Sia ü nonno che il padre, Gioacchino, hanno ricoperto il ruolo di sindaco di Sorrento, quindi era logico che la città costiera venisse scelta per la presentazione del romanzo biografico di Achilleugenio Lauro dal titolo «II Navigatore». L'iniziativa è stata della neo presidente dell'Associazione «Amiche del Museo Correale», Rossella Di Leva, che ha organizzato l'evento presso la Sala degli Specchi della struttura museale sorrentina, gremita in ogni ordine di posti per la prima del volume edito da Mondadori. Tra i presenti anche il sindaco, Giuseppe Cuomo e l'assessore in pectore alla Cultura, Maria Teresa DeAngelis. A fare gli onori di casa il presidente del cda del museo, Giuliano Buccino Grimaldi. È intervenuta anche la presidente dell'Associazione «Gioia di Vivere», Maria Antonietta Miccolupi. Una parte del ricavato della vendita dei libri, infatti, viene devoluta al sodalizio che aiuta i bambini leucemici ed oncoematologici. La kermesse, condotta dalla giornalista Giuliana Gargiulo, si è aperta con la proiezione del documentario di Giovanni Minoli realizzato per Raieducational sul comandante Lauro. Una raccolta di documenti e testimonianze proiettata per la prima volta alcuni anni fa a Villa Angelina, la storica residenza che sorge nella tenuta di Massa Lubrense appartenuta a Lauro.
 

Boxe a Vico Equense


Sorrento porta 1200 euro ai Giganti di Pietra

Sorrento - La prima serata del progetto “A cena per L'Arte”, tenutosi a Sorrento per contribuire alla raccolta fondi a favore del restauro de “I Giganti di Pietra” della Galleria Umberto I di Napoli, ha fatto registrare un incasso di 1.200 euro. Hanno alla riuscita della serata: l'Agriturismo “L'Angolo di Paradiso” della ristoratrice Giusy D'Antuono, il pastificio “Pasta dei Campi” di Gragnano, il Maestro Pasticcere Sal De Riso, Molino Caputo la farina di Napoli, Ciro Oliva della pizzeria “Concettina ai Tre Santi”, il birrificio Serro Croce, il caseificio Fior d'Agerola, antica azienda casearia di Agerola, la casa di conserve Ciao. Tutti schierati a favore del crowndfunding dedicato a “I Giganti di Pietra della Galleria Umberto I di Napoli. “A Cena per l'Arte” ideata dalla Dieffe Comunicazione di Davolo&Marrapese per Graphite, la società napoletana di progettazione architettonica e design specializzata in restauri d’arte, vedrà nei prossimi mesi scendere in campo grandi pizzaioli, chef, pasticceri, case vinicole, birrifici, proprietari di ristoranti, pizzerie e agriturismi, tutti uniti per collaborare a raggiungere la cifra di 250 mila euro che servirà a far tornare a nuova vita le 9 statue che svettano sulla facciata della Galleria Umberto I, quella di fronte al teatro San Carlo. Chi vorrà potrà versare il suo contributo alla piattaforma Derev all'indirizzo www.derev.com/galleriaumberto.
 

domenica 26 luglio 2015

Just Job il nuovo romanzo di Filomena Baratto

Vico Equense - Just Job il nuovo romanzo di Filomena Baratto, sarà presentato, in anteprima a Vico Equense, giovedì 30 luglio 2015, ore 18.00, nella Sala Polifunzionale della Santissima Trinità e Paradiso. Oltre all’autrice, ci saranno il dottor Ciro Daino, la professoressa Claudia Scaramellino, il giornalista Giuseppe d'Esposito, il duo Rosalba Spagnuolo e Francesco Cesarano e l'attore Piero Pepe che reciterà passi dal romanzo. Dopo tre anni dai racconti "Sotto le stelle d'agosto" Graus Editore, arriva un romanzo sulla condizione sociale di chi perde il lavoro e si trova fuori da quello che poco prima era il suo mondo. “La storia – spiega Filomena Baratto - è ambientata a Genova e nei luoghi più belli della costa ligure, in uno scenario incantevole. Il protagonista, Marcello, dopo il licenziamento, avvenuto inaspettatamente, attraversa un periodo buio e di grande solitudine. L'incontro con il pescatore Lucio e la giovane Federica, gli darà la forza di riprendere quota, riordinando le fila della sua vita.” Filomena Baratto nasce a Vico Equense e già da bambina si appassiona all’Arte Figurativa e all’Arte Letteraria. Inoltre, si dedica anche alla musica con lo studio del pianoforte e nel 2009 pubblica la sua prima opera: “Ritorno nei prati di Avigliano” (Alberti & C. Edizioni), una raccolta di poesie attraverso la quale racconta la sua vita. Nel 2012 è la volta del romanzo autobiografico "Rosella", mentre nel marzo 2013 pubblica una raccolta di racconti dal titolo "Sotto le stelle d'agosto" Graus editore. Laureata in Lettere Moderne all'Università Federico II di Napoli, insegna nella Scuola Primaria.

Faito Doc Festival ai nastri di partenza

Novità di quest'anno il Faito Doc Camp 

Vico Equense/Castellammare di Stabia - Il Faito Doc Festival che taglierà il nastro di partenza il prossimo 4 agosto quest'anno si arricchisce di una nuova e straordinaria novità: il Faito Doc Camp. A darne notizia sono i volontari della Ciclofficina Popolare Raffaele Viviani. "In un'area immersa nella bellezza del Monte Faito dove i visitatori del Faito doc Festival potranno trovare ospitalità e divertimento. A due passi dalla location del Festival vi sarà un'area adibita a campeggio grazie alla collaborazione tra l'organizzazione del Faito doc Festival e i volontari dell'associazione Gli amici della Filangieri, già conosciuta per i suoi progetti Radio Asharam, media partner ufficiale del Festival, e Ciclofficina Popolare Raffaele Viviani". Nell'area saranno previste ¬ spiega la coordinatrice di Faito Doc Festival Marika De Rosa ¬"attività, giochi, workshop e tanto altro, sarà anche allestito un servizio di bike sharing". Per partecipare gli ospiti dovranno necessariamente tesserarsi a Gli amici della Filangieri e non dovranno sostenere nessun costo aggiuntivo.
 

Sorrento. Notti di fuoco sul mare: spettacolo piromusicale a Marina Grande

Sorrento - Domani lunedì 27 luglio, alle ore 23, in occasione dei festeggiamenti in onore di Sant’Anna, si svolgerà uno spettacolo piromusicale dalla Marina Grande di Sorrento. L’evento, promosso dal Comune di Sorrento nell’ambito della rassegna “Notti di fuoco sul mare”, è un particolare tipo di spettacolo pirotecnico caratterizzato dall’esecuzione contemporanea e sincronica di brani musicali e fuochi d’artificio. Rispetto alla storia antichissima dei fuochi d’artificio, nati in Cina tra il VII e l’VIII secolo dopo Cristo, gli spettacoli piromusicali sono molto recenti, in quanto strettamente legata allo sviluppo tecnologico dei sistemi di sincronizzazione tra musica e fuochi. La bravura di un pirotecnico rispetto ad uno spettacolo piromusicale è quindi legata, da un lato alla sua capacità di interpretare il brano musicale col fuoco, di tradurre le note in fuochi d’artificio, dall’altro di avere un’esecuzione perfettamente sincronica di musica e fuochi.

Il bilancio di previsione arriva in consiglio comunale

Vico Equense - Il consiglio comunale di Vico Equense si riunirà il prossimo giovedì 30 luglio, alle ore 8 e trenta, presso la sala consiliare, per l’approvazione del bilancio di previsione. Quest'ultimo è uno strumento tecnico, spesso di non facile comprensione per la maggior parte dei cittadini, ma fondamentale per il presente (e il futuro) delle comunità, perché regola la previsione delle spese e delle entrate, dell'anno cui si riferisce, nelle amministrazioni locali, che subiscono come noto continui tagli dal governo centrale, accentuatisi con la crisi. Per la rilevanza che riveste il bilancio di previsione, la legge prevede che dopo l’approvazione della Giunta, il documento passi anche dal consiglio comunale, l'assise più importante della città. L'esecutivo del sindaco Benedetto Migliaccio, su proposta dell'assessore con delega al bilancio Antonio Di Martino, ha scelto la strada della continuità. Non ci saranno sorprese e variazioni a stretto giro per la riscossione dei tributi di Tasi e Imu. A Vico Equense si blindano le tariffe passate senza praticare aumenti. Il computo totale fissato per le aliquote massime Imu più Tassi rimane ancorato al limite del 10,6 per mille. La scelta della maggioranza è chiara: lasciare tutto invariato. Variazioni che blindano la Iuc. L'imposta unica comunale composta da Tasi, Imu e Tari resta parzialmente bloccata sulle posizioni passate. Posizioni che Migliaccio e i suoi blindano, mentre resta viva l'attenzione sulla Tari. L'imposta sulla spazzatura verrà divisa sui cittadini in base a quello che sarà il computo totale previsto dalla Sarim, l'azienda titolare dell'appalto rifiuti. Infatti, le entrate della tassa serviranno solo ed esclusivamente a saldare il computo con l'azienda che gestisce il porta a porta nella cittadina. Una Iuc non solo bloccata, ma che strizza l'occhio alla cittadinanza. La continuità si materializza anche nei "privilegi" che gli abitanti potranno avere sul computo totale.

Distrugge la costa per i datteri

Non ha un volto e non teme nulla: una volta sfuggì grazie al mare in tempesta 

Fonte: Ciriaco M. Viggiano da Il Mattino 

Sorrento - Appare e scompare. Forse è uno, magari sono cinque o addirittura dieci. Inconfondibili i segni che si lascia alle spalle: metri e metri di roccia distrutta, tra l'altro in un'area di pregio come i bagni della Regina Giovanna. È disposto a tutto pur di portare a casa chili di datteri di mare da rivendere a pescherie e ristoranti compiacenti. E puntualmente sfugge alle forze dell'ordine. Ecco l'identikit del predone che da mesi sta distruggendo uno dei tratti di costa più carichi di storia e naturalisticamente interessanti dell'intera penisola sorrentina. Per il datteraio della Regina Giovanna anche gli ultimi sono stati giorni di intenso «lavoro». A testimoniarlo sono gli attivisti del Wwf. Nel corso di un sopralluogo effettuato venerdì, gli ambientalisti hanno notato la devastazione compiuta lungo la costa tra i bagni della Regina Giovanna e la Solara. Uno scenario da incubo: decine di metri di roccia calcarea a tratti completamente «bianca» e a tratti ricoperta di alghe. Segno che una parte della parete era stata distrutta da poche ore, mentre la restante parte aveva subito la devastazione qualche giorno prima. I segni non lasciano dubbi. Eppure le forze dell'ordine non riescono a cogliere il datteraio sul fatto e ad arrestarlo. L'anno scorso ci era andata vicina la Capitaneria di porto. Sempre durante un sopralluogo, il presidente del Wwf locale Claudio d'Esposito aveva notato un uomo intento a rompere la roccia con un piccone per ricavarne i datteri.
 

Blitz del Comune alla scuola Tasso di Sorrento: eliminate per la terza volta tutte le piantine messe a dimora dai bambini e dal Wwf

Meta - Quella del marzo scorso era stata una giornata all’insegna dell’ottimismo. In occasione dell’evento Earth Hour, l’ora dedicata al Pianeta Terra per accendere in tutto il mondo i riflettori sull’innalzamento delle temperature del globo terrestre e sulle immissioni di CO2 nell’atmosfera, il WWF, grazie alla sensibilità del Dirigente scolastico Marianna Cappiello, era riuscito a coinvolgere i ragazzi in una piccola ma importante operazione di riforestazione urbana. Per l’occasione, grazie alla partecipazione dell’ANTER (Associazione Nazionale Tutela Energie Rinnovabili), alla Scuola Media T. Tasso veniva consegnato un attestato di riconoscimento come istituto sensibile alla divulgazione e promozione dei concetti legati al delicato tema delle energie rinnovabili e alla difesa degli alberi. Dopo la cerimonia, seguendo le accorate parole del piccolo Felix Finkbeiner (Stop Talking Start Planting), tutti gli alunni si erano recati nell’area esterna della scuola a piantare centinaia di essenze autoctone. Un piccolo polmone di verde che, una volta cresciuto, avrebbe dovuto costituire una schermatura naturale alle tristi cancellate in ferro arrugginito ed ai muri grigi di confine della scuola, ossigenando l’aria e creando, nello stesso tempo, preziose condizioni per piccoli animali, insetti, lucertole, farfalle e uccelli, che vi avrebbero trovato rifugio, alimentazione, luogo per la riproduzione e per trascorrervi l’inverno. Ma come in una maledizione senza fine, il comune, che sembrerebbe aver dichiarato guerra a tutti gli alberi di Sorrento, dopo il totale disinteresse all’iniziativa (interamente organizzata e gestita dalla scuola e dai volontari WWF) ha in questi giorni messo la parola fine alle speranze di tanti, provvedendo a commissionare l’eliminazione delle “erbacce” nei pressi della scuola, includendo in tale categoria, assieme al prato naturale, anche mirti, corbezzoli, allori, ligustrini, rosmarini, cipressi, ecc. che, con cura e fatica erano stati piantati dai bambini e poi annaffiati per mesi dai volontari del WWF.
 

Lucio Dalla ritorna all'Hilton Sorrento Palace

sabato 25 luglio 2015

Arola. Tutto pronto per la sagra del riavulillo

Vico Equense - Il “Riavulillo” torna ad infiammare i palati degli enogastronauti campani dal 2 al 4 agosto nella frazione di Arola. La prima sagra fu inaugurata nel 1990 è da allora ha avuto sempre un grande successo di pubblico, questa di quest’anno, la ventunesima edizione, non sarà certo da meno. Il Riavulillo (diavoletto) è un piccolo caciocavallo di pasta filata, lavorato a mano e farcito con olive nere, olio di olive e peperoncino tritato, sottoposto ad un trattamento di affumicatura. La felice unione del peperoncino piccante, delle olive e del formaggio esaltano il palato e inducono a continui peccati di gola, specie se innaffiati da un buon bicchiere di vino. Il Riavulillo, che costituisce sia un gustoso antipasto che un ottimo secondo piatto, va servito caldo e filante, alla brace, al forno o al cartoccio. Questo tipico prodotto della terra sorrentina viene prodotto per la maggior parte nella zona collinare di Vico Equense, e sopratutto nella frazione di Arola nota per la sua produzione casearia.

Montechiaro, Arte & Orto 2015 (video)

Al Prefetto-scrittore Raffaele Lauro il premio internazionale di cultura “Re Manfredi” 2015 – per la legalità

Raffaele Lauro
Sorrento - Il prefetto-scrittore Raffaele Lauro sarà insignito del Premio Internazionale di Cultura “Re Manfredi” 2015, per la Legalità, che riceverà dalle mani del sindaco di Manfredonia, on. Angelo Riccardi, alla presenza di S. E. il prefetto di Foggia, Maria Tirone. La cerimonia avrà luogo a Manfredonia, sabato 1 agosto 2015, alle ore 20.00, presso il Porto Turistico “Marina del Gargano”, Lungomare del Sole, 1. Il Premio Internazionale di Cultura “Re Manfredi”, per la Legalità, è stato assegnato, anche nel 2015, in continuità con il passato, ad una personalità istituzionale, riconosciuta, a livello nazionale, per l’impegno a favore della legalità e della cultura: Raffaele Lauro. È stato conferito, in precedenza, tra gli altri, al compianto prefetto Antonio Manganelli, direttore generale della Pubblica Sicurezza e capo della Polizia di Stato, a Pietro Grasso, procuratore nazionale antimafia e, ora, presidente del Senato della Repubblica, e al generale Leonardo Gallitelli, comandante generale dell’Arma dei Carabinieri. Il prefetto Lauro si è distinto, infatti, in tutti gli incarichi ricoperti, in particolare dal 1990 al 2008, nella lotta intransigente a tutte le mafie, alla criminalità economica, al racket delle estorsioni e all’usura, compresa l’usura bancaria, in cooperazione con la Consulta Nazionale Antiusura.
 

La chiesa della SS. Annunziata di Vico Equense

di Filomena Baratto* 

Vico Equense - La bufera abbattutasi sulla chiesa della Santissima Annunziata è per il suo colore: non se ne accetta un altro diverso da quello che conosciamo da sempre. La chiesa di Vico è uno dei pochi esempi di architettura gotica campana. Al primo posto nella classifica tra le chiese più belle della regione e tra le dieci chiese d’ Italia. Chi volesse dare un logo diverso alla città, non ci riuscirebbe. Sarà la sua posizione a picco sul mare e quasi innestata sulla roccia, sarà quel tocco di colore pastello che addolcisce lo sguardo di chi ammira la costa dal mare, per le mille riproduzioni, opere di tanti pittori che non sanno resistere a immortalarla sulla tela o di tanti fotografi che non riescono a trovare uno sfondo così spettacolare, che è diventata un simbolo non solo della città ma di tutta l’Italia, così come vogliono all’estero. I pittori, più di altri, l’hanno ripresa da ogni angolazione e l’hanno fatta conoscere al mondo. Oggi è una chiesa e non più cattedrale. Per Cattedrale si intende la Chiesa madre di una Diocesi, in quanto racchiude la Cathedra del vescovo. Una volta la cattedrale era detta anche Ecclesia maior, così come Domus Dei da cui la parola Duomo. Il Duomo è la chiesa più importante della città e di solito di stile gotico, da non confondersi con la Basilica da Basileus che significa re, quindi Casa del Signore. La Basilica ha la duplice accezione di: edificio di diverse caratteristiche in base alle varie epoche e chiesa principale di una città. Nel nostro caso è una chiesa ex cattedrale che riveste un’importanza storica e culturale oltre che artistica. La chiesa della SS. Annunziata fu sede vescovile fino alla morte del vescovo Michele Natale, deceduto nel 1799, mentre fu cattedrale della diocesi fino al 1818 quando fu soppressa e inglobata in quella di Sorrento.

"Un po' di cielo": presentato il libro

L'Assessore alle politiche sociali
Marinella Cioffi
L'opera raccoglie le attività del centro dedicato alle persone svantaggiate 

Vico Equense - Ieri presso la sala polifunzionale di Santissima Trinità in Vico Equense è stato presentato il libro "Un po' di Cielo" scritto dalla giornalista Francesca Di Nola, a cura della cooperativa il Delfino, nell'ambito del progetto "II cielo in una stanza", centro diurno e residenziale per l'accoglimento ed il rafforzamento dell'integrazione sociale di persone svantaggiate, anche con disagio psichico. Tra gli ospiti il professore Giulio Tarro, Antonio Mancini psicologo, lo scrittore Vinicio Ongini, Giovanni Mangiacapra Artista, Padre Raffaele Grimaldi, Tony Cercola, Musicista. L'evento è stato rivolto attraverso la divulgazione del libro, a far conoscere le attività del centro di via Madonnelle. Rappresenta la testimonianza del lavoro svolto dall'inizio del progetto, giugno 2013, fino alla conclusione della prima fase, marzo 2015, di tutti gli enti: Movimento Famiglie, Cooperativa Il Delfino, La Locanda, Università degli studi di Napoli "Federico II", Associazione Obiettivo 1, Associazione IPERS, Agenzia Arcipelago Onius, Unitre Università della terza età, Associazione AISERV, Caritas Parrocchiale SS. Ciro e Giovanni di Vico Equense, Abili diversamente. Il libro corredato di fotografìe di circa 150 pagine è stato distribuito gratuitamente. Sarà possibile acquistare creazioni artistiche in ceramica, interamente realizzati a mano dagli utenti, nel laboratorio di ceramica per sostenere le attività del centro. All'intemo della sala polifunzionale di Trinità erano presenti gli scatti d'autore dei fotografi: Enzo Iorio, Adriano Gorgoni, Giovanni De Gennaro, Alessandro Savarese. Il libro è dedicato agli utenti veri protagonisti del Cielo in una Stanza. Presenti all'evento, l'autore Francesca Di Nola giornalista, l'Assessore alle politiche sociali Marinella Cioffì, il presidente della cooperativa Il Delfino Filomena Starace, il presidente dell'associazione Movimento famiglie Teresa Di Palma, il direttore della prima fase del progetto Dott. Errico Giuseppe, la nuova coordinatrice del Progetto Carmela Vanacore psicologo del Comune di Vico Equense, il sindaco, il responsabile del piano Sociale Di Zona Gennaro Izzo, l'utente Flora Salan, il Vescovo, il presidente della Cooperativa La locanda Pasquale di Martino.

Piromani, monte Faito sotto assedio: due incendi in poche ore

I vigili del fuoco hanno impiegato un'intera giornata prima di tenere a bada le fiamme

Castellammare di Stabia - Scoppia l'emergenza incendi anche sul Faito. Verso le 20 di giovedì viene allertata la centrale operativa della Sma Campania, operante come antincendio boschivo nel comprensorio stabiese. Due focolai, forse di origine dolosa, prendono il sopravvento del monte ai confini tra le provincie di Napoli e Salemo. I vigili del fuoco hanno dovuto lavorare per ore per cercare di arginare le fiamme, ma ahimè il lavoro è risultato duro e di non poca importanza, tante che nella mattinata di ieri è stato necessario un elicottero inviato dalla Regione per avere la meglio su uno dei roghi mentre sul secondo dei due è stato possibile l'intervento fisico dei pompieri. Diversa la situazione nel pomeriggio, dove, sul secondo rogo ormai propagatosi all'inverosimile, è stato necessario l'intervento di due elicotteri anti incendio, fino alle prime luci della sera, uno della Forestale ed un altro dei vigili del fuoco. Presenti sul posto sia i volontari della protezione civile di Castellammare di Stabia, i vigili del fuoco ed anche la Sma Campania, con il responsabile Nicola Rega che dichiara: «Abbiamo subito ricevuto l'allarme dalla nostra centrale operative e ci siamo portati sul posto, arrivati ad un certo punto abbiamo dovuto richiedere l'intervento dei vigili del fuoco perché l'incendio si stava propagando velocemente; per quello nelle nostre competenze abbiamo presidiato le case più vicine (un agriturismo della zona, ndr) affinchè non fossero lambite dalle fiamme fino all'una venerdì notte, quando poi la situazione pareva che stava rientrando, ma stamattina c'è stato un focolaio che si è sviluppato m una zona impervia e quindi è potuto intervenire solo l'elicottero».
 

Villa Fondi: apertura di un'ulteriore zona del parco. Continuano i lavori a lotti

Piano di Sorrento - È fissata per il primo agosto l'apertura di un'ulteriore zona del parco di Villa Fondi, come da procedura programmata nel piano d'opera a lotti scelta appositamente per la struttura comunale al fine di garantire la fruizione pubblica graduale anche durante i lavori di manutenzione e riqualificazione della Villa. Dopo l'iter di prassi, la procedura di consultazione economica è stata formalizzata il 17 luglio con la richiesta d'offerta alle ditte specializzate. Mercoledì sono giunte le proposte al Comune che ha quindi affidato i lavori. Le operazioni di pulitura del parco interesseranno tutta la parte posteriore della Villa, mentre gli interventi di manutenzione e sistemazione dell'impianto idrico saranno effettuati nella zona compresa tra l'inizio del giardino e il bar-serra e consegnati entro il primo agosto. Nello stesso tratto è infine prevista nei prossimi mesi la semina secondo i tempi adatti alle specie di soggetti arborei individuati come idonei alla Villa. «Dopo vent'anni di stasi finanziaria per ciò che viene definito a ragione il “gioiello di famiglia” di Piano di Sorrento, questa Amministrazione - spiega il Sindaco Giovanni Ruggiero - effettuando una devoluzione di mutuo e accendendo un ulteriore mutuo apposito, ha scelto di investire in un'ampia opera pubblica di 950.000 euro. Consapevoli dell'importanza che Villa Fondi ha per il territorio, invece di chiuderla totalmente per l'intera durata dei lavori, abbiamo scelto di lavorare a lotti e di riaprirne quanto prima possibile almeno una parte, completando man mano tutti gli interventi nel frattempo».
 

Lucio Dalla ritorna nell’amata Puglia

Lucio Dalla ritorna nell’amata Puglia. Il legame del cantautore bolognese con la terra pugliese e le terre del Sud aveva radici antiche: le estati dell’infanzia trascorse a Manfredonia; i soggiorni della maturità alle Isole Tremiti, dove teneva casa e dove compose molti dei suoi album di successo; la conoscenza dei dialetti locali, che non rappresentava un vezzo da esibire, a conclusione dei concerti, ma era congeniale alla sua poetica, al suo modo di rapportarsi con il pubblico e alla sua concezione della musica pop, un fatto di sostanza culturale, non un accidentale derivato dell’esperienza; il sodalizio, umano e artistico, con Matteo Salvatore, il cantastorie del Gargano, espressione autentica della terra sipontina, conosciuto nei primi anni Sessanta, in memoria del quale, Lucio partecipò, nel settembre del 2011, a Manfredonia, al concerto in suo onore, “Il bene mio”. Il cantautore bolognese sarà protagonista di una serata-omaggio musicale, a lui dedicata, venerdì 31 luglio 2015, alle ore 19.30, a Barletta, nel Palazzo del Governo (Via Cialdini, 60), con la presentazione del romanzo biografico di Raffaele Lauro “Caruso The Song - Lucio Dalla e Sorrento”, edito da GoldenGate Edizioni. La manifestazione, fortemente voluta dagli amici pugliesi di Dalla, patrocinata dalla Prefettura di Barletta Andria Trani e dal Comune di Barletta, organizzata dall’Associazione Ambiente Europa, sarà aperta dai saluti di benvenuto di Clara Minerva, Prefetto di Barletta Andria Trani, e di Pasquale Cascella, Sindaco di Barletta. Verrà moderata dall’avvocato Maurizio Altomare.
 

Al via la IV edizione del Music Festival "IntriCanti" a Sant'Agata sui due Golfi

Torna l'appuntamento estivo con musica, arte, folklore, scambio etnico-culturale 

Massa Lubrense - Alla residenza Cerulli di Sant'Agata sui due Golfi nei giorni 29-30-31 luglio si svolgerà la IV edizione del Music Festival IntriCanti organizzato dalla Pro Loco due Golfi (Presidente Giovanni Esposito), con il contributo e il patrocinio del Comune di Massa Lubrense e la direzione artistica di Emidio Ausiello.