giovedì 23 ottobre 2014

Avvocati, arriva il centro di formazione: Domani il «battesimo»

Tribunale di Torre Annunziata
Torre Annunziata - Pronti i nuovi locali destinati dall’Ordine degli Avvocati di Torre Annunziata, per l’alta formazione: domani il vernissage Mettere a disposizione degli avvocati un «centro fisico» all’avanguardia, per curarne, in maniera costante e puntuale, la formazione professionale. E’ il senso dell’iniziativa fortemente voluta dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati del foro di Torre Annunziata (il cui territorio competente comprende l’area sorrentina e i centri stabiesi e torresi) che domani, 24 ottobre 2014, tiene a «battesimo» la nuova struttura dedicata alla «formazione» dei suoi iscritti nei locali di viale Europa 80, a Torre del Greco. «Siamo decisamente fieri di poter mettere a disposizione tali locali per la formazione obbligatoria degli avvocati – sottolinea il presidente dell’Ordine di Torre Annunziata, Gennaro Torrese -. E’ una struttura di trecento metri quadrati che ci proietta tra gli Ordini nazionali all’avanguardia, e che ci consente di ottemperare a due principi fondamentali: la formazione gratuita per gli iscritti e il taglio ai costi per il noleggio di sale e strutture private, finora indispensabili per lo svolgimento dei corsi di formazione» L’apertura ufficiale, prevista per domani alle 17, sarà curata dai vertici giudiziari locali, guidati proprio dall’avvocato Gennaro Torrese, dal Dott. Oscar Bobbio, presidente Tribunale di Torre Annunziata, dall’Avv. Maurizo De Tilla, presidente Associazione Nazionale Avvocati Italiani (Anai).
 

Meta. L’amministrazione approva la variante al Piano regolatore generale per realizzare un centro polifunzionale

Giuseppe Tito
Meta - Una variante al Piano regolatore generale per realizzare un centro polifunzionale. E’ la decisione dell’amministrazione guidata dal sindaco Giuseppe Tito che ha deciso di “rivedere” lo strumento redatto nel lontano 1995. A detta della giunta municipale, c’è la possibilità di realizzare delle nuove strutture perché, stando al Prg, a Meta ci sono ancora 12mila metri quadrati “liberi” che possono essere sfruttati al meglio per costruire ulteriori attrezzature pubbliche a partire proprio da una struttura polivalente nelle vicinanze della casa di riposo. L’esecutivo ha anche approvato un atto di indirizzo in cui viene messa nel mirino l’area compresa tra via Ruggiero e via Cristoforo Colombo. Da qui la scelta della giunta: il Prg prevede la possibilità di riqualificare la zona ma s’hanno da fare delle modifiche. Tito e gli assessori, in tal senso, hanno lanciato la proposta di rinnovare l’area che si trova nelle immediate vicinanze della casa di riposo e della scuola elementare capoluogo. Una necessità che è cresciuta con il passare del tempo e che spingerà Tito e la sua maggioranza a stanziare 5mila euro per uno studio di variante per l’area in questione. I fondi sono stati necessari in considerazione della mancanza di personale impiegato a cui far redigere l’apposita variante. Cinquemila euro da affidare ad un professionista di qualità che dovrà studiare modi e tempi della variante accendendo i riflettori sul modus operandi con cui inserire la riqualificazione dell’area in oggetto nel documento urbanistico. Nel corso dell’ultima riunione di giunta c’è stato il via libera alla proposta a firma del sindaco per trovare spazi idonea alla realizzazione di opere ad interesse comune. Un impegno che presto dovrebbe consentire all’ente di dotarsi di un Prg rinnovato e che avrebbe in sé l’opportunità di intervenire su un’area con il chiaro intento di realizzare un’opera per tutta la cittadinanza. (Fonte: Josè Astarita da Metropolis)

Piano di Sorrento. I giudici di pace condannano l’ente locale, la giunta è costretta a liquidare le spese legali

Piano di Sorrento - I debiti fuori bilancio relativi a sentenze del giudice di pace colpiscono ancora. Se nella vicina Meta la cifra da stanziare è stata vicina ai diecimila euro, a Piano di Sorrento le cose vanno un pizzico meglio. Anche se le battaglie legali perse con centauri e automobilisti che hanno trascinato in tribunale l’ente per multe dovute alla sosta fuorilegge aumentano con il passare dei giorni. Solo nel corso degli ultimi giorni, il Comune ha dovuto dare il via libera al pagamento delle parcelle per sei avvocati delle parti lese che si sono viste dare ragione dai giudici. Nel corso dell’ultima giunta, la maggioranza guidata dal sindaco Giovanni Ruggiero ha riconosciuto debiti fuori bilancio derivanti dalle sentenze emesse dal giudice di pace. Le liquidazioni riguardano soltanto le parcelle. Le casse comunali hanno riaperto i battenti per una sola matrice: i ricorsi presentati dai trasgressori contro i verbali elevati dagli agenti di polizia municipale. La giunta non ha potuto far altro che assumere l’impegno di spesa contabile da pagare agli avvocati difensori dei cittadini che avevano presentato ricorso. Tutto fatto in tempi brevi anche per evitare la procedura di pignoramento presso la tesoreria comunale e l’aggravio di ulteriori spese. Ai sei avvocati che hanno presentato ricorso per i propri clienti andranno poco più di 1500 euro. Ovviamente c’è da tenere conto anche un altro fattore: il mancato introito. Perché oltre a perdere ogni singola causa, il Comune si è visto annullare le multe. (Fonte: Josè Astarita da Metropolis)

Sorrento. Assessore Coppola: Tassa per occupazione suolo pubblico, sgravi per commercianti che espongono prodotti locali

Sorrento - Sgravi sulla tassa per l’occupazione di suolo pubblico per i commercianti che espongono prodotti dell’artigianato locale. E’ la proposta ufficiale a firma di Massimo Coppola che l’ha annunciata anche sul social network Facebook. L’assessore al commercio, di recente entrato nella giunta municipale guidata dal sindaco Giuseppe Cuomo, intende fornire un elemento in più agli artigiani di Sorrento per rilanciare un settore da anni in crisi, che deve fare i conti con l’incredibile concorrenza del mercato asiatico capace di piazzare prodotti “replicati” a quelli dei maestri storici della città del Tasso a prezzi davvero difficili da fronteggiare. Il progetto dell’assessore Coppola, a breve, sbarcherà in consiglio comunale. Sarà l’assise cittadina ad analizzare la mozione dell’esponente del Nuovo Centro Destra di Sorrento ed eventualmente metterla in campo per i prossimi mesi. L’assessore, in ogni caso, è determinato ad andare fino in fondo e ottenere il via libera. «Ho formalizzato la proposta finalizzata alla valorizzazione dei prodotti dell’artigianato locale prevedendo una riduzione del 30% della tassa per l’occupazione del suolo pubblico per i commercianti che espongono tale tipologia di prodotti – spiega il componente dell’esecutivo di piazza Sant’Antonino -. E’ mia ferma intenzione assicurare ai nostri prodotti tipici la giusta tutela, incentivando i commercianti ad esporre e commercializzare prodotti made in Sorrento, piuttosto che articoli di importazione». La mozione per ridurre le tasse di occupazione di suolo pubblico a favore dei volti storici dell’artigianato locale ha comunque già ottenuto riscontri positivi da parte degli altri componenti dell’amministrazione municipale di Sorrento. Ma il verdetto definitivo spetta al consiglio comunale. (Fonte: Josè Astarita da Metropolis)

Pari opportunità in Giunta: Alle donne il 40% dei posti

Gennaro Cinque
Vico Equense - Almeno il 40 per cento dei posti nella Giunta comunale deve essere assegnato alle donne. È quanto emerge dalla nota trasmessa ai Sindaci (e per conoscenza ai Prefetti e al Presidente della Commissione Regionale per le Parti Opportunità) dal Difensore Civico Regionale, il generale Francesco Bianco. I Sindaci devono procedere all’immediata sostituzione e integrazione del sesso rappresentato in minoranza, altrimenti sarà il Difensore Civico ad agire con i poteri sostitutivi. La Giunta del Primo cittadino Gennaro Cinque, con una sola donna, pertanto, deve adempiere alle prescrizioni. Uno schiaffo per quei Sindaci irrispettosi nei confronti delle donne e di tutte le normative che tutelano la rappresentanza di genere e il rispetto delle pari opportunità.

Sabato con Sal De Riso alle Axidie

Sal De Riso
Vico Equense - Appuntamento per sabato 25 ottobre a Le Axidie con il maestro Sal De Riso. Il Re della pasticceria Italiana, per l'ultimo incontro del ciclo SweetlyAxidie 2014, dedicherà il corso alla realizzazione di torte autunnali con decori a tema anche natalizi. Si parlerà di castagne, della nuovissima torta Cinque Sensi e di altre specialità. La lezione si svolgerà dalle 10.30 alle 16.30 circa, con una pausa pranzo al Ristorante Punta Scutolo in compagnia di Sal De Riso. Inoltre i partecipanti saranno omaggiati da prodotti della Pavoni, leader nella produzione di accessori in silicone per l'arte bianca e la ristorazione.

Guasto alle fogne, infiltrazioni in casa: il Comune pagherà per il tubo rotto

Vico Equense - Il Comune dovrà provvedere a riparare un guasto alle fogne che comportava infiltrazioni e danni alla casa di un cittadino delle frazioni alte. Lo ha stabilito il Tribunale di Torre Annunziata che ha accolto il ricorso di un residente che aveva presentato un esposto contro l’amministrazione e Gori. Una piccola perdita. Una semplice infiltrazione che ha portato il cittadino a ricorrere al Tribunale per vedere rispettato il proprio diritto ad avere una casa con ambiente salubre e in condizioni decorose. Da una parte un semplice cittadino vicano, dall’altra il comune di Vico Equense e la Gori. Una sorta di “Davide contro Golia”, ma che come nell’episodio biblico ha avuto vincitore la parte più debole. Il giudice - dopo aver stralciato la posizione della Gori chiamata in causa per un’infiltrazione che si era propagata nelle vicinanze dell’abitazione del ricorrente - ha deciso di sanzionare l’ente locale. Il Comune dovrà provvedere a eliminare il guasto esistente e a sanare il danno che l’infiltrazione ha causato nell’abitazione. Si dovrà riparare una condotta da cui è scaturita la battaglia legale. Ovviamente il Comune dovrà ristorare anche le spese legali del ricorrente. La scelta di opporsi al ricorso ha fatto mettere in preventivo all’ente municipale di avere le carte in regola per uscire vincitore dal processo. Il giudice e l’esposizione dei fatti, invece, hanno fatto propendere la bilancia dalla parte del cittadino che vedrà la propria abitazione sanata. Non resta che pagare al comune di Vico Equense. All’avvocato che ha difeso l’ente andranno poco più di 1500 euro. una cifra che è stata ribassata del 20% sul totale dei 2mila richiesti, perché l’esito del ricorso è stato negativo. (Fonte: Josè Astarita da Metropolis)

Lo scrittore Arturo Pérez-Reverte ospite a Sorrento

Arturo Pèrez-Reverte
Appuntamento sabato 25 ottobre, alle ore 18, all’Hotel Excelsior Vittoria

Sorrento - Una storia d’amore sulle note del tango. Una partita a scacchi tra un uomo e una donna, giocata tra Buenos Aires, Nizza e infine in una una Sorrento del 1966. Dove i protagonisti si ritrovano, ancora una volta. E’ la trama de "Il tango della vecchia guardia”, un romanzo edito da Rizzoli, partorito dalla penna di Arturo Pérez-Reverte, uno dei più noti scrittori spagnoli. L'ex reporter di guerra, membro della Reale Accademia di Spagna e autore di numerosi bestseller, sarà ospite sabato 25 ottobre, alle ore 18 all’Excelsior Vittoria di Sorrento per presentare il suo libro, in parte ambientato proprio nello storico albergo. L’incontro con l’autore, promosso dal Comune di Sorrento in collaborazione con la Fondazione Mannajuolo, vedrà Perez-Reverte conversare con lo scrittore Angelo Cannavacciuolo sui luoghi del romanzo, ma anche sul significato della parola Sud, inteso non solo come confine geografico, ma come territorio interiore. L'evento si inserisce nell’ambito della rassegna Parole In Viaggio, che vede autori internazionali confrontarsi proprio con il Sud, reinterpretando la grande stagione letteraria del Grand Tour quando grandi scrittori, pittori, musicisti, attraversavano l'Italia, annoverando tra le mete del loro viaggio anche la Campania. “Dopo la prima esperienza negli scavi di Pompei - spiega Cannavaccuolo, promotore della rassegna - dove autori come Gore Vidal, Jay Parini, Ethan Canin e Jim Nisbet, si sono incontrati nel suggestivo scenario del Teatro Grande, richiamando autori come Goethe, Standal, Chateaubriand e Dumas, la seconda edizione ha già visto ospite a settembre Philippe Claudel, con un doppio appuntamento Ravello e Napoli, e vede ora protagonista, a Sorrento e ancora a Napoli, il grande scrittore Arturo Perez-Reverte”. Per il sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo, l’incontro rappresenta “un vero e proprio evento, che qualifica ulteriormente l’offerta culturale della nostra città”. “Sorrento - aggiunge Cuomo - celebrata nei secoli nelle pagine di tanti scrittori, trova nuovamente ospitalità in un successo editoriale come "Il tango della vecchia guardia” divenendo la cornice magistralmente ricostruita negli anni sessanta, entro la quale si muovono i protagonisti del romanzo”.

Ruba furgone e posate d’argento a Sant’Agnello, arrestato

Sant'Agnello - E’ stato sorpreso a bordo di un furgone rubato all’interno del quale è stata trovata una borsa da donna contenente un servizio di posate d’argento. Questa notte i carabinieri dell’aliquota radiomobile di Sorrento hanno arrestato a Sant’Agnello Salvatore Lo Rosso, 35 anni, residente a Pompei in via Ripuaria e già noto alle forze dell’ordine. L’uomo è stato sorpreso alla guida di un autofurgone rubato in nottata dal parcheggio privato di una pasticceria che sorge lungo via Gargiulo. Quando e’ stato bloccato, inoltre, si è scoperto che il 35enne non ha nemmeno mai conseguito la patente. Nel furgone i militari dell’Arma hanno rinvenuto una bicicletta da passeggio e una borsa da donna contenente un servizio di posate ed un altro servizio da tè d’argento composto da 15 pezzi, verosimilmente provento di altro furto consumato in precedenza, la cui vittima è ancora in corso d’individuazione. L’arrestato è in attesa di essere processato con rito direttissimo.

mercoledì 22 ottobre 2014

A Expo chef Cannavacciuolo testimonial Gorgonzola Dop


Da domani partirà una campagna pubblicitaria su tv e stampa

Sarà lo chef campano Antonino Cannavacciuolo il testimonial del gorgonzola Dop durante il periodo del'Expo 2015: partirà una campagna pubblicitaria televisiva, e da novembre anche sulla carta stampata, del Consorzio per la tutela di questo formaggio, di cui sarà protagonista. Cannavacciuolo, nato al sud ma che ha il suo ristorante nella provincia di Novara, ha raccontato alla conferenza stampa di presentazione della campagna, a Milano, che con la collaborazione con il consorzio ''si chiude un cerchio iniziato a Vico Equense quando avevo 7 anni, alla gelateria 'Gabriele' che aveva metà banco con i gelati e metà con i formaggi, tra cui il gorgonzola abbinato a tanti ingredienti''. La campagna pubblicitaria, firmata dall'agenzia Thomas Adv, avrà come claim 'Più lo conosci più ti piace', che ''riassume bontà e qualità nutrizionali del gorgonzola'', ha spiegato il presidente del consorzio Renato Invernizzi.
 

Vico Equense, tentato abuso: la Severino arrivò dopo due mesi

Luigi de Magistris e Gennaro Cinque 
Vico Equense - Evocato ieri dal consigliere Salvatore Pace durante la riunione dell’assemblea di via Verdi come il caso del sindaco condannato e non sospeso, il primo cittadino di Vico Equense Gennaro Cinque, la sospensione in effetti l’ha sfiorata di pochissimo. Gennaro Cinque è stato condannato a nove mesi per «tentato» abuso d’ufficio nell’ottobre del 2012, giusto un paio di mesi prima dell’approvazione e della successiva entrata in vigore della legge Severino, quella che ha imposto la sospensione di de Magistris. La vicenda risale al 2006 quando il Comune di Vico Equense ha emanato un provvedimento di acquisizione a patrimonio comunale di un immobile abusivo. Contro l’atto la proprietaria ha fatto ricorso al tribunale amministrativo regionale della Campania per ottenere l’immediata sospensione del provvedimento, ma l’esito è stato negativo. La proprietaria ha dunque fatto appello al Consiglio di Stato mentre l’amministrazione ha incaricato l’avvocato Benedetto Castellano, professionista esterno che ha spesso difeso l’ente in contenziosi amministrativi, di seguire legalmente la vicenda. Il Consiglio di Stato ha richiesto una relazione tecnica circa la preesistenza del fabbricato, che l’avvocato ha inoltrato all’ufficio urbanistica. A questo punto sono cominciati i problemi. A Benedetto Castellano sono, infatti, pervenute due relazioni da parte dell’ente: una a firma del geometra Gerardo Petraccone dell’ufficio lavori pubblici, secondo l’accusa più favorevole al privato, l’altra del geometra Vincenzo Guida dell’ufficio urbanistica. Il sindaco Gennaro Cinque, dunque, avrebbe Incaricato un tecnico non appartenente all’ufficio competente di redigere la relazione richiesta. Un tentato abuso d’ufficio, dunque, secondo i magistrati per il primo cittadino che, invece, avrebbe dovuto rivolgersi al dirigente dell’ufficio urbanistica il quale, ricevuta la comunicazione della richiesta del Consiglio di Stato, ha, a sua volta, incaricato il geometra Vincenzo Guida per fare la relazione. (Fonte: Ilenia De Rosa da Il Mattino)

Ristorante ‘O Saracino, ci si prepara alla demolizione

Vico Equense - Ancora pochi giorni e il locale sarà completamente vuoto, pronto per essere demolito. Il ristorante «’O Saracino» presto non ci sarà più. Stanno provvedendo all’autosgombero i proprietari della struttura, che hanno già portato via gran parte del materiale. Il noto ristorante sito nel borgo di marina d’Aequa è stato dichiarato abusivo da una sentenza del Consiglio di Stato del 2011. Doveva essere abbattuto mesi fa ma. Poi a fine giugno il Consiglio di Stato ha concesso una sospensione delle procedure demolitorie fino a settembre. Con la richiesta di autosgombero da parte dei titolari si è avuta la proroga fino a ottobre. Quella che riguarda «’O Saracino» è una complessa vicenda che va avanti da oltre 30 anni. Tre sentenze del tar hanno accertato che la concessione edilizia rilasciata dal Comune di Vico Equense ai titolari era illegittima e che il ristorante con l’annessa terrazza sorge su un’area demaniale. La famiglia Aiello in questi anni ha, però, investito molto nel territorio dando un valido contributo per l’economia e l’immagine del borgo. «Ringrazio tutti gli amici che sono stati con me a fare lo sgombero – scrive sulla sua bacheca Facebook Francesco Aiello, titolare della struttura - La vita è una ruota e io sono salito. Vi aspetto con affetto e stima». Grande la solidarietà dimostratagli in questo periodo da imprenditori, commercianti e cittadini di Vico Equense. «La famiglia Aiello avrà perso questa battaglia – scrive su Facebook Pietro Apuzzo, residente a Vico Equense - ma sicuramente ha vinto la guerra dell'onestà e della vita». (Fonte: Ilenia De Rosa da Il Mattino) 

Premiati Piovani e Manfredi, sabato il Gala del Premio Penisola Sorrentina

Premiazione di Nicola Piovani
Piano di Sorrento - Si concluderà sabato 25 ottobre la sessione winter della XIX edizione del Premio Penisola Sorrentina Arturo Esposito® patrocinato dal Comune di Piano di Sorrento, dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, dal Senato della Repubblica, dal Consiglio Nazionale dell’Ordine dei giornalisti, dalla Regione Campania e dall’Associazione Turistica Pro Loco Città Piano di Sorrento. Il Gala finale sarà preceduto dall’incontro con l’attore Giulio Scarpati presso la Libreria inMondadori di Piazza Cota alle ore 18.30. Il celebre protagonista della fiction Rai “Un medico in famiglia” incontrerà i fans per la firma delle copie del suo libro “Ti ricordi la Casa Rossa?”, un viaggio nei ricordi tra la madre affetta dal morbo di Alzheimer e il figlio che impara a riappropriarsi delle proprie radici nell’intento di salvarla dall’oblio della mente. Dalle 20.30 si aprirà invece il sipario del Teatro delle Rose sulla serata condotta dal Direttore artistico del Premio, Mario Esposito, affiancato dall’attrice e cantante Anna Capasso, durante la quale saranno consegnati i riconoscimenti a personalità dello spettacolo, della musica, del teatro, della comunicazione. Tra i premiati il Direttore de “Il Sole 24 Ore”, Roberto Napoletano, vincitore della sezione speciale “Premio Vincenzo Russo” per la “Narrativa”, sezione etico civile, per il suo ultimo saggio “Viaggio in Italia”. Nella stessa sezione speciale il premio “Cultura” va all’Accademia delle Belle Arti di Napoli. All’attore Lino Banfi sarà assegnato il premio “Dino Verde”, a 10 anni dalla morte del noto autore televisivo, così come all’autore Riccardo Cassini. Saliranno sul palco per ricevere il riconoscimento anche Walter Veltroni (“Cinema e cultura), l’attore Giulio Scarpati (“Letteratura e teatro”), il direttore del Tg2 Marcello Masi (“Telegiornale dell’anno”), la giornalista Mediaset Alessandra Viero (“Giornalismo”), il cantante Ron (“Musica”), il cantautore napoletano Enzo Gragnaniello (“Musica”), il Direttore Relazioni Esterne Msc Crociere Maurizio Salvi (“Comunicazione integrata”). Ma protagonisti della XIX edizione sono stati anche il Premio Oscar Nicola Piovani, lo scrittore Valerio Massimo Manfredi e il giornalista Armando Massarenti nella due giorni del 17 e 18 ottobre dedicati al binomio “memoria e mito”.
 

Trasporti, Marciano: Da Vetrella numeri al lotto

Regione Campania - “L’assessore Vetrella continua a dare i numeri al lotto, parlando del Tic, e cerca di mascherare l’unica realtà: da gennaio i cittadini campani che vorranno utilizzare i mezzi pubblici dovranno non solo fare i conti con lo stato di totale sfascio del servizio, ma anche pagare di più”. Così il vicecapogruppo regionale del Partito Democratico, Antonio Marciano, dopo l’incontro della Consulta regionale della mobilità. “I numeri di cui Vetrella dovrebbe dare spiegazioni sono quelli relativi innanzitutto al calo di passeggeri, alle 600mila persone lasciate a piedi: nel 2010, infatti, i mezzi pubblici campani trasportavano in media 1 milione e 500mila al giorno, mentre oggi sono solo 920mila. E poi, nello stesso periodo l’evasione dal biglietto è salita di ben 10 punti percentuali, dal 18% all’attuale 28%, e di conseguenza sono crollati gli introiti, dagli oltre 156 milioni di euro del 2010 ai 135,7 milioni incassati nel 2013, nonostante i vari aumenti di prezzo del biglietto che hanno colpito le tasche dei cittadini in questi quattro anni di amministrazione di centrodestra”, ricorda il consigliere. “Altro che aiuto alle famiglie, insomma, come invece annunciato trionfalmente dall’assessore: in questi anni, i costi per i cittadini sono aumentati, anche perché costretti all’utilizzo della propria automobile o al ricorso a servizi privati, spesso abusivi. Una situazione che rischia di peggiorare con gli aumenti del prossimo gennaio e con il caos che deriverà da questo sistema così macchinoso”, prosegue l’esponente democrat.
 

Trasporto disabili, i Consiglieri comunali scrivono al Sindaco

Vico Equense - I Consiglieri comunali, di maggioranza e opposizione, scrivono al Sindaco Gennaro Cinque e alla Giunta, contro la decisione della provincia, che ha azzerato il servizio di assistenza e di trasporto per i giovani disabili residenti. La mancata approvazione del bilancio della Provincia di Napoli e i problemi legati alla riorganizzazione delle competenze dell’ente di piazza Matteotti hanno bloccato i fondi dedicati al trasporto scolastico per i giovani diversamente abili delle scuole superiori. Le famiglie che lottano quotidianamente con la disabilità dei propri figli adolescenti, circa venti sul territorio vicano, stanno protestando da qualche tempo. Al fine di garantire a questi ragazzi l’esercizio del diritto allo studio e sostenere le loro famiglie, i Consiglieri comunali di Vico Equense, senza distinzione di colore politico, hanno proposto l’attivazione, dell’assistenza specialistica e del trasporto scolastico, con fondi comunali la cui restituzione sarà chiesta, poi, alla Città Metropolitana. Ciò in virtù sia del consenso ottenuto dal Coordinamento Istituzionale dell’ambito NA33 riguardo alla possibilità di gestione, a livello comunale, di questi servizi. La maggior parte dei giovani vicani con disabilità avrebbe necessità di recarsi quotidianamente all’istituto alberghiero «De Gennaro», quindi restando nell’ambito cittadino, ma non mancano studenti che dovrebbero muoversi verso la penisola, raggiungendo il liceo classico «Publio Virgilio Marone» di Meta o il liceo artistico «Francesco Grandi» di Sorrento. “Il diritto allo studio – scrivono i Consiglieri comunali – è un diritto fondamentale, costituzionalmente garantito, e come tale non può essere soppresso, per problemi di bilancio.”

Albo Scrutatori e Presidenti di seggio: termini e requisiti

Piano di Sorrento - Entro il prossimo 30 novembre è possibile presentare domanda all’Ufficio elettorale del Comune di Piano di Sorrento per essere inseriti nell’apposito Albo delle persone idonee all’Ufficio di Scrutatore di seggio elettorale. Per rispettare i requisiti di idoneità bisogna essere elettori del Comune al quale si presenta domanda ed essere in possesso almeno del titolo di studio della scuola dell’obbligo. Per legge sono esclusi i dipendenti dei Ministeri dell’Interno, delle Poste e Telecomunicazioni e dei Trasporti, gli appartenenti a Forze Armate in servizio, i medici provinciali, gli ufficiali sanitari, i medici condotti, i segretari comunali, i dipendenti dei Comuni, gli addetti o comandati a prestare servizio presso gli uffici elettorali comunali e i candidati alle elezioni per le quali si svolge la votazione. Inoltre entro il 31 ottobre è possibile presentare domanda anche per essere inseriti nell’Albo delle persone idonee all’Ufficio di Presidente di seggio elettorale. Per rispettare i requisiti di idoneità bisogna non aver superato il 70° anno di età ed essere in possesso del diploma di istruzione secondaria di secondo grado (maturità). Gli altri parametri di esclusione coincidono con quelli previsti per l'iscrizione all’Albo degli Scrutatori. In entrambe le tipologie di domande dovranno essere indicati i seguenti dati: cognome, nome, data e luogo di nascita, residenza con indicazione della via e del numero civico, professione e titolo di studio. Per ritirare i modelli di domanda e per ulteriori informazioni gli interessati possono rivolgersi all’Ufficio elettorale comunale.

In scadenza al 3 novembre il bando per i contributi integrativi ai canoni di locazione

Piano di Sorrento - Entro le ore 12.00 del 3 novembre è possibile presentare domanda per concorrere al bando per la concessione dei contributi integrativi ai canoni di locazione per l’anno 2014 in favore dei cittadini residenti che siano titolari di contratti ad uso abitativo, regolarmente registrati, di immobili ubicati sul territorio del Comune di Piano di Sorrento e che non siano di edilizia residenziale pubblica, in esecuzione della Legge 431/98 art.11 “Fondo Nazionale per il sostegno all’accesso alla abitazioni in locazione” e della nota della Giunta Regionale della Campania del 25/09/2014. L’Amministrazione del Comune di Piano di Sorrento con la Delibera di Giunta n.193 del 26/09/2014 ha, inoltre, stabilito di integrare il contributo regionale con l’assegnazione di ulteriori 5000€ a carico del bilancio comunale. La selezione dei beneficiari avverrà mediante la formulazione di una graduatoria in funzione di un coefficiente derivante dal rapporto tra canone e valore ISEE dell’anno in corso. I benefici verranno erogati quando la Regione Campania comunicherà la concessione della necessaria provvista finanziaria e i fondi saranno trasferiti al Comune. Alla domanda di partecipazione, in allegato e/o scaricabile dalla sezione “Bandi e Concorsi” del sito www.comune.pianodisorrento.na.it, è necessario allegare la documentazione richiesta nel bando anch’esso scaricabile integralmente sul sito del Comune e in allegato.

Il Comune non comunica con i cittadini

Via Filangieri
Vico Equense - La comunicazione con i cittadini e la trasparenza non sono certo i tratti più rappresentativi del Comune di Vico Equense, anzi, sono concetti che stentano ad essere compresi dall’Amministrazione Comunale del Sindaco Gennaro Cinque. L’esempio più eclatante è il restyling di via Filangieri. “A mio avviso – commenta Massimo Trignano, Avvocato - c'è un difetto di comunicazione. Senza entrare nel merito della vicenda (muretto o ringhiera), ritengo che l'Amministrazione dovrebbe rendere partecipi i cittadini, così come ha fatto per l'ecomostro di Alimuri e sta facendo per il PUC. I progetti, in particolare le opere pubbliche, andrebbero presentati alla cittadinanza, attraverso conferenze stampa, ed illustrati anche con fotorendering. Sarebbe poi utile spiegare le motivazioni dell'intervento che sicuramente è inserito in un piano delle opere pubbliche più vasto e pluriennale. I cittadini, se informati e messi a conoscenza anche delle altre opere che sono in fase di progettazione e/o finanziamento e, comunque, programmate a breve, medio e lungo termine, potrebbero esprimere il loro giudizio in maniera sicuramente più obiettiva e con cognizione di causa”, conclude Massimo Trignano.

Al via la IV edizione di Suoni Divini Divino Vino

Sorrento - Tre giorni all’insegna della musica, del gusto e dell’arte, quella in programma presso la Cattedrale di Sorrento, dal 24 al 26 ottobre, alle ore 21 e trenta, con la quarta edizione di Suoni Divini Divino Vino. La manifestazione, promossa dal Comune di Sorrento, con la direzione artistica di Mario Mormone, propone in apertura, venerdì 24 ottobre, il concerto del pianista Enrico Pieranunzi, tra i nomi più noti ed apprezzati della scena jazzistica internazionale, con Gabiele Mirabassi al clarinetto e Mario Criales al contrabbasso. Sabato 25 ottobre, ad esibirsi sarà Antonella Ruggiero, tra le voci più intense e suggestive del panorama musicale italiano, accompagnata da Fabio Zeppetella alla chitarra e Roberto Ciammarughi al pianoforte. Domenica 26, finale con Jaques Morelenbaum, uno dei grandi protagonisti della musica brasiliana. Special guest, la voce di Paula Morelenbaum. Nell’ambito della rassegna sarà possibile degustare vini e visitare le mostre artistiche allestite per l’occasione: gioielli artigianali, apparecchi vintage, vinili da collezione, liuti e fotografie. “L’ingresso è libero e consentito fino ad esaurimento posti. Ogni sera sarà anche disponibile uno spazio interamente dedicato ai bambini - spiega l’assessore agli Eventi del Comune di Sorrento, Mario Gargiulo - Anche quest’anno la manifestazione porterà nella suggestiva cornice del Duomo di Sorrento, artisti di grande spessore. L’evento chiude simbolicamente il calendario di appuntamenti inaugurati lo scorso maggio e apre le porte alla programmazione invernale, che accompagnerà cittadini e turisti con musica, teatro, arte e cultura”. Informazioni sul sito www.suonidivinisorrento.i

Via Murrano, inizia il rifacimento dei muretti

Via Murrano
Claudia Scaramellino: “Finalmente” 

Vico Equense - Iniziati i lavori, appaltati mesi fa, per il rifacimento dei parapetti di via Murrano, la strada che conduce alla Marina d'Equa. Ora sono pochi a scendere al mare, ma è una bella notizia, vista la lunga attesa e le aspettative di moltissimi. “L'estate è passata, - commenta Claudia Scaramellino, consigliere comunale di IN Movimento per Vico - ma meglio tardi che mai. E questo va detto anche perchè, ad aspettare ancora, le pietre, ammassate nella curva grande, sarebbero state sempre meno... Nella nostra Città alcuni lavori avvengono inspiegabilmente (ma non tanto!) con una velocità supersonica e altri devono attendere anni, anche se sono necessari. Via Murrano è un' arteria fondamentale della nostra Vico, anche per la sua vocazione turistica. Finiranno i lavori ai muretti di Via Murrano? Speriamo che siano veloci come lo è stata la "clamorosa" apertura estiva del viadotto e l'apposizione delle ringhiere. La ricostruzione dei muretti è già un "miracolo d'autunno", atteso da parecchie estati dai cittadini e dagli operatori turistici della Marina di Equa, ma anche da molti residenti estivi, affezionati da generazioni a Vico Equense e alle sue spiagge”, conclude il consigliere di minoranza.

Torretta di Punta La Guardia, IN Movimento per Vico chiede all’Amministrazione un progetto per salvarla

Vico Equense - Gli abitanti di Seiano la chiamano "la Torretta". Ma il suo vero nome, è "Punta La Guardia", da quello sperone di roccia su cui si innalza a picco sul mare, circondata da ulivi, tulipani e aranci. Da qualche mese la "Torretta", in realtà una torre di avvistamento cinquecentesca risalente al periodo vicereale spagnolo, è letteralmente irraggiungibile. L'unica strada comunale che arriva all'area, via Punta la Guardia, è chiusa da un portone in legno che, di fatto, allarga i confini della proprietà privata che costeggia il ciottolato, appartenente ad un imprenditore locale. Lo sbarramento, che insiste da ormai diversi anni, preclude l'accesso allo slargo dell'antica torre, di norma aperto a tutti perché in un'area demaniale. “La nostra attenzione – spiegano Andrea Lauro, Natale Maresca e Claudia Scaramellino, consiglieri comunali di IN Movimento per Vico - per i luoghi storici equensi è sempre costante. Ad alcuni, come alla Torretta di Punta la Guardia, ci siamo dedicati più volte e con varie proposte per mettere fine all'ormai vecchia questione. E' un luogo che riscuote grande interesse, ma del tutto inaccessibile e chiuso da un cancello privato. E’ stato anche oggetto di una petizione popolare per riaverne il legittimo accesso. I cittadini la reclamano come “cosa” propria, memori anche delle belle scampagnate, che erano possibili , finché vi si poteva andare. Oggi chiediamo, di nuovo, all’Amministrazione comunale che si impegni in un progetto di valorizzazione e gestione della Torretta e dell’area circostante, al fine di salvaguardare entrambe e garantirne ancora la godibilità per i cittadini, ma anche per i turisti, perché si tratta di luogo di pregio storico”, concludono i consiglieri di minoranza.

Cozzolino: “Mi candido ma non a tutti i costi”

Andrea Cozzolino
Fonte: Conchita Sannino da la Repubblica Napoli 

Andrea Cozzolino, lei è stato assessore regionale con Bassolino, poi candidato sindaco nelle primarie-incubo del 2011, e ora da europarlamentare Pd è in corsa verso le regionali. Cosa pensa delle iniziative di Caldoro? «Vedo in queste iniziative, ora anche sul ticket, lo specchio del suo immobilismo e delle sue ciniche operazioni contabili messe a segno sulla pelle dei cittadini campani. Nei tentativi di Caldoro, vedo anche il timore di un giudizio duro che potrà arrivare sul suo governo. Le famiglie non si fanno buttare fumo negli occhi: Caldoro ha introdotto le tasse più elevate su Irpef e Irap, promettendo tra l’altro che le avrebbe ridotte senza mai farlo. Ha determinato un blocco del turn over che ha portato a meno 15mila dipendenti della Sanità e a un risparmio di 750 milioni che è stata un’operazione cinicamente contabile che non ha migliorato nulla, anzi». Però Cozzolino, siamo onesti: la Regione aveva, specie sulla Sanità, conti paurosamente fuori controllo. «Se è per questo, aveva prestazioni ospedaliere migliori di quelle di oggi: non lo dico io, basta leggersi il rapporto della Banca d’Italia. Aveva settori e articolazioni molto più efficienti al servizio dei cittadini: come i trasporti, il sistema culturale. Invece, vorrei chiedere cosa resta dell’azione di Caldoro su temi portanti: vogliamo parlare dei rifiuti, del fatto che dopo i suoi 5 anni non c’è un solo significativo passo in avanti compiuto nel ciclo rifiuti, anzi rischiamo una pesantissima infrazione europea che graverà sui conti dell’Italia e della Campania?».


martedì 21 ottobre 2014

Via Bonea. Gennaro Cinque promette e mantiene...

Vico Equense - “Oggi, - scriveva Gianfranco Starace sul nostro blog - giovedì 28 agosto 2014, in via Bonea ho incontrato a bordo del proprio scooter di ordinanza il sindaco di Vico Equense al quale, dopo essermi presentato, ho esposto il disagio relativo al manto stradale, o meglio ciò che ne resta, di tutta la via Bonea. Lo stesso mi ha assicurato che per il mese di ottobre 2014 sarà "completamente asfaltata". Quanto sopra a futura memoria...” Gennaro Cinque mantiene la promessa… Con ordinanza pubblicata oggi, dal 22/10/2014 al 30/10/2014 dalle ore 09:00 alle ore 17:00 sarà interdetto il transito pedonale e veicolare in via Bonea nel tratto tra l’incrocio di via Nicotera all’incrocio di via Madonnelle, per ripristino del manto stradale.

Trasporti: passo in avanti su funivia Faito

Vico Equense - Si è riunita a palazzo Santa Lucia la Giunta regionale della Campania, presieduta da Stefano Caldoro. Su proposta del presidente e dell’assessore ai Trasporti e Viabilità Sergio Vetrella sono state approvate modifiche ed integrazioni all’atto aggiuntivo sull’Accordo di Programma Quadro “Sistemi di mobilità”. Con la delibera viene assicurata la copertura finanziaria di 12 interventi e approvata la riprogrammazione delle risorse del Fondo Sviluppo e Coesione 2007 – 2013 per ulteriori 9 interventi. Tra questi anche l’adeguamento sismico e funzionale della Funivia Faito, circa 2milioni di euro. Un primo risultato per il destino della funivia, che dalla stazione Circumvesuviana di Castellammare centro porta sulla cima di monte Faito, che probabilmente riuscirà ad essere nuovamente attiva per l’anno prossimo. La funivia è stata aperta al pubblico il 24 agosto 1952 con lo scopo prevalentemente turistico di collegare la montagna con la linea costiera. La stazione a valle è stata creata nei pressi di quella della Circumvesuviana di Castellammare di Stabia, sulla linea Napoli-Sorrento con l’obiettivo di creare un ottimo interscambio tra treno e funivia. Il mezzo permetteva in 8 minuti di raggiungere la montagna, rendendola accessibile a tutti. Le cabine erano due e partivano in contemporanea dalle due stazioni, con una capacità di trasporto di 35 persone; una capienza che garantiva una portata di 500 utenti l'ora. «Attraverso la funivia, il Faito sarà la meta preferita di tutti i turisti: diventerà come Capri e Pompei, come il Vesuvio, Paestum ed Ercolano questo angolo divino, dove tutto sembra circonfuso di sogno e donde spicca la bellezza ineguagliabile del mare di Napoli». Così scrivevano i giornali di un veicolo che aveva tutte le potenzialità per dare un nuovo impulso al turismo.

Protezione civile della Campania: Brusco calo delle temperature da domani

Regione Campania - La Protezione civile della Regione Campania comunica che a partire da domani mattina si registrerà un brusco calo delle temperature, associato ad un generale peggioramento delle condizioni meteo, con venti di burrasca e forti mareggiate. La Sala operativa si tiene in stretto contatto con l'assessore competente Edoardo Cosenza e raccomanda alle autorità competenti di prestare attenzione alle strutture esposte alle sollecitazioni dei venti e dei mari, con riferimento, ad esempio, a moli, banchine, pali della luce, alberi. La Direzione generale Lavori pubblici e Protezione civile della Regione, tenuto conto del bollettino meteorologico emesso dal Dipartimento della Protezione Civile, del Bollettino Meteorologico Regionale e dell’Avviso di Avverse Condizioni Meteo emesso dal Centro Funzionale della Regione Campania, ha diramato un'allerta meteo a partire dalle 8 di domani mattina e per le successive 24/36 ore. Durante tale lasso di tempo le condizioni meteo saranno caratterizzate da instabilità con precipitazioni anche a carattere di locali rovesci o temporali.

A proposito di disabilità...

Vico Equense - Volevo parlare di disabilità, un tema difficile, ostico, ma non ho i requisiti per farlo. E allora prendo a prestito la riflessione di un’amica, Susi Di Martino, per essere certo che le parole fossero quelle giuste. Ecco allora la sua esperienza. “Quando si parla di disabilità, - scrive Susi sulla sua pagina facebook - tutti si limitano a considerare il lato pietistico della condizione "povero bambino, poveri genitori, povero vecchio, povera famiglia!" Tutto questo non serve, a nessuno: ne' al disabile ne' alla famiglia, né alla società. Il disabile è, contrariamente a ciò che si pensa, un dono, un gran regalo per la famiglia e la società. E sapete perché? Perché il disabile ti aiuta a riflettere, ad oltrepassare gli schemi precostituiti, a considerare oltre, a lottare per ottenere. E ti tiene vivo, sempre attento, energico e dinamico. Un grazie, immenso, a tutti i portatori di energia.”

La mamma di Ciro Esposito: «Vorrei vedere napoletani e romanisti insieme al San Paolo»

Antonella Leardi ha incontrato il sindaco di Piano Ruggiero e la Pro Loco cittadina 

Fonte: Metropolis

Piano di Sorrento - Grande commozione e il ricordo per un ragazzo morto mentre andava a vedere una partita di calcio. L’incontro tenutosi ieri a Piano di Sorrento, e organizzato dal Comune e dalla Pro Loco cittadina con Antonella Leardi, mamma di Ciro Esposito, però non è servito soltanto a ricordare quei tragici momenti di quel maledetto 3 maggio. Ma è stata anche l’occasione per capire come si può ripartire, tutti insieme, da quel fattaccio che ancora, che Ciro non c’è più, non è stato ancora risolto. Si cerca un assassino che però non porterà indietro il giovane tifoso azzurro scomparso quest’estate dopo quasi due mesi di agonia. Ed alle porte c’è la partita tra Napoli-Roma, in programma il 1 novembre. Un match più che mai delicato: «Vorrei che si giocasse in maniera tranquilla e soprattutto con le due tifoserie sugli spalti a seguire l’evento. Quella capitata a mio figlio è stata una disgrazia, non ho nulla contro i tifosi della Roma. Tra i primi a visitare Ciro mentre era ricoverato al Gemelli, di loro conservo anche una sciarpa donata a mio figlio - racconta Antonella Leardi con le lacrime agli occhi - sarebbe bello vederli al San Paolo». Antonella ha gli occhi lucidi quando parla del suo Ciro, strappato alla vita troppo presto e in un modo troppo orrendo. Mentre lo ricorda in sala, dove erano presenti oltre al sindaco di Piano Ruggiero e quelli della Pro Loco cittadina anche i responsabili del Napoli Club di Massa e Piano, c’è chi scuote la testa pensando ancora a quelle scene. Chi piange pensando a Ciro: «A tutti voglio dire - racconta Antonella Leardi - che mio figlio era un ragazzo tranquillo.
 

Sanità: Cortese, cesarei in Campania oltre 50%, punte del 92%

Angela Cortese
"Veri sprechi ma Regione continua a consentire questo scandalo"

Regione Campania - "Confermando i dati allarmanti che avevamo divulgato a giugno scorso, l'Agenas, Agenzia Nazionale per i servizi sanitari, ha sottolineato con l'edizione 2014 del Programma Nazionale Esiti (Pne) la scandalosa situazione della Campania, dove in controtendenza con il resto d'Italia il numero di parti cesarei continua a lievitare raggiungendo in media il 50 per cento, il doppio della quota massima stabilita dal regolamento ministeriale, con punte che in alcune cliniche private superano addirittura il il 92 per cento". Così, in una nota, Angela Cortese, componente della Commissione regionale Sanità. "Cifre che ricalcano quelle diffuse da medici ed esperti nel corso di un convegno sulla salute delle donne in Campania promosso dal Pd regionale", ricorda. "A dispetto dei toni trionfalistici del presidente Caldoro - osserva il consigliere del Pd - bussa alle porte la realtà. E parla di una gestione che anche su questo fronte si rivela fallimentare. Sebbene il parto sia nella stragrande maggioranza dei casi un evento naturale, i reparti di ostetricia della nostra regione sono diventati da tempo veri e propri 'cesareifici'. Un andazzo che mentre da una parte foraggia un sistema di clientele, grava dall'altra sui costi del Sistema Sanitario e, dunque, dei cittadini campani". "Con buona pace delle Asl, cui spetterebbe l'obbligo di vigilare e controllare affinché distorsioni così gravi. In un momento in cui la parola 'sprechi' è più che mai all'ordine del giorno - conclude Cortese - l'accetta della spending review regionale continua a prendere di mira i pronto soccorso ostetrici con meno di mille parti, ma chiude tutti e due gli occhi sul grande affare dei parti chirurgici delle cliniche. Un comportamento omissivo colpevole, sospetto e in ogni caso imperdonabile"

Convegno su “Start-up, imprenditoria femminile in un mondo che cambia”

Sorrento - Venerdì 24 ottobre, alle ore 10, presso l’Azienda di Soggiorno e Turismo di Sorrento, si svolgerà una tavola rotonda dal titolo ”Start-up, imprenditoria al femminile in un mondo che cambia“. L’evento, organizzato dalla sezione penisola sorellina della Fidapa, con il patrocinio dell’assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Sorrento, vedrà la partecipazione della vice presidente del sodalizio, Rosa Mauro, dell’assessore regionale alle Politiche Sociali e al Welfare, Bianca D’Angelo, della presidente dell’Ascom di Volla, Rosa Praticò, dell’avvocato del lavoro Filomena Cappiello e della direttrice del Banco di Napoli di Piano di Sorrento, Carmela Cardone. Saranno presenti anche i vertici nazionali della Fidapa, rappresentanti delle varie associazioni di categoria, delle istituzioni e degli studenti degli istituti superiori della penisola sorrentina. Ad aprire l’incontro, il saluto dell’assessore alle Pari Opportunità del Comune di Sorrento, Maria Teresa De Angelis, del consigliere provinciale, Rosellina Russo e della presidente della Commissione Pari Opportunità, Lucrezia Trovato. L’evento si inquadra nello svolgimento del tema nazionale della Fidapa “Ruolo e finalità delle Associazioni femminili in una Società in rapida e continua evoluzione“. “La Fidapa, Federazione di donne del mondo delle arti, delle professioni e degli affari, aderente all’International Federation of Business and Professional Women, ha come scopo fondamentale la promozione della donna in qualsiasi ambito svolga la propria vita - spiegano gli organizzatori - Considerando il cambiamento, in atto negli ultimi decenni, dell’immagine e del ruolo della donna nella società, le finalità della Fidapa risultano di grande importanza ed attualità nella nostra epoca. Il ruolo della donna riveste, inoltre, una particolare importanza in tempi di crisi dal momento che il mondo femminile rappresenta un potenziale ancora in parte inespresso in molti campi, tra cui quello professionale e imprenditoriale. Un recupero di tali risorse non può non avere effetti positivi per la società tutta, anche in termini economici”.

Niente parchi giochi per i bambini, protesta e petizione delle mamme

Fonte: Ilenia De Rosa da Il Mattino

Vico Equense - Mamme in rivolta per la chiusura dell'unica area giochi del territorio destinata ai più piccoli. Si tratta del giardino dell’istituto «Santissima trinità e paradiso», che ha chiuso a fine settembre allo scadere della convenzione stipulata tra l’ente e la fondazione «Fast». Raccolte oltre 200 firme per chiedere al consiglio di amministrazione dell’ente che venga presto restituito alla città. Abbandonato per anni, lo spazio verde è stato aperto alla cittadinanza lo scorso mese di luglio. E’ un’area ritornata all’antico splendore grazie all’interesse dei membri della fondazione e all’aiuto dei residenti, attrezzata con nuove giostre per i più piccoli, con tavolini e panchine per genitori e nonni. A giugno in tanti, durante il periodo di ristrutturazione, hanno partecipato attivamente dando il proprio contributo volontario sia in termini economici, attraverso donazioni, che di manodopera. Adesso, però, i cancelli del giardino sono nuovamente chiusi e i cittadini protestano affinché venga restituito ai bambini l’unico spazio ricreativo sicuro, attrezzato presente attualmente a Vico Equense. Fatiscente, infatti, l’area del parco di San Ciro, un tempo considerata punto di ritrovo per piccoli e genitori. Sono anni che non viene più effettuata manutenzione, che il pavimento presenta buche sempre più grandi e che le giostre cadono a pezzi. Attualmente sono state tolte le giostrine rotte, ma non sostituite. «E’ intenzione dell’amministrazione realizzare in quell’area un campo di calcio – afferma il sindaco Gennaro Cinque – da destinare a bambini e adolescenti. Spesso si vedono giocare a calcio ragazzi in piazza Mercato. Ma non è un’area chiusa, protetta. Penso che sia per loro estremamente pericoloso stare lì.

Rc auto, il Pd propone la tariffa unica nazionale per i virtuosi

Antonio D'Aniello e Leonardo Impegno 
Piano di Sorrento - Il Partito Democratico e i Giovani Democratici della penisola sorrentina, ieri sera, hanno presentano la proposta di legge "Rc Auto - Tariffa Italia" alla presenza del Deputato Leonardo Impegno. La questione riguarda il “caro-assicurazioni“: in Italia infatti deteniamo il triste primato riguardante il costo della polizza Rc auto più cara d’Europa. Inoltre nel nostro Paese non esiste, a parità di sinistri, una tariffa unificata a livello nazionale. Secondo l’ultimo bollettino trimestrale dell’Ivass, Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni, in Italia esistono “forti squilibri territoriali”, in alcune zone del Centro-Sud d’Italia la polizza RC auto è addirittura tre volte più cara che in altre, ad esempio un 18enne napoletano può arrivare a pagare un premio di 3.500 euro per un’automobile 1.3 a benzina e 1.500 euro per un motorino 50cc. La cifra così “proibitiva” porta molti napoletani a viaggiare senza assicurazione (esibendo tagliandi falsi e a scappare in caso di incidente) e, di conseguenza, accresce l’illegalità. Il Progetto di Legge denominato “RC Auto: tariffa Italia” mira, indipendentemente all’area territoriale in cui l’automobilista è residente, a premiare gli automobilisti virtuosi. Il testo - un solo articolo - prevede che "le imprese di assicurazione sono tenute a riconoscere l'applicazione del premio più basso previsto sull'intero territorio nazionale a tutti i contraenti e assicurati che non abbiano denunciato sinistri negli ultimi cinque anni". La proposta è stata già firmata da 27 deputati del Pd e, spiega Leonardo Impegno, "non vuole creare uno scontro tra Nord e Sud, ma abbassare le tariffe Rc auto a tutti gli italiani". Questa iniziativa, come spiega ancora Impegno, ha anche l'obiettivo di combattere alcuni fenomeni come la circolazione di macchine non assicurate e il cambio di residenza in altre città per avere tariffe agevolate, fenomeno particolarmente diffuso a Napoli.

Trasporto disabili: Se la Provincia non paga ancora, il Comune anticipi!

di IN Movimento per Vico

Vico Equense - Dall’inizio di quest’anno scolastico, il servizio del trasporto per la scuola per gli alunni disabili degli istituti superiori si è interrotto per la mancata erogazione dei fondi da parte della Provincia, che ha annunciato ritardi nel pagamento. Si tratta di studenti che ogni giorno devono raggiungere gli edifici scolastici del centro di Vico Equense , di Meta e di Sorrento da parti diverse del nostro Comune. Le famiglie stanno pagando di propria tasca un servizio che, negli anni passati, è stato gratuito . Una spesa in più non prevista e un disagio maggiore sono venuti a gravare sui nuclei familiari, in tempi di crisi! Al fine di garantire a questi giovani l’esercizio del diritto allo studio e sostenere le loro famiglie, IN Movimento per Vico propone all’Amministrazione comunale di prelevare dal fondo di riserva comunale, a titolo di anticipo dei fondi provinciali, la somma che possa permettere ai ragazzi con disabilità di Vico di raggiungere serenamente ogni giorno la propria scuola per partecipare alle lezioni. Spendere per tutelare il diritto allo studio è un investimento per il futuro ed è incomprensibile negarlo, mentre la Città assiste a inutile uso di denaro pubblico!

lunedì 20 ottobre 2014

Borgo della Marina d’Equa, indirizzi per il miglioramento del litorale

Vico Equense - La Giunta del Sindaco Gennaro Cinque ha affidato all’Ufficio Europa e lavori Pubblici, l’incarico di predisporre un progetto che assicuri maggiore sicurezza al borgo di Marina d’Equa. “L’intervento – spiega Antonio Di Martino, Assessore al demanio – consisterebbe in un adeguamento strutturale delle opere foranee di difesa del porto e dell’attiguo borgo. Lo stato attuale, infatti, non è adeguato alle finalità di protezione, sia per quanto attiene lo specchio d’acqua, che per il litorale a ridosso del centro abitato. Inoltre, - aggiunge Di Martino - in questi mesi, l’Amministrazione comunale ha avviato una nuova progettazione orientata a un rilancio dell’ attività peschereccia.” Questo, infatti, il principale obiettivo del progetto realizzato dal Comune di Vico Equense che prevede l’ammodernamento dell’area di pesca del porticciolo di Marina d’Aequa. I lavori trasformeranno il molo. Sarà ampliato e messo in sicurezza il tratto iniziale della banchina al fine di ingrandirne l’area, per renderla più sicura e utile all’accesso dei pescherecci e degli eventuali mezzi di emergenza. Oltre ai 25 pescatori della zona e all’intero comparto della pesca, a beneficiarne sarà il borgo marinaro, dove diventerà possibile la vendita diretta e la creazione di un mercato a chilometro zero. L’intervento principale previsto dal piano di restyling sarà la realizzazione di otto locali di cui cinque destinati al deposito delle attrezzature da pesca, uno per la cella frigorifera e la macchina per la produzione del ghiaccio, uno riservato all’impianto per l’aspirazione e stoccaggio di olii esausti e scarichi di sentina, l’altro per servizi igienici e spogliatoi. Per la pavimentazione è previsto il basolato in pietra vulcanica.
 

Si chiude la prima edizione del “Meta Film Festival”

Meta - Buon riscontro di critica e pubblico per il “Meta Film Festival” prima edizione, una novità assoluta nel panorama metese - è il primo festival cinematografico che si svolge nella cittadina peninsulare - che ha puntato sull’educazione ambientale, l’educazione alla salute, la tutela del territorio e del patrimonio artistico ed archeologico, che rientrano in quei doveri di cittadinanza attiva cari all’associazione promotrice dell’evento, il Circolo Endas Penisola sorrentina Onlus, ente di attività sociale operante sul territorio fin dal 1983 con una serie di iniziative nel campo della promozione culturale, letteraria, cinematografica, teatrale, artistica, sportiva, e giornalistica col sito "Telestreet arcobaleno". Il festival si è articolato attraverso dei Forum che hanno preceduto le proiezioni e hanno visto la partecipazione di illustri ospiti. “Non ospiti di grossa esposizione mediatica e facile richiamo per il grosso pubblico”, dichiara, con malcelato orgoglio polemico, il prof. Antonio Volpe, direttore artistico del Circolo e del festival, “ma reali testimoni del nostro tempo, portatori di messaggi positivi e di riflessione”. “Ogni forum, spiega il dottor Carl Alfaro, responsabile eventi dell’Endas e direttore dei forum- ha affrontato una specifica tematica a cui era in qualche modo collegata la successiva proiezione cinematografica”. “Tutto ad ingresso libero”, precisa il presidente dell’Endas, Adele Paturzo. Gli incontri si sono tenuti presso l'Auditorium dell'Istituto comprensivo statale“Buonocore-Fienga” di Meta, grazie alla fativa collaborazione del dirigente scolastico Ester Miccolupi. Partenza alla grande venerdì 10 ottobre con il forum “La Terra dei Fuochi. Un caso nazionale”, che ha visto la partecipazione di: Giuseppe Tito, Sindaco di Meta; Pasquale Cacace, Vice Sindaco; Biancamaria Balzano, Consigliere con delega alla Cultura; la preside Miccolupi; Antonio Marfella, Tossicologo-Oncologo dell'Istituto Nazionale per la Cura dei Tumori I.R.C.C.S. "Fondazione Sen. G.Pascale" e Componente del Direttivo Regionale della Associazione ISDE MEDICI PER AMBIENTE DELLA REGIONE CAMPANIA, famoso sostenitore con i suoi studi delle battaglie civili del Comitato civico "Terra dei Fuochi" , contro il "biocidio" in Campania; Ornella Esposito, giornalista ed autrice con la regia di Thomas Wild Turolo e la straordinaria partecipazione del Comitato “Terra dei Fuochi”e Don Maurizio Patriciello del documentario “Ogni singolo giorno”, che è stato proiettato per la prima volta per il pubblico della Penisola sorrentina; Gennaro Izzo, Coordinatore PSZ NA33 che ha patrocinato il festival; Fabrizio d’Esposito, noto giornalista che dalle colonne de “Il fatto quotidiano” denuncia da anni fatti e misfatti della nostra Regione.
 

Il Comune in aiuto dei bambini che frequentano le elementari

Stanziati 32.500euro per i libri di testo

Vico Equense - Buone notizie per i libri di testo per le scuole. Arriva dal Comune la notizia che sono stati reperiti e stanziati in bilancio i fondi per assicurare la fornitura gratuita dei libri di testo per l'anno scolastico, per gli alunni della scuola primaria. 32.500euro stanziati, non una somma pro capite si intende, ma complessiva che sarà successivamente saldata alle librerie presso le quali i genitori faranno richiesta presentando la cedola comunale. Di certo, una buona notizia per le tasche delle tante famiglie vicane. Sono 1069 le cedole librarie messe a disposizione dell’Ente locale che, successivamente, verranno suddivise per classi. Il budget sarò ripartito dalla prima alla quinta elementare. Passando dal 199 alunni della prima che potranno avere il beneficio ai 212 della quinta. Picco di cedole per i ragazzi che frequentano la seconda classe (227), seguiti da quelli di terza (224). Agli scolari delle quarte andranno 207 cedolini. Un computo che supera le mille unità, che sulla base dei dati forniti dalle singole dirigenze scolastiche, Istituto Comprensivo” F. Caulino”, Istituto Comprensivo Scarlatti e 1° Circolo Didattico, relativamente al numero degli alunni iscritti alla scuola primaria nell’anno scolastico 2014/2015.